MotoGP
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Vinales: "Credo che d'ora in avanti possiamo stare in alto"

condivisioni
commenti
Vinales: "Credo che d'ora in avanti possiamo stare in alto"
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
25 ago 2017, 18:19

Il pilota della Yamaha ha concluso la prima giornata di prove con il miglior tempo, dopo aver comandato la sessione mattutina, però soprattutto con la sensazione di aver fatto un passo avanti con la sua moto.

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Per Vinales il tracciato britannico è un banco di prova per il resto della stagione. Questa è una delle piste preferito del catalano e quindi ha bisogno di trovare un punto di svolta se non vuole dire addio alle sue chance di titolo.

Finora il primo giorno è andato come previsto. Il pilota di Roses è stato il più veloce nella FP1 e la cosa più positiva è che sembra aver confermato i miglioramenti legati all'usura della gomma posteriore trovati nel test di Misano.

"E' la situazione che mi aspettavo dopo l'anno scorso e, anche se è solo venerdì, è importante iniziare così, sentendosi bene sulla moto e con un buon ritmo. Comunque rimango tranquillo e domani cercherò di migliorare ancora" ha detto Maverick.

"La moto ha funzionato molto bene e credo anche che i miglioramenti del test di Misano si siano visti anche qui. Soprattutto, il passo gara è stato molto buono".

Dopo una domenica da dimenticare in Austria, dove le due Yamaha sono rimaste alle spalle di quella privata di Zarco, qui la situazione è tornata alla normalità e le due M1 ufficiali hanno chiuso la giornata alle spalle del solo Cal Crutchlow.

Per Vinales era chiaro il problema, ma non l'origine di questo. Lo spagnolo si era lamentato della mancanza di grip al posteriore aumentata con il passare dei giri. Qualcosa su cui ha lavorato e sembra aver trovato una soluzione a Misano.

"Siamo migliorati molto nel test, ma sapevamo che su questa pista la nostra moto sarebbe andata bene, perché ci sono curve veloci su cui la moto è stabile e puoi spingere a fondo. Ma credo che avremmo potuto essere veloci anche in Austria" ha detto.

"Abbiamo fatto molti progressi con l'elettronica, soprattutto quando apriamo il gas. Oggi l'usura al posteriore è stata buona e ho fatto il tempo all'ultimo giro. Alla fine però è qualcosa su cui dobbiamo provare a migliorare ancora da qui alla fine della stagione".

Prossimo Articolo
Marquez: "Sono arrabbiato con me stesso, dovrei controllare i rischi"

Articolo precedente

Marquez: "Sono arrabbiato con me stesso, dovrei controllare i rischi"

Prossimo Articolo

Cambio moto: a Silverstone si mantiene la nuova procedura

Cambio moto: a Silverstone si mantiene la nuova procedura
Carica commenti