Valentino: "Ho provato una soluzione tecnica che mi ha reso più veloce. Ho il passo dei migliori"

condivisioni
commenti
Valentino:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
24 ago 2018, 19:14

Il 9 volte iridato ha chiuso la prima giornata di libere di Silverstone con il sorriso. Le M1 sembrano poter giocare un ruolo molto importante in questo fine settimana e il passo gara mostrato dal pilota di Tavullia può essere la prova tangibile.

Per Valentino Rossi e la Yamaha il fine settimana è partito nel migliore dei modi. Il primo turno di prove libere del GP di Gran Bretagna a Silverstone è terminato con il secondo tempo alle spalle del compagno di squadra Maverick Vinales, mentre nel pomeriggio, cronometricamente parlando, è andata peggio, ma il passo gara mostrato dal campione di Tavullia lascia ben sperare.

A non piacere proprio a nessun pilota è il nuovo asfalto. Questo si presenta con le stesse buche della versione precedente e in certi punti ne ha anche di più. Valentino prova però a vedere il lato positivo di questo nuovo manto, ovvero che conferisce un po' più di grip.

"Secondo me la situazione dell'asfalto è leggermente meglio dell'anno passato per quanto riguarda il grip, ma non è stato un grande passo avanti. Infatti abbiamo più o meno lo stesso livello di grip con le gomme. E' un po' meglio perché lo scorso anno qui a Silverstone dovevamo girare come minimo su 4 tipi di asfalto differenti, dunque era difficile guidare la moto da un asfalto all'altro. La situazione sulle buche non è buona perché non è migliorata dallo scorso anno. Anzi, in alcuni punti è addirittura peggiorata".

Leggi anche:

"Questa prima giornata per me è stata piuttosto positiva perché per prima cosa è molto bello guidare la M1 su questa pista. Questa pista si adatta meglio alle caratteristiche della nostra moto e possiamo guidare in una maniera migliore. Già questa mattina io e Maverick siamo stati veloci. Nel pomeriggio la sessione è stata interessante perché ho provato qualcosa che Vinales aveva già provato a Misano e mi è piaciuta, dunque questo è un aspetto positivo perché ha migliorato il mio passo. Ho un buon passo, come i migliori, ma sfortunatamente la mia simulazione gara non è andata troppo bene. L'importante è però aver chiuso la giornata in Top 10".

Nel corso della giornata Valentino e il suo team hanno lavorato per fare qualche miglioramento d'assetto sulla Yamaha M1 numero 46. Questi sembrano aver funzionato, tanto da strappare un bel sorriso al "Dottore" a fine giornata. "Abbiamo lavorato sull'elettronica, sull'accelerazione. Sembra che siamo riusciti a fare un passo avanti perché la moto sembra fatichi meno in accelerazione e credo che questo sia molto importante per noi".

Valentino ha poi concluso parlando ancora del nuovo asfalto e delle buche che presenta. Ha cercato di dare una propria interpretazione sul modo di affrontare queste conche che rendono molto insidioso correre ad alta velocità come sono chiamati a fare i piloti del Motomondiale. 

"Credo che la cosa migliore da fare, il modo migliore per guidare in piste come questa in cui vi sono tante buche sia... fregarsene delle buche. Se inizi a pensarci e a non attaccare le buche è molto peggio, così come se sei preoccupato e le vuoi evitare. Dunque vai e speri che tutto vada bene. Penso sia il modo migliore di affrontarle".

"La Yamaha non si adatta bene ad asfalti come questo, con tante buche. Almeno le gomme hanno più grip dell'anno scorso. Dunque penso che siano più difficili da gestire che pericolose".

Prossimo articolo MotoGP
Petrucci: "Ho rischiato l'incidente con Lorenzo perché lui non si interessa degli altri"

Articolo precedente

Petrucci: "Ho rischiato l'incidente con Lorenzo perché lui non si interessa degli altri"

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: la Ducati di Dovizioso mette tutti in fila dopo i primi 2 turni di libere a Silverstone

Fotogallery MotoGP: la Ducati di Dovizioso mette tutti in fila dopo i primi 2 turni di libere a Silverstone
Carica commenti