MotoGP
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
10 Ore
:
01 Minuti
:
29 Secondi
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
63 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
70 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
98 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
113 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
120 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
133 giorni
23 ott
-
25 ott
Canceled
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
147 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
162 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
169 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
176 giorni

Video MotoGP, GP d'Italia: Marquez e Suzuki nella tana della Ducati. Chi vincera?

condivisioni
commenti
Di:
30 mag 2019, 09:16

Diamo uno sguardo ai possibili candidati alla vittoria del Gran Premio d'Italia di MotoGP, che si correrà questo fine settimana nello splendido teatro del Mugello. Sarà Marquez ad allungare ancora in classifica, oppure le Ducati torneranno a fare la voce grossa come nelle due precedenti edizioni? Occhio alla Suzuki di Rins e, ovviamente, a Valentino Rossi

Il Mugello è una pista mitica: tra le più belle inserite nel calendario del Motomondiale, ci ha regalato gare epiche e sorpassi memorabili nel corso degli anni. Il tracciato sapientemente è capace di collegare curve cieche con repentini cambi di direzione, punti dove far scorrere la modo e curvoni in compressione, oltre al lunghissimo rettilineo di partenza dove si raggiungono alcune tra le velocità più elevate della stagione.

Leggi anche:

Storicamente, qui gli italiani hanno sempre ben figurato: è al Mugello che Rossi ha scritto alcune delle pagine più memorabili della propria storia, vincendo ininterrottamente dal 2002 al 2008. Qui, Andrea Dovizioso è tornato a scaldare i cuori dei ducatisti dopo la scomparsa di Nicky Hayden nel 2017, mentre proprio lo scorso anno fa un'altra Desmosedici a prevalere, quella di Jorge Lorenzo.

Il Mugello può essere una cartina di tornasole per il resto del campionato: proprio qui Marc Marquez ha vinto una sola volta in carriera in MotoGP ma, visto lo stato di forma con cui lo spagnolo si presenta in toscana, c'è da credere che voglia proseguire nel suo filotto di vittorie consecutive. Dall'altro lato del box HRC, invece, è proprio Jorge Lorenzo – che al Mugello ha vinto 4 volte – a dover necessariamente fare bene. Da inizio stagione ad oggi, il maiorchino non è mai entrato in top 10. Al momento il suo posto in Honda non è in discussione, ma se la situazione dovesse continuare ad essere quella vista sino ad ora...

Capitolo Ducati, sia Dovizioso che Petrucci arrivano al Mugello consapevoli della bella prova fatta a Le Mans due settimane fa. La Desmosedici dovrebbe ben adattarsi alla pista toscana, per cui non c'è motivo di credere che la coppia tricolore non voglia puntare dritta al podio. E se il pubblico di casa dovesse aiutarli, potrebbero trovare entrambi quel mezzo decimo di grinta che a volte può fare la differenza.

Da non dimenticare anche Fabio Quartararo, Franco Morbidelli e Jack Miller: questo terzetto ha dimostrato di poter essere scomodo quanto basta per i grandi della MotoGP: Quartararo velocissimo, già autore di una Pole Position, con Miller e Morbidelli capaci di tenere testa per lunghi tratti anche ai veterani. Ci sarà da divertirsi.

Alex Rins e la Suzuki, invece, potrebbero rappresentare quel binomio che non ti aspetti. La moto giapponese è cresciuta esponenzialmente e, in mano al pilota spagnolo, ha saputo dare parecchi grattacapi a tutti. E poi, la vittoria di Austin potrebbe aver tolto pressione all'ambiente, facendolo lavorare a mente più serena e più consapevole delle reali possibilità.

Come non citare Valentino Rossi? Ovviamente, il Dottore ha nel mirino il podio del Gran Premio d'Italia: in questo inizio di stagione ha dimostrato costanza – la posizione in classifica generale ne è una dimostrazione ulteriore – ma forse gli manca quel mordente che lo caratterizzava un tempo, come lui stesso ha ammesso dopo il finale di gara perso con Rins ad Austin. Ma il Mugello è il Mugello, e le tribune gialle presenti saranno prontissime a tifare per lui, spronandolo verso una difficile – quando dolcissima – eventuale vittoria.

Scorrimento
Lista

Valentino Rossi, Yamaha Factory Team, Makoto Tamada, Max Biaggi, Honda

Valentino Rossi, Yamaha Factory Team, Makoto Tamada, Max Biaggi, Honda
1/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Team, al comando

Valentino Rossi, Yamaha Factory Team, al comando
2/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Danilo Petrucci, Ducati Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Danilo Petrucci, Ducati Team
3/8

Foto di: MotoGP

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Danilo Petrucci, Ducati Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Danilo Petrucci, Ducati Team
4/8

Foto di: MotoGP

Johann Zarco, Jean-Michel Bayle, Red Bull KTM Factory Racing

Johann Zarco, Jean-Michel Bayle, Red Bull KTM Factory Racing
5/8

Foto di: KTM

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
6/8

Foto di: MotoGP

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/8

Foto di: MotoGP

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
8/8

Foto di: MotoGP

Prossimo Articolo
Iannone: "Conosciamo i nostri limiti, ma vogliamo affrontare il Mugello al meglio"

Articolo precedente

Iannone: "Conosciamo i nostri limiti, ma vogliamo affrontare il Mugello al meglio"

Prossimo Articolo

Bagnaia: "Obiettivi per il Mugello? Il primo è finire la gara, poi vediamo..."

Bagnaia: "Obiettivi per il Mugello? Il primo è finire la gara, poi vediamo..."
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Italia
Autore Marco Congiu