MotoGP
G
GP d'Austria
14 ago
G
GP di Stiria
21 ago
Prossimo evento tra
9 giorni
G
GP di San Marino
10 set
Prossimo evento tra
29 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
Prossimo evento tra
37 giorni
25 set
Prossimo evento tra
44 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
Canceled
09 ott
Prossimo evento tra
58 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
65 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
72 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
86 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
Prossimo evento tra
93 giorni
20 nov
Canceled

Valentino: "Forse i telaisti della Yamaha sono bravi e i motoristi un po' meno"

condivisioni
commenti
Valentino: "Forse i telaisti della Yamaha sono bravi e i motoristi un po' meno"
Di:
14 giu 2019, 16:02

Il "Dottore" ha scherzato quando gli è stato chiesto come mai le varie MotoGP si trascinano da anni i loro problemi. Intanto a Barcellona si è concentrato sul weekend e per ora sarebbe direttamente in Q2.

Dopo i disastri di Le Mans e Mugello, a Barcellona le cose sono iniziate un po' meglio per Valentino Rossi. Il "Dottore" ha chiuso la prima giornata di prove con l'ottavo tempo e quindi al momento avrebbe accesso diretto alla Q2. Il pilota della Yamaha ha spiegato però che per raggiungere questo obiettivo ha dovuto cambiare filosofia rispetto agli ultimi weekend, mettendo da parte l'idea di far progredire la M1 e cercando solo di renderla veloce sul tracciato catalano.

"Abbiamo cambiato un po' il nostro lavoro, perché a Le Mans e a Mugello avevamo un po' di cose da provare dopo i test di Jerez, visto che noi siamo il team ufficiale, quindi dobbiamo anche cercare di migliorare un po' la moto, perché non siamo in una condizione tecnica brillante. Qui invece abbiamo deciso di lasciare tutto standard e di concentrarci di più sul weekend" ha detto Valentino.

"Io poi ero arrivato molto ottimista in Francia e al Mugello, perché l'anno scorso avevo fatto podio, quindi bisogna un po' resettare. Oggi credo che abbiamo lavorato bene, cercando di fare il massimo con quello che abbiamo, ma mi sono anche divertito. E di solito vado anche forte quando mi diverto" ha aggiunto.

In realtà qualcosa di nuovo c'era, ovvero un nuovo scarico, che però sarà provato più a fondo nei test di lunedì: "Abbiamo provato uno scarico leggermente diverso, che non è male, ma non ho sentito troppa differenza, quindi lo riproveremo nei test di lunedì ed andremo avanti con quello standard per il resto del weekend".

Leggi anche:

Il problema più grosso per la M1 al momento rimane sempre la grossa differenza sulla concorrenza a livello di velocità di punta: "Stamattina non andava neanche male, ma pomeriggio con il vento abbiamo perso velocità e ci siamo trovati agli ultimi tre posti. Il problema è che con questo regolamento non possiamo risolvere la situazione. Per quest'anno ormai andrà così perché la differenza di velocità dipende dalla configurazione del motore e i motori sono congelati. Possiamo solo provare a gestirlo in una maniera migliore".

Quando gli è stato domandato se sarebbe meglio un regolamento in stile Formula 1, che consente un'evoluzione tra un motore punzonato e l'altro, ha aggiunto: "Stiamo parlando di niente, perché credo che non cambierà. Noi dobbiamo cercare di fare un motore che vada meglio, ma con questo regolamento adesso dovremo aspettare l'anno prossimo".

Riguardo agli obiettivi per il weekend non si sbilancia, anche se il più immediato è l'accesso diretto alla Q2 di domani: "E' ancora venerdì, bisogna vedere ancora domani. Come passo siamo in tanti ad andare forte. Il mio non è speciale, ma non sono neanche tanto lontano. Vediamo turno dopo turno, la cosa importante sarebbe cercare di rimanere nei dieci domani mattina per andare direttamente in Q2".

Cosa non facile, visto che oggi c'erano la bellezza di 19 moto racchiuse nello spazio di un secondo. Per il pesarese però il bello della MotoGP è anche questo: "L'organizzazione della MotoGP ha lavorato tanto per livellare le prestazioni di tutti e ci sono riusciti. Vuoi le limitazioni di elettronica e motore, ma anche le gomme. Siamo sempre tutti molti vicini, ma è anche il bello della MotoGP, quello che piace alla gente che guarda da casa".

Con il passare degli anni, le moto sembrano mantenere sempre le proprie caratteristiche: alla Yamaha manca motore e la Ducati gira poco, per esempio. Per Rossi però è un qualcosa di normale: "E' un po' quello che si dice il DNA della moto. Qualcuno cambia di più e qualcuno cambia di meno, ma la MotoGP non è come la Formula 1, dove i cambiamenti regolamentari impongono di rifare sempre una macchina nuova. Qui più che altro si fanno sviluppi e modifiche che vanno avanti step by step, quindi forse è anche un po' per quello che le caratteristiche rimangono quelle. Forse i telaisti della Yamaha sono bravi e i motoristi un po' meno (ride), ma non saprei".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Scorrimento
Lista

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Dovizioso: "L'abolizione dei test privati? Fatta per limitare Ducati, ma non è un problema"

Articolo precedente

Dovizioso: "L'abolizione dei test privati? Fatta per limitare Ducati, ma non è un problema"

Prossimo Articolo

Marquez: "Dream team? Si dimostra solo vincendo la tripla corona!"

Marquez: "Dream team? Si dimostra solo vincendo la tripla corona!"
Carica commenti