Test Phillip Island, Day 1: Petrucci brilla in condizioni variabili

Con la pioggia i big hanno soprattutto studiato a fondo le rain e le intermedie della Michelin. Nel finale la pista si è asciugata ed hanno iniziato ad abbassarsi anche i tempi. Il pilota della Ducati Pramac precede Vinales e Smith.

Danilo Petrucci si conferma in un certo senso la rivelazione dei test pre-campionato della MotoGP. Dopo aver fatto molto bene nella tre giorni di Sepang, il portacolori della Ducati Pramac ha iniziato alla grande anche quella di Phillip Island, piazzando la sua Desmosedici davanti a tutti in una giornata caratterizzata dalla pioggia e dalla pista bagnata.

Il pilota di Terni è stato il più bravo a sfruttare la finestra di pista asciutta offerta nel pomeriggio, arrivando a girare in 1'31"764 nel migliore dei suoi 12 giri messi a referto. Una prestazione che gli ha consentito di staccare di ben sette decimi la Suzuki GSX-RR di Maverick Vinales, con lo spagnolo che è stato bravo a scalare la classifica negli ultimi 20 minuti.

Stesso discorso che vale anche per Bradley Smith, terzo con la Yamaha Tech 3 ed ultimo ad aver incassato un rurardo di meno di un secondo dal battistrada. La top five si completa poi con l'altra Ducati di Scott Redding e con la Honda LCR di Cal Crutchlow, che ha fatto prove comparative tra il motore 2015 della RC213V e quello che la Casa giapponese aveva portato ai test di Valencia dello scorso novembre.

In sesta posizione c'è la Yamaha di Valentino Rossi, con il "Dottore" che oggi si è dato da fare in sella alla versione 2016 della M1, ovvero quella dotata del tappo del serbatoio sul codone. Il pesarese nel finale ha fatto anche lui un run con le slick, riuscendo così a risalire la china.

Decisamente diverso il discorso per gli altri big: Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa si sono limitati a girare con le gomme da bagnato, per cercare di capire come si comportano quelle realizzate dalla Michelin e quindi sono in coda al gruppo. Il campione del mondo è stato particolarmente scrupoloso nel suo lavoro, mettendo insieme la bellezza fi 24 giri.

Marc Marquez invece è 12esimo ed è stato quello che probabilmente ha lavorato maggiormente con le intermedie, riuscendo a portare la sua Honda in vetta alla classifica non appena è stato possibile calzarle. Lo spagnolo, così come il compagno di squadra, oggi ha lavorato con il motore "Evo" che aveva esordito a Sepang, cercando di renderlo più docile.

Poco lavoro anche in casa Ducati, con Andrea Iannone che ha messo insieme appena 9 tornate, chiudendo in decima posizione, ed Andrea Dovizioso che addirittura non ha siglato neppure un riferimento cronometrico. Da segnalare, infine, il ritorno in pista di Jack Miller: non essendo al 100% dopo la frattura di tibia e perone operata da appena qualche settimana, l'australiano della Marc VDS si è limitato a completare 6 giri per valutare le sue condizioni.

PosPilotaTeamTempo
DistaccoGiri
1  Danilo Petrucci Octo Pramac Yakhnich 1:31.764   12
2  Maverick Vinales Team SUZUKI ECSTAR 1:32.483 0.719 20
3  Bradley Smith Monster Yamaha Tech 3 1:32.590 0.826 27
4  Scott Redding Octo Pramac Yakhnich 1:32.864 1.100 41
5  Cal Crutchlow LCR Honda 1:32.948 1.184 21
6  Valentino Rossi Movistar Yamaha MotoGP 1:33.088 1.324 27
7  Pol Espargaro Monster Yamaha Tech 3 1:33.126 1.362 20
8  Yonny Hernandez Aspar MotoGP Team 1:33.841 2.077 6
9  Jack Miller Marc VDS Racing Team 1:33.992 2.228 6
10  Andrea Iannone Ducati Team 1:34.049 2.285 9
11  Tito Rabat EG 0.0 Marc VDS 1:35.273 3.509 29
12  Marc Marquez Repsol Honda Team 1:35.354 3.590 20
13  Aleix Espargaro Team SUZUKI ECSTAR 1:35.584 3.820 2
14  Eugene Laverty Aspar MotoGP Team 1:35.679 3.915 10
15  Takuya Tsuda Suzuki Test Team 1:36.166 4.402 6
16  Jorge Lorenzo Movistar Yamaha MotoGP 1:39.825 8.061 24
17  Dani Pedrosa Repsol Honda Team 1:40.138 8.374 15
18  Andrea Dovizioso Ducati Team no time    
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Phillip Island, test di febbraio
Sub-evento Mercoledì
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Bradley Smith , Danilo Petrucci , Maverick Viñales
Team Pramac Racing , Team Suzuki MotoGP , Tech 3
Articolo di tipo Test