Valentino Rossi: i piloti di MotoGP omaggiano il "Jordan delle moto"

La conferenza stampa del giovedì è stata stravolta dall'annuncio del ritiro a fine stagione di Valentino Rossi e Quartararo, Zarco, Mir, Vinales, Oliveira e Crutchlow hanno voluto condividere l'ammirazione per il Dottore.

Valentino Rossi: i piloti di MotoGP omaggiano il "Jordan delle moto"

Dopo l’annuncio del ritiro di Valentino Rossi alla fine della stagione, la conferenza stampa del giovedì del Gran Premio della Stiria ha visto alcuni dei piloti più importanti della MotoGP sottolineare quanto sia stata leggendaria la figura del Dottore e quanto si siano sentiti privilegiati a correre con lui.

L’attuale leader del campionato, Fabio Quartararo, che ha sostituito proprio Rossi alla Yamaha ufficiale, ha ricordato come Valentino sia stato il suo idolo d’infanzia.

“Onestamente è un qualcosa difficile da credere. Rossi aveva già vinto due titoli già prima che io nascessi e pensare che non correrà con noi l’anno prossimo è molto triste. Valentino è il pilota che ha acceso la mia passione per la MotoGP e quando ero piccolo aspettavo ore ed ore in pista per avere il suo autografo. È ancora il mio idolo, ed ora è una leggenda”.

Johann Zarco, da parte sua, ha evidenziato l'unicità dell'italiano: “Sarà strano, ma voglio dire grazie mille a Vale per tutto quello che ha dato. Ha cambiato la visione del motociclismo. Quando parli con qualcuno che non sa nulla di moto, appena nomini Valentino sa di chi stai parlando”.

“Stavamo aspettando il giorno ed è arrivato oggi. Ha corso molto tempo, è stato il nostro idolo, lo abbiamo visto in televisione e ora siamo stati in grado di correre con lui. Non ci sono così tanti sportivi che sono stati i tuoi idoli e con i quali sei stato in grado di competere”.

Il campione del mondo Joan Mir è sempre stato un fan dichiarato di Rossi: “Mi sento privilegiato per aver potuto correre per tre anni con Valentino. Sono sicuro che ero più nervoso di lui quando l'ha annunciato. È un momento difficile che sembrava non dovesse mai arrivare. Vale ha tutto per godersi la vita e io sono felice”.

“Gli è stato chiesto se si sente come Michael Jordan e penso che sia il Jordan del motociclismo. Sarà difficile trovare un’altra figura come Rossi nel motociclismo”.

Maverick Viñales è stato compagno di squadra di Valentino per molti anni: “Per me Rossi è stato un punto di riferimento quando ero piccolo e ho iniziato a sentire la passione per le moto quando vedevo in TV le sue vittorie e le sue celebrazioni”.

“Condividere una squadra con Rossi mi ha dato l'opportunità di imparare. Lui è stato un punto di riferimento per me da quando avevo quattro anni. Dobbiamo ringraziarlo per quello che ha fatto, per essere un'ispirazione e una motivazione per continuare. È stata una fortuna condividere una squadra e lottare con lui. Fuori dalla pista è una grande persona, è al top ed è il più grande di tutti i tempi. È un momento triste, ma ha vinto molto e dobbiamo essergli grati”.

Anche il pilota KTM Miguel Oliveira ha voluto rendere omaggio al campione italiano: “Penso che Valentino sia stato un riferimento per tutti noi ed è stato molto facile identificarsi con lui perché tutti vogliono essere un vincente”.

“È diventato una leggenda e quando ha smesso di vincere la gente lo ha amato e adorato sempre di più. È stato allora che abbiamo capito il potere e l'influenza che aveva nel paddock. Tutti noi avremmo voluto condividere un po' di più con Vale, ma essere in pista con lui è stato fantastico”.

Ultimo pilota a volere omaggiare Rossi è stato Cal Crutchlow. L’inglese, che si è ritirato lo scorso anno, è tornato a correre in questo appuntamento proprio con il team Petronas.

“Tornare a correre è una grande storia e farlo come compagno di team di Rossi è una storia ancora più grande. Ho ammirato Rossi sin da quando ero bambino e mi è sempre piaciuto vederlo correre. Ho avuto modo di condividere molte cose con lui ed è stato molto divertente poter correre con lui”.

“Ovunque tu vada nel mondo, se dici di essere un pilota e non ti capiscono basta che nomini Valentino e sanno subito di cosa stai parlando. Tutti amano Vale ed ammirano la sua mentalità. È un esempio per tutti”.

 

condivisioni
commenti
Rossi sarà pilota, ma a 4 ruote: "Mi piace la 24 Ore di Le Mans"

Articolo precedente

Rossi sarà pilota, ma a 4 ruote: "Mi piace la 24 Ore di Le Mans"

Prossimo Articolo

Jarvis: "Rossi ha segnato la rinascita della Yamaha"

Jarvis: "Rossi ha segnato la rinascita della Yamaha"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021