Ufficiale: la Suzuki guarda al futuro con Joan Mir per le prossime due stagioni

condivisioni
commenti
Ufficiale: la Suzuki guarda al futuro con Joan Mir per le prossime due stagioni
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont , Editor Motociclismo
11 giu 2018, 08:03

La Suzuki ha confermato questa mattina di aver messo sotto contratto per le prossime due stagioni Joan Mir, che andrà a dividere il box con il connazionale Alex Rins.

Podio: il terzo classificato Joan Mir, Marc VDS Moto2
Joan Mir, Marc VDS
Joan Mir, Marc VDS Moto2
Joan Mir, Marc VDS Moto2
Joan Mir, Marc VDS Moto2

Tre giorni dopo aver ufficializzato l'intenzione di rinnovare il contratto di Andrea Iannone, che nel frattempo si è legato all'Aprilia, la Casa di Hamamatsu ha accolto Mir con la conferma di quello che ormai non era più un segreto per nessuno.

Il pilota spagnolo, che sta affrontando la sua prima stagione in Moto2 con la Marc VDS, occupa attualmente il quinto posto nella classifica iridata, staccato di 47 punti dal leader Pecco Bagnaia, salirà quindi in MotoGP dopo appena un anno nella classe di mezzo, imitando ciò che aveva fatto a suo tempo Maverick Vinales.

Nonostante abbia debuttato nel Mondiale meno di tre anni fa, lo spagnolo spagnolo ha subito mostrato una grande abilità ed una grande determinazione in sella alla moto.

Il suo arrivo in Suzuki è una scelta logica se si guarda alla filosofia aziendale della Casa di Hamamatsu nell'ambito del suo progetto MotoGP, che è sempre stato incentrato sulla ricerca di nuovi talenti.

"A soli 20 anni, Joan è già stato campione del mondo con l'incredibile bagaglio di 10 vittorie conquistate lo scorso anno, nel quale ha dimostrato grandi qualità. Ha fame, è spiritoso e può essere molto veloce. Tutte caratteristiche che ci piace trovare in un pilota giovane che vuole unirsi a noi non solo per il prestigio del nostro marchio, ma perché crede nel nostro progetto" ha detto il team manager Davide Brivio.

"Come squadra, abbiamo sempre cercato di lavorare guardando al lungo termine, e questo include fare alcune scommesse sui giovani piloti che possono essere un investimento per il futuro. Lo abbiamo fatto nel 2015, nell'anno del nostro debutto e lo abbiamo rifatto nel 2017 puntando su Alex Rins. Ora lo confermiamo di nuovo con Joan Mir. E' un giovane talento che vorremmo veder crescere e che speriamo ci aiuti a far crescere la GSX-RR" ha aggiunto Shinichi Sahara, responsabile del progetto Suzuki.

Prossimo articolo MotoGP

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Joan Mir
Team Team Suzuki MotoGP
Autore Oriol Puigdemont
Tipo di articolo Ultime notizie