Test MotoGP Valencia, Giorno 2, Ore 14: Marquez rifila 0"7 alle Ducati, Lorenzo 15esimo

condivisioni
commenti
Test MotoGP Valencia, Giorno 2, Ore 14: Marquez rifila 0
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
21 nov 2018, 13:21

Il campione del mondo della Honda detta il ritmo in una giornata iniziata ancora in ritardo a causa della pista umida e precede Dovizioso e Petrucci. Vinales è quarto, mentre Rossi per ora è solo decimo. Lorenzo è 15esimo a 1"5. Cadono Zarco e Iannone.

Anche oggi la pista umida ha fatto da protagonista nel primo paio d'ore a disposizione per la seconda giornata dei test collettivi di MotoGP sul tracciato di Valencia. Con le nuvole sopra al Circuito Ricardo Tormo e la pioggia caduta nella serata di ieri, c'è voluto tempo prima che l'asfalto asciugasse, quindi i primi piloti hanno iniziato a prendere la via della pista dopo le ore 12.

Allo scoccare delle ore 14, quindi a tre ore dalla bandiera a scacchi, davanti a tutti c'è Marc Marquez, quasi a voler confermare che lui e la Honda sono ancora il pacchetto da battere. Il campione del mondo ha girato solamente con la moto nera, quindi con una di quelle in specifica 2019 e con il suo 1'31"019 è sceso sotto il record in gara della pista.

Ma non è tanto questo ad impressionare, quanto il distacco che il pilota di Cervera è riuscito a rifilare alla concorrenza. Al momento i suoi diretti inseguitori sono i ducatisti Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, che però viaggiano con un ritardo di oltre sette decimi nei confronti di Marc.

Proprio poco prima delle 14, ha dato una bella scalata alla classifica Maverick Vinales, ora quarto dopo essere stato il più veloce ieri con la sua Yamaha. Il compagno Valentino Rossi invece per il momento occupa la decima posizione, anche se è appena un paio di decimi più lento. Nel pomeriggio poi dovrebbero entrambi provare la seconda specifica di motore portata a questi test dalla Casa di Iwata.

A completare la top 5 c'è Jack Miller, che già ieri si era detto entusiasta della sua nuova Ducati (quest'anno è lui il terzo pilota ufficiale della Casa di Borgo Panigale in seno alla Ducati Pramac) e oggi ha girato su tempi praticamente identici a quelli dei due piloti del Factory Team.

In sesta posizione troviamo invece la Suzuki di Alex Rins, che precede di pochi millesimi l'Aprilia di Aleix Espargaro, che ha il compito di provare le ultime evoluzioni introdotte dalla Casa di Noale. L'ultimo ad essere sceso sotto all'1'32" è invece Franco Morbidelli, che anche oggi sta confermando il suo ottimo adattamento alla Yamaha del Team Petronas.

Il primo al di sopra di questa soglia è invece Pol Espargaro con la KTM, autore del nono tempo. E' interessante notare comunque che tutti i sei marchi presenti in griglia sono riusciti ad inserirsi nelle prime nove posizioni in questa mattinata dunque.

Bello anche il duello tra rookie che ha per protagonisti Joan Mir e Pecco Bagnaia, rimasti fuori dalla top 10 per un soffio. Per il momento la sta spuntando lo spagnolo della Suzuki, anche se con il suo 1'32"203 è stato appena 84 millesimi più veloce rispetto alla Ducati Pramac del campione del mondo della Moto2.

Continuano a faticare invece i piloti che hanno cambiato casacca. Il più veloce al momento è Jorge Lorenzo, 15esimo, che al secondo giorno con la Honda rimane comunque distanziato di circa 1"5 dalla RC213V gemella di Marquez, anche se va detto che pure oggi per il momento ha chiuso solo 18 giri e che il suo polso sinistro non è ancora al top.

Nella sua scia c'è la KTM di Johann Zarco, con il francese che è anche incappato in una scivolata ad alta velocità, ma senza conseguenze, alla curva 1. Discorso simile per Andrea Iannone, 17esimo a 1"8 con l'Aprilia e finito ruote all'aria alla curva 6. Anche per il pilota di Vasto sono appena 14 i giri all'attivo.

Per completare l'elenco delle cadute bisogna aggiungere poi quella del collaudatore Ducati Michele Pirro, attualmente 14esimo, che invece è scivolato alla curva 2.

 
Prossimo Articolo
Tito Rabat eroico: cammina ancora con le stampelle, ma è tornato sulla sua Ducati a Valencia

Articolo precedente

Tito Rabat eroico: cammina ancora con le stampelle, ma è tornato sulla sua Ducati a Valencia

Prossimo Articolo

MotoGP, Test Valencia, Giorno 2: Vinales ancora al top, poi Dovi e Marquez. Lorenzo 12esimo

MotoGP, Test Valencia, Giorno 2: Vinales ancora al top, poi Dovi e Marquez. Lorenzo 12esimo
Carica commenti