Rossi: "Marquez non cade più? E' impressionante, ma la Honda..."

condivisioni
commenti
Rossi:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
22 feb 2018, 07:53

Il "Dottore" riconosce al campione del mondo il merito di riuscire a salvare tante cadute, ma crede che la RC213V lo favorisca in questo: "E' fatta in un modo che quando la ruota davanti si chiude continua comunque ad appoggiare".

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Marc Marquez, Repsol Honda Team

Sicuramente Valentino Rossi e Marc Marquez non si amano dopo il tormentato finale della stagione 2015, ma bisogna dire che i due hanno sempre dimostrato di avere un grande rispetto reciproco, soprattutto quando arrivano a battagliare in pista carena contro carena, ma anche per ciò che sono stati capaci di costruire nel corso della loro carriera.

Un'ennesima riprova è arrivata da quello che il "Dottore" ha detto sul rivale spagnolo nella lunga intervista concessa a Riders, riguardo ai numerosi salvataggi con cui il campione del mondo in carica è riuscito ad evitare delle cadute che parevano ormai inevitabili nella parte conclusiva della scorsa stagione.

"È impressionante quello che fa, anche perché non cade più: l’anno scorso si è salvato talmente tante volte che non può più essere un caso. Per me lui si è adoperato per migliorare questa tecnica, il suo stile di guida lo aiuta, non so se è naturale o ci ha lavorato, ma lui mette il corpo fra la moto e l’asfalto, usandolo per non cadere" ha detto il pesarese.

Però secondo lui c'è anche una motivazione tecnica legata alla RC213V oltre che una grande capacità da parte dello spagnolo: "Prima di lui non era mai successo: secondo me non è l’elettronica, ma la moto, a Pedrosa però quando gli succede, cade. La Honda è fatta in un modo che quando la ruota davanti si chiude continua comunque ad appoggiare, un’altra moto, tipo la nostra, se chiude la ruota davanti, tocca la carena e non la tiri più su".

Prossimo articolo MotoGP