MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Termas, Libere 2: Marquez in palla nel disastro Ducati, le Yamaha a 1"

condivisioni
commenti
Termas, Libere 2: Marquez in palla nel disastro Ducati, le Yamaha a 1"
Di:
6 apr 2018, 19:12

Il pilota della Honda si è preso i galloni di favorito, con il solo Crutchlow rimasto a 0"4 da lui. Stupisce Rabat terzo davanti a Iannone, mentre Rossi è settimo dietro a Vinales, ma a 1". Le Ducati ufficiali tutte fuori dalla Q2.

La pioggia caduta nel secondo turno di libere della Moto2 non ha impedito ai piloti della MotoGP di abbassare i propri riferimenti nella FP2 del GP d'Argentina, che ha dato qualche indicazione molto interessante su quello che può essere l'andamento del weekend di Termas de Rio Hondo.

Da una parte ci sono le Honda che sembrano aver già trovato un grande feeling con il tracciato argentino ed occupano tre delle prime cinque posizioni, capitanate da un Marc Marquez che appare già in grande spolvero.

Dall'altra c'è il vero e proprio disastro in cui sono incappate le Ducati ufficiali: nessuna delle tre Desmosedici GP in versione 2018 infatti avrebbe accesso diretto alla Q2 in questo momento, con quella del vice-campione del mondo Andrea Dovizioso che si ritrova addirittura a chiudere il gruppo con oltre 3" di ritardo.

Come detto, davanti a tutti c'è Marquez, capace di spingere la sua Honda fino ad un ottimo 1'39"395. Un tempo che è riuscito ad avvicinare, ma relativamente, solo Cal Crutchlow: il britannico della Honda LCR è sceso a sua volta sotto all'1'40", ma è comunque ad oltre quattro decimi dal campione del mondo.

La terza Honda, quella di Dani Pedrosa, è invece in quinta posizione, ma lo spagnolo paga oltre un secondo sul connazionale. Davanti a lui ci sono un sorprendente Tito Rabat, velocissimo con la Ducati GP17 del Team Avintia, e la Suzuki di Andrea Iannone, che si è confermato particolarmente in forma su questa pista dopo essere stato veloce anche nella FP1.

La prestazione di Rabat, come anticipato, stona assolutamente con quelle delle Rosse ufficiali: Danilo Petrucci si ritrova 13esimo a 1"4, Jorge Lorenzo 17esimo a 1"9 e Dovizioso appunto ultimo ad oltre 3". Per il forlivese però la sensazione è che ci fosse qualche problema davvero grosso sulla sua Ducati, perché nel finale è rientrato addirittura senza fare la prova di partenza.

Se la passano meglio le Yamaha, con Maverick Vinales e Valentino Rossi in sesta e settima posizione. Anche per le due M1 però non sembra essere tutto rose e fiori, perché il distacco dalla prestazione clamorosa di Marquez è comunque di 1"1. E alle loro spalle invece tutti gli altri sono piuttosto vicini. Insomma, bene, ma non benissimo.

Rispetto alla FP1 ha fatto un bel balzo in avanti Alex Rins, capace di staccare l'ottavo tempo con la seconda Suzuki. Dietro di lui completano poi la top 10 l'altra Ducati GP17 di Alvaro Bautista e l'Aprilia di Aleix Espargaro. Questi due però al momento non avrebbero accesso diretto alla Q2.

I tempi realizzati in mattinata, infatti, sono valsi a Jack Miller e Johann Zarco il nono ed il decimo tempo nella cumulativa, nonostante dopo la pausa pranzo non siano riusciti a fare meglio del 12esimo e del 14esimo tempo, con l'australiano della Ducati Pramac che è anche incappato in un'escursione fuori pista, riuscendo però a rientrare senza grossi problemi.

Abbastanza in difficoltà anche le KTM, con Bradley Smith 15esimo a 1"8 e la seconda RC16 di Pol Espargaro che si ritrova addirittura in 21esima piazza, alle spalle anche di Franco Morbidelli, accreditato della 20esima posizione con la Honda della Marc VDS, con un ritardo di ben 2"4 dal miglior tempo di Marquez.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 93 spain Marc Márquez Alenta Honda 16 1'39.395     174.069 325
2 35 united_kingdom Cal Crutchlow Honda 14 1'39.799 0.404 0.404 173.364 325
3 53 spain Tito Rabat Ducati 18 1'40.346 0.951 0.547 172.419 324
4 29 italy Andrea Iannone Suzuki 17 1'40.455 1.060 0.109 172.232 316
5 26 spain Daniel Pedrosa Honda 14 1'40.494 1.099 0.039 172.165 319
6 25 spain Maverick Viñales Yamaha 18 1'40.510 1.115 0.016 172.138 320
7 46 italy Valentino Rossi Yamaha 14 1'40.577 1.182 0.067 172.023 317
8 42 spain Alex Rins Suzuki 14 1'40.592 1.197 0.015 171.997 318
9 19 spain Alvaro Bautista Ducati 16 1'40.766 1.371 0.174 171.700 320
10 41 spain Aleix Espargaro Aprilia 13 1'40.800 1.405 0.034 171.642 314
11 45 united_kingdom Scott Redding Aprilia 13 1'40.839 1.444 0.039 171.576 314
12 43 australia Jack Miller Ducati 14 1'40.842 1.447 0.003 171.571 316
13 9 italy Danilo Petrucci Ducati 15 1'40.863 1.468 0.021 171.535 327
14 5 france Johann Zarco Yamaha 18 1'40.974 1.579 0.111 171.347 319
15 38 united_kingdom Bradley Smith KTM 17 1'41.198 1.803 0.224 170.967 318
16 55 malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 14 1'41.257 1.862 0.059 170.868 315
17 99 spain Jorge Lorenzo Ducati 18 1'41.334 1.939 0.077 170.738 323
18 30 japan Takaaki Nakagami Honda 17 1'41.357 1.962 0.023 170.699 314
19 17 czech_republic Karel Abraham Ducati 18 1'41.784 2.389 0.427 169.983 322
20 21 italy Franco Morbidelli Honda 19 1'41.832 2.437 0.048 169.903 313
21 44 spain Pol Espargaro KTM 15 1'41.867 2.472 0.035 169.844 320
22 12 switzerland Thomas Lüthi Honda 18 1'41.898 2.503 0.031 169.793 314
23 10 belgium Xavier Simeon Ducati 13 1'42.242 2.847 0.344 169.222 320
24 4 italy Andrea Dovizioso Ducati 13 1'42.973 3.578 0.731 168.020 319

 

Prossimo Articolo
Lorenzo: "Dovi ha tentato di indebolirmi il morale per tutta la carriera"

Articolo precedente

Lorenzo: "Dovi ha tentato di indebolirmi il morale per tutta la carriera"

Prossimo Articolo

Fotogallery: le prove libere di Termas de Rio Hondo della MotoGP

Fotogallery: le prove libere di Termas de Rio Hondo della MotoGP
Carica commenti