Valentino: "Lorenzo è stato più bravo, devo fare meglio a Brno"

Il "Dottore" è un po' deluso del quarto posto, anche se sottolinea di essere arrivato a soli 3" dalla vittoria. In Repubblica Ceca si aspetta di vedere una Ducati ancora competitiva dopo la doppietta, ma lui punta a fare di più.

Dopo la prima fila di ieri, Valentino Rossi forse ci aveva creduto di poter dare veramente fastidio alle Ducati nella gara del Red Bull Ring. A conti fatti però il "Dottore" non solo si è dovuto inchinare ad entrambe le Desmosedici GP, ma anche alla Yamaha gemella di Jorge Lorenzo, mancando il podio per la terza gara consecutiva.

Un risultato che sembra aver lasciato un po' di amaro in bocca al "Dottore", che avrebbe sperato in qualcosina in più: "Mi dispiace perché mi sarebbe piaciuto molto salire sul podio. Il bicchiere mezzo vuoto è che sono quarto e si va a casa con la medaglia di legno. Però siamo lì, abbiamo preso solo tre secondi dalla Ducati e ce la siamo giocati alla pari con Lorenzo".

La sensazione è che Lorenzo potesse essere alla portata se non si fosse fatto passare nelle prime fasi per un errore non suo: "Dopo pochi giri purtroppo Dovizioso ha sbagliato una staccata e Jorge si è infilato. Da lì non ce l'ho più fatta a riprenderlo, ma magari se stavo davanti io sarebbe stata la stessa cosa per lui. Ma se l'è meritato, è stato più bravo, e dobbiamo cercare di fare meglio a Brno".

Senza contare poi che davanti Andrea Iannone ha azzaccato anche la scelta della gomma media al posteriore invece che la dura montata da tutti gli altri: "Noi eravamo un po' preoccupati perché faceva molto caldo, ma alla fine penso che Iannone abbia fatto la scelta giusta perché ha fatto 1'24"5 all'ultimo giro, quindi vuol dire che aveva la situazione sotto controllo".

Quando poi gli è stato chiesto si aspetta di vedere le Ducati davanti anche in Repubblica Ceca, ha aggiunto: "Nei primi giri le Ducati andavano piano perché cercavano di non stressare troppo la gomma e non consumare troppa benzina. Vediamo venerdì prossimo comunque se è stato un episodio. Qui la Ducati è stata velocissima, non solo per la velocità nel rettilineo, ma anche perché sono riusciti a stressare le gomme meno di noi. Penso che sarà sicuramente molto competitiva a Brno, perché è una pista veloce, sulla quale si mette tante volte la quinta e la sesta. Ma lo scopriremo soltanto venerdì".

Quel che è certo è che lui vuole fare di più a Brno: "E' una pista che mi piace moltissimo: ci ho vinto la mia prima gara e tante volte sono andato forte, però negli ultimi anni non sono stato veloce e soprattutto l'anno scorso Lorenzo è stato molto più rapido di me, quindi sono curioso di vedere se riuscirò ad essere forte quanto lui".

Infine, non poteva mancare una dedica per la prima vittoria dell'amico Iannone: "Sono molto contento per Iannone, perché abbiamo un buon rapporto e quando sto con lui mi diverto. Vincere una gara di MotoGP è un passo importante per la carriera di un pilota, perché non sono tanti quelli che ce l'hanno fatta".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Austria
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Red Bull Ring
Piloti Valentino Rossi
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Intervista