Valentino: "Mi piace l'ottimismo di Maverick, ma i problemi bisognerebbe risolverli prima di parlare"

Lo spagnolo oggi ha detto di aver visto una Yamaha sulla strada giusta per risolvere i suoi problemi e il "Dottore" gli ha replicato con una battuta. Nonostante l'11esimo tempo, ha visto dei progressi anche lui, ma anche dell'altro lavoro in vista per raggiungere Honda e Ducati.

Valentino: "Mi piace l'ottimismo di Maverick, ma i problemi bisognerebbe risolverli prima di parlare"
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

L'11esimo posto non è certamente un risultato eclatante, ma Valentino Rossi è sembrato decisamente più rilassato rispetto a ieri quando si è presentato alle interviste di rito alla fine della seconda giornata dei test collettivi di MotoGP a Jerez de la Frontera.

Ieri aveva mandato un messaggio chiaro alla Yamaha, sottolineando che la M1 ha avuto un miglioramento, ma che se l'obiettivo vuole essere la vittoria questo non basta, perché Honda e Ducati rimangono un passo avanti. Concetti che sostanzialmente ha ribadito anche oggi, pur dicendosi soddisfatto del lavoro fatto, avendo visto uno step anche a livello di passo, seppur soprattutto nel lato del box occupato dal compagno Maverick Vinales.

"Oggi sembra un po' meglio, sia per me che per Maverick, che è andato molto forte, anche come passo. Questa è una cosa importante. Rispetto a ieri però anche io sono riuscito a fare dei bei giri e sono stato abbastanza veloce. Abbiamo lavorato e scelto un po' di cose, quindi finiamo con una giornata piuttosto positiva, anche se penso che la strada sia ancora un po' lunga da percorrere. Speriamo che la Yamaha lavori ancora e ci porti qualcos'altro, perché mi sembra che i nostri avversari sono molto veloci e vanno un pochino più forte di noi" ha detto il "Dottore" a fine giornata.

Leggi anche:

Il pesarese poi ha confermato che la scelta di motore sembra essere ricaduta su quello con più freno motore tra quelli a disposizione, che è anche il preferito di Valentino: "Di quelli che avevamo qui è sicuramente il migliore, ma diciamo che dobbiamo migliorare ancora in accelerazione, perché continuiamo a non essere velocissimi".

Poi si è concesso anche una battuta sul compagno di squadra, che oggi ha detto che secondo lui la Yamaha è vicina a risolvere i suoi problemi: "Mi piace moltissimo l'ottimismo di Maverick, ma secondo me bisognerebbe aspettare di averli risolti i problemi prima di dirlo. Lui però oggi ha avuto un buon passo, è stato uno dei migliori, e questo è positivo per il funzionamento della moto".

Quando poi gli è stato chiesto con che umore arriva alla pausa invernale, ha aggiunto: "Dopo oggi, non male. Sono riuscito a guidare bene e il passo non era malvagio, ma ci sono ancora un po' di cose da fare, perché mi sembra che gli altri vadano ancora un pochino più veloce, soprattutto in accelerazione".

Anche se le cose vanno un po' meglio, la richiesta di un sforzo extra alla Yamaha rimane, perché è convinto che senza un rafforzamento della struttura non è possibile lottare alla pari con Honda e Ducati, che numericamente sono cresciute molto recentemente.

"Negli ultimi tempi, soprattutto nell'ultimo anno e mezzo, la situazione tecnica in MotoGP è cambiata molto. La Ducati è stata la prima che ha fatto uno step, come quantità di gente e di ingegneri che lavorano. Si sono avvicinati un po' più alla Formula 1, pur rimanendo ancora molto lontani. La Honda l'ha seguita e io parlavo di questo. Adesso per vincere in MotoGP, bisogna fare uno sforzo di questo tipo. Bisogna vedere se succederà anche con la Yamaha".

Informazioni aggiuntive di Carlos Guil Iglesias

condivisioni
commenti
Test MotoGP Jerez, Giorno 2: la Honda suona la carica con Nakagami e anche Lorenzo è quarto!

Articolo precedente

Test MotoGP Jerez, Giorno 2: la Honda suona la carica con Nakagami e anche Lorenzo è quarto!

Prossimo Articolo

Dovizioso è sicuro: "Nel 2019 Ducati si giocherà il Mondiale. Abbiamo un'ottima base"

Dovizioso è sicuro: "Nel 2019 Ducati si giocherà il Mondiale. Abbiamo un'ottima base"
Carica commenti
Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria Prime

Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria

Marc Marquez ha attraversato l'inferno ed è tornato nei 581 giorni trascorsi tra la sua vittoria nella gara conclusiva del 2019 e il ritorno al successo di domenica scorsa al Sachsenring. Nonostante stia ancora lottando con i suoi limiti fisici ed una Honda 2021 difficile da guidare, il Sachsenring ha fornito allo spagnolo la tempesta perfetta per tornare sul gradino più alto del podio.

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021