Valentino bene in pista a Misano, ma il "Dottore" aspetta l'ok dei medici

Oggi il campione di Tavullia ha completato 20 giri con una R1 stradale e la Yamaha ha parlato di sensazioni migliori rispetto a ieri. Domani però lo attende un controllo medico prima di decidere se partire per Aragon.

L'operazione rientro ad Aragon sembra aver fatto un passo avanti deciso oggi per Valentino Rossi. La seconda giornata di test a Misano ha dato sensazioni positive e la conferma è arrivata dal comunicato stampa appena diffuso dalla Yamaha.

Se ieri, a soli 18 giorni dall'intervento chirurgico a tibia e perone, si era limitato a fare qualche passaggio in sella ad una Yamaha R1 stradale prima che la pioggia arrivasse a bagnare il tracciato intitolato all'amico Marco Simoncelli, oggi il "Dottore" ha avuto modo di darsi decisamente di più da fare.

In mattinata è caduta la pioggia, ma nel pomeriggio l'asfalto si è asciugato ed intorno alle 15:30 il campione di Tavullia è arrivato in autodromo, dove si è cimentato un test privato di circa un paio d'ore, nel quale è riuscito a completare 20 giri, sempre alla guida di una R1.

Come riporta il comunicato della Casa di Iwata: "Le sensazioni sono state migliori e le impressioni più positive rispetto alla giornata di ieri".

Tuttavia, prima di prendere una decisione definitiva circa la possibilità di partire per Aragon per provare a salire sulla sua M1 nel weekend, il 9 volte campione del mondo domani si dovrà sottoporre ad un controllo medico, che dovrà verificare i progressi della riabilitazione evidenziati dalla prova odierna.

Non resta quindi che attendere l'esito di questa visita per sapere se l'impresa verrà portata a termine o se bisognerà attendere il GP del Giappone di metà ottobre per rivedere in pista il numero 46.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Ultime notizie