Valentino: "La Yamaha ha diversi problemi e poco tempo per risolverli"

Valentino Rossi invita la Yamaha a trovare una soluzione ai problemi della M1 nei tre mesi che rimangono da qui all'inizio del 2018.

Valentino: "La Yamaha ha diversi problemi e poco tempo per risolverli"
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

E' difficile capire come la Yamaha abbia fatto a rovinare una stagione che era iniziata benissimo, con Maverick Vinales che aveva volato nel pre-campionato e nei primi due GP.

I problemi di Valentino sull'altro lato del box hanno mandato in difficoltà i tecnici della Casa giapponese, che hanno iniziato ad apportare delle modifiche alla M1, che unite all'introduzione della nuova mescola anteriore della Michelin (al Mugello), hanno finito per far perdere l'equilibrio a Vinales.

Sabato scorso, dopo aver vissuto la sua peggior qualifica stagionale, senza riuscire neppure a superare la Q1, lo spagnolo ha riconosciuto che forse avrebbe dovuto essere un po' più fermo sulle sue richieste, basandosi più sulle sue sensazioni che sulla consulenza di altri.

I numeri parlano chiaro e dicono che, mentre Rossi ha vinto tre delle ultime 41 gare che ha disputato con la Yamaha, Vinales ha centrato lo stesso numero di successi in appena 18.

In condizioni normali, questa statistica avrebbe portato qualsiasi costruttore a ripensare la sua strategia a medio termine, anche se questa normalità ha tante sfumature che entrano in gioco quando si parla del numero #46.

Secondo le parole di Rossi, tutto questo è accaduto andando alla ricerca di una moto migliore, anche se in questo momento lui e la Yamaha non sanno quale sia la strada da prendere.

Sia il "Dottore" che Vinales hanno deciso di disputare la gara conclusiva del Mondiale, a Valencia, con il telaio dell'anno scorso. Questo è il ritratto più crudele della confusione attuale all'interno del box Yamaha. Domani e mercoledì intanto ci saranno i primi due giorni di test in vista del 2018, che si prevede movimentata.

Nel programma iniziale, era previsto il test di un nuovo motore oltre che di diversi telai, compreso quello 2016 con cui Rossi e Vinales hanno corso a Cheste.

Completata questa due giorni di prove, la Yamaha si recherà in Malesia, dove il 27 ed il 28 di novembre effettuerà un test privato che, sicuramente, porterà alla scelta del motore che sarà montato sulla moto 2018.

"La Yamaha ha diversi problemi e poco tempo per risolverli da qui a marzo. Parliamo con i giapponesi e sono preoccupati come me, ma non so cosa intendano fare. Non sappiamo cosa succede, perché il motore che abbiamo quest'anno non è tanto diverso da quello dell'anno scorso. Non c'è stato un cambio così radicale".

condivisioni
commenti
Iannone: "Ora sono convinto che possiamo fare dei buoni risultati"

Articolo precedente

Iannone: "Ora sono convinto che possiamo fare dei buoni risultati"

Prossimo Articolo

Livio Suppo lascia Honda HRC e la MotoGP

Livio Suppo lascia Honda HRC e la MotoGP
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021