Viaggio all'interno del Ranch di Valentino Rossi

condivisioni
commenti
Viaggio all'interno del Ranch di Valentino Rossi
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
05 dic 2018, 12:21

Motorsport.com ha visitato le strutture in cui Valentino Rossi è riuscito a restituire all'Italia dei campioni del mondo come Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia.

Tutto accade per un motivo nel Mondiale MotoGP e, dopo un decennio dominato dai piloti spagnoli, l'Italia ha vissuto una proliferazione di talenti in grado di lottare sempre per le prime posizioni, i podi e le vittoria.

Prima che Franco Morbidelli conquistasse il titolo della Moto2 nel 2017, bisognava tornare addirittura al 2009 per trovare l'ultimo italiano campione del mondo, che era stato niente meno che Valentino Rossi nella MotoGP.

Nel 2018, Pecco Bagnaia è stato l'erede al trono di "Morbido" e loro sono i primi due iridati usciti dalla VR46 Riders Academy, la scuola promossa e finanziata dal "Dottore".

Leggi anche:

Domenica scorsa, questa perfetta struttura ha celebrato uno dei suoi giorni più importanti nell'arco dell'anno, la quinta edizione della 100 Km dei Campioni. Una gara di dirt track che visto sfidarsi molti nomi interessanti del panorama del Motomondiale. E Motorsport.com ha avuto modo di seguirla da vicino.

Il tutto si è svolto presso il famoso Motor Ranch, una struttura creata nel mezzo di una splendida vallata, in una posizione ideale alla periferia di Tavullia, che in pochi anni potrebbe diventare un autentico centro ad alte prestazioni per i motociclisti.

Si potrebbe pensare che il fatto di disputare una gara tra "colleghi" possa ridurre il livello di tensione, ma in realtà la fame di vittoria è stata altissima fin dalla partenza, avvenuta poco prima delle 15.

Dopo cinque cambi al vertice, la vittoria alla fine è andata alla coppia composta da Rossi e Morbidelli, che ha chiuso davanti a Mattia Pasini e Lorenzo Baldassarri.

Il Ranch impressiona davvero e ha la firma di Rossi ovunque, quel marchio che è stato con lui per tutta la carriera. Questa caratteristica è chiara in ogni singolo spazio dei 94 ettari di terreno. Tutto è stato costruito, studiato, progettato e decorato con gli elementi iconici di Vale.

Ovviamente il colore giallo è quello predominante nella casa country house che fa da base ai piloti quando non sono in sella alle loro moto.

Tutto è iniziato con Graziano

"Il Ranch è nato nel 2010" spiega Alberto Tebaldi, direttore della VR46 e braccio destro del 9 volte campione del mondo nell'imprenditoria. "Prima si allenavano su una pista conosciuta come La Cava, ma era più amatoriale. Avevamo bisogno di un luogo più progessionale e Graziano ci ha dato questa valle, che apparteneva a lui. I primi che sono venuti qui sono stati Valentino, Pasini ei Simoncelli, che sono arrivati un giorno e hanno iniziato a disegnare una pista sull'erba con le loro moto" ha aggiunto Tebaldi, molto soddisfatto perché la pista quest'inverno ha ottenuto anche l'omologazione FIM.

In questi otto anni, l'evoluzione della pista (2,5 km di lunghezza) è stata enorme e si è riflessa sui tempi. "Siamo passati da girare su tempi di 2'20" a tempi di 2'01", l'attuale record. In tutto questo tempo, abbiamo cercato di migliorare le condizioni della pista per consentire ai piloti di raccogliere più informazioni durante la guida" ha aggiunto Albi.

La pista ha una base di cemento di due piedi, sulla quale sono state aggiunte alcune strisce di sabbia per cercare di raggiungere i livelli di grip previsti.

Un impianto del genere richiede che molte persone lavorino a tempo piano alla manutenzione del Ranch, anche se in futuro il numero di persone aumenterà.

"L'idea è di continuare a crescere. Vorremmo costruire una palestra ed una pista d'atletica da 400 metri, oltre ad un centro medico, per avere una struttura integrata" ha sottolineato Tebaldi, che dopo aver visto l'impatto della 100 Km dei Campioni, non esclude l'idea di aprirla ai membri del fan club di Rossi nelle prossime edizioni.

Un allenamento integrato

La Riders Academy è fondamentalmente coordinata da Tebaldi e da Uccio, il miglior amico di Rossi e sua ombra da quando Valentino è sbarcato nel Motomondiale, nel 1996.

Quando un giovane inizia a far parte dell'universo della VR46, la società si occupa di lui sotto ogni aspetto e in cambio ottiene una percentuale dagli accordi che firma il pilota. Questa formula offre una formazione completa, non solo dal punto di vista prestazionale. Per esempio, c'è un insegnante di inglese che aiuta i ragazzi ed essere più a loro agio quando devono parlare con i tecnici e di fronte alle telecamere.

L'Academy offre ai piloti una formazione integrata. Devono solo preoccuparsi di essere più veloci e più competitivi. Diamo loro tutto ciò che gli serve: moto, meccanici, ecc... E forniamo loro un piano che combina dal cross leggero al dirt track, passando anche per le mini bike. Inoltre, andiamo anche a Misano con delle moto vere e proprie (Yamaha R6 e R1)" ha concluso Uccio.

Scorrimento
Lista

Pilotos

Pilotos
1/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi

Valentino Rossi
2/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Participantes

Participantes
3/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Participantes

Participantes
4/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Participantes

Participantes
5/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Nicolo Bulega

Nicolo Bulega
6/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Lorenzo Baldassarri

Lorenzo Baldassarri
7/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Lorenzo Baldassarri

Lorenzo Baldassarri
8/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Lorenzo Baldassarri

Lorenzo Baldassarri
9/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Dennis Foggia

Dennis Foggia
10/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi y Franco Morbidelli

Valentino Rossi y Franco Morbidelli
11/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi y Franco Morbidelli celebran

Valentino Rossi y Franco Morbidelli celebran
12/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi y Franco Morbidelli celebran su victoria

Valentino Rossi y Franco Morbidelli celebran su victoria
13/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi y participantes

Valentino Rossi y participantes
14/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Race start

Race start
15/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi y Franco Morbidelli

Valentino Rossi y Franco Morbidelli
16/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
17/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
18/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
19/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
20/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
21/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi celebra su victoria

Valentino Rossi celebra su victoria
22/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
23/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
24/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
25/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
26/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi en acción

Valentino Rossi en acción
27/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi celebra su victoria

Valentino Rossi celebra su victoria
28/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi celebra su victoria

Valentino Rossi celebra su victoria
29/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Valentino Rossi

Valentino Rossi
30/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Race Start

Race Start
31/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Participantes

Participantes
32/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Participantes

Participantes
33/33

Foto di: VR46 Riders Academy

Prossimo Articolo
Marc Marquez operato alla spalla sinistra: la riabilitazione durerà sei settimane

Articolo precedente

Marc Marquez operato alla spalla sinistra: la riabilitazione durerà sei settimane

Prossimo Articolo

Tante piccole novità dalla Grand Prix Commission: la più curiosa è quella sugli arrivi in caso di caduta

Tante piccole novità dalla Grand Prix Commission: la più curiosa è quella sugli arrivi in caso di caduta
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP , Road racing
Autore Oriol Puigdemont