MotoGP, Viegas: "Se necessario, correremo fino a gennaio 2021"

Il presidente della FIM ha spiegato che, una volta superata la crisi del Coronavirus, l'obiettivo è provare a portare a termine i campionato. Dunque, non sarebbe un tabù prolungarli fino a gennaio dell'anno prossimo.

MotoGP, Viegas: "Se necessario, correremo fino a gennaio 2021"

Ogni giorno, nuovi eventi vengono posticipati. Ogni ora ci sono nuove domande ... Come vivi la crisi del coronavirus quando sei il presidente di una Federazione sportiva internazionale? Siamo liberi di scegliere, quali sono le conseguenze? Economista di 63 anni e presidente della Federazione Internazionale Motociclistica (FIM) dal 2018, Jorge Viegas ha menzionato anche le preoccupazioni sul doping in un'intervista esclusiva condotta da Jean-Claude Schertenleib, in Qatar lo scorso fine settimana dal "La Tribune de Genève e 24 Heures", e pubblicato in Svizzera venerdì 13 marzo.

Il coronavirus, immaginiamo che sia peggio per un presidente di una Federazione sportiva internazionale?
"Spero di si, ma mi rifiuto di drammatizzare. Non sono un virologo; non spetta a me dire cosa può o cosa accadrà in futuro. Presiedo una federazione sportiva, che gestisce anche altre attività motociclistiche, come turismo e mobilità. Il nostro obiettivo è essere in grado di proseguire tutte le nostre attività".

Con i promotori delle varie discipline, siete attori. Ma in questo caso, sei principalmente spettatore di decisioni politiche?
"Sì. Seguiremo sempre le indicazioni dei governi e dell'Organizzazione mondiale della sanità. Riconosciamo che la diffusione della malattia deve essere fermata. Purtroppo, ora esiste uno stato di panico generale. E il peggior pericolo è questo: isteria collettiva".

Nell'ultima settimana, ogni giorno sono stati posticipati degli eventi. Tuttavia, ci sono solo 52 fine settimana in un anno. Possiamo immaginare che alcuni campionati finiranno a Natale?
"Sì, se necessario. Immaginiamo che se diversi eventi debbano ancora essere annullati e che se dovremo riprendere a correre molto più tardi, beh, faremo il possibile per mantenere dei campionati degni di questo nome. Se è necessario, andremo fino a gennaio 2021. Per noi, non è un tabù".

Economicamente, ci saranno danni collaterali. Tutti questi annullamenti e rinvii, la stagione che potrebbe essere estesa, tutto ciò ha dei costi?
"Certo, e se usciamo dal nostro piccolo mondo motociclistico per un momento, dobbiamo preoccuparci delle conseguenze globali. Le fabbriche vengono chiuse, le scuole chiuse, tutta l'attività economica rallenta. Ci saranno conseguenze, ma sono ancora difficili da quantificare".

Leggi anche:

La MotoGP è la vetrina per le attività sportive FIM. Ma ci sono altre discipline, come Superbike, Motocross, Trial, Enduro, ecc. In tal caso, segui le priorità dicendo: "Innanzitutto assicuriamo un massimo di gare di MotoGP e poi vedremo per il resto"?
"Affatto. Le cose non sono in conflitto tra i nostri diversi campionati, che rappresentano la grande diversità del nostro sport".

In termini di copertura mediatica, interesse incrociato ed economico, questa molteplicità non diventa un handicap?
"In tutte le attività umane, le gerarchie sono create dal pubblico, questo è anche il nostro caso. Il grande successo della F1? Semplice, al mondo, rappresenta il massimo del motorsport. Ma ci sono anche altre manifestazioni, com turismo o endurance. Con noi, è un po' lo stesso con la MotoGP, anche se la popolarità del campionato mondiale di motocross è in aumento, e questo è molto piacevole".

Ma non si rischia di perdere pubblico nel quadro generale? Non dovremmo limitare l'offerta?
"Al contrario, e stiamo attualmente lavorando a una nuova disciplina, l'e-bike, riservata alle bici elettriche. Ci sono state le prime gare dell'anno scorso, è stata creata una commissione interna ed è stata pianificata una prima Coppa FIM, con eventi in Europa e in Asia. Ho appena saputo che anche gli Stati Uniti erano molto interessati. Quindi no, non ci sono troppe discipline, esiste uno sport motociclistico per tutti, in tutte le sue forme. Una gara sul ghiaccio non è come una gara su circuito, ma vieni a vederne una, sarai estasiato!".

Andiamo avanti. Prima che scoppiasse l'attuale crisi, c'era un dossier infuocato sulla tua scrivania: il test positivo per il nandrolone (uno steroide anabolizzante) del pilota italiano di MotoGP, Andrea Iannone. Tuttavia, stiamo ancora aspettando il giudizio ...
"Il presidente della FIM non ha nulla a che fare con il processo. È stato esaminato dagli avvocati per le due parti, che hanno inviato i vari documenti che ritengono necessari e un comitato di tre giudici, tutti molto esperti, presto prenderà la sua decisione. Successivamente, ci sarà la possibilità di presentare un ricorso al TAS, sia da parte di Iannone che del suo datore di lavoro, Aprilia, se la sanzione è considerata troppo severa; o da parte dell'Agenzia mondiale antidoping (WADA) se ritiene che la sanzione non sia sufficiente".

Le specificità dello sport motociclistico vanno sempre di pari passo con l'elenco dei prodotti vietati dalla WADA?
"Per noi abilità, psiche e coraggio sono più importanti della forza fisica bruta. Per non parlare del problema degli antidolorifici. Ho intenzione di incontrare il nuovo presidente della WADA, Witold Banka, per vedere se sarebbe possibile avere un elenco più adatto al nostro sport".

condivisioni
commenti
Rossi e Bagnaia si impegnano nella lotta al Coronavirus
Articolo precedente

Rossi e Bagnaia si impegnano nella lotta al Coronavirus

Prossimo Articolo

Argentina: "Correre a porte chiuse non ci sarebbe servito"

Argentina: "Correre a porte chiuse non ci sarebbe servito"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021