MotoGP
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
FP1 in
03 Ore
:
01 Minuti
:
08 Secondi
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
7 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
14 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
28 giorni

Taramasso: "Michelin lavora con Dorna e team per un test extra"

condivisioni
commenti
Taramasso: "Michelin lavora con Dorna e team per un test extra"
Di:
12 set 2019, 07:28

L'azienda francese vorrebbe mettere alla prova la nuova gomma posteriore su una pista più "esigente" e si stanno valutando le possibili soluzioni. La nuova anteriore invece piace ai piloti, ma arriverà solo nel 2021.

Dopo un paio di settimane di stop, la MotoGP è pronta a riaccendere i motori a Misano per il suo 13esimo appuntamento stagionale, il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli, però, ci sono già stati due giorni di test collettivi a fine agosto, quindi team e piloti arriveranno già con una buona base di partenza su cui lavorare. Stesso discorso che vale anche per i tecnici della Michelin, che hanno già avuto delle risposte sul grip offerto dall’asfalto dopo i lavori di microbigliatura ed hanno potuto confermare l’allocazione per il weekend di gara.

"Siamo reduci dai test di Misano, dove abbiamo provato l'allocazione che avremo nella gara di questo fine settimana per permettere alle squadre di lavorare sulle moto e valutare le nuove soluzioni tecniche. I test hanno già delle idee su quale gomma scegliere per la gara se le condizioni saranno simili questo weekend" ha detto a Motorsport.com il responsabile dell’azienda francese, Piero Taramasso.

C’era anche qualche novità da provare nei test di fine agosto?
"Abbiamo approfittato di questi due giorni di test per portare anche delle novità. Abbiamo proposto ai team una nuova gomma anteriore, che non avevamo mai provato in precedenza. La mescola era media, ma la novità più importante era la struttura del pneumatico, che deve dare più feeling in inserimento di curva ed un po' più di grip sull'angolo di piega".

Come sono stati i feedback dei piloti?
"Tutti i piloti che l'hanno provata ci hanno detto che gli è piaciuta ed hanno confermato che permette di frenare più forte e più tardi, tenendo il freno per più tempo anche quando sei a centro curva. E' positivo per noi, perché tutti hanno trovato questi vantaggi e quindi continueremo a provarla anche su altri circuiti. Sfortunatamente è troppo tardi per introdurla nel 2020, quindi non sarà pronta per la prossima stagione, ma arriverà nel 2021".

Nell’allocazione per il test c’era anche la nuova gomma posteriore pensata per il 2020...
"L'abbiamo provata a Barcellona e a Brno con esito positivo e l'abbiamo riprovata anche in questi due giorni di test a Misano. Ancora una volta tutti ci hanno dato dei riscontri positivi e quindi questa gomma probabilmente sarà disponibile a partire dall'anno prossimo. Dico probabilmente perché vogliamo ancora provarla su altri circuiti che siano un po' più esigenti. Stiamo lavorando con i team e con la Dorna per trovare delle date e dei circuiti un po' più esigenti per metterle un po' più sotto stress. Sarebbero test da fare con i collaudatori o eventualmente con i team ufficiali, stiamo valutando le due soluzioni, ma nel caso sarà a fine stagione".

Inoltre i piloti hanno potuto usare una gomma extra soft, che vi serviva per comprendere meglio il grip della pista...
"Questa nuova mescola extra soft non è una di quelle che utilizziamo nei weekend di gara, perché è troppo morbida, però serve a noi per ricalibrare i nostri livelli di rigidità per le gomme. Ci è servita perché all'asfalto di Misano è stato fatto un trattamento che si chiama microbigliatura: praticamente passa un macchinario che proietta delle biglie di metallo al suolo, che poi vengono aspirate o raccolte con una calamita. Questo trattamento diminuisce la macrorugosità ed aumenta la microrugosità dell'asfalto, quindi in generale dovrebbe aumentare il grip del circuito, ma in un primo momento se ne sente meno, perché questo trattamento pulisce la pista e leva tutta la gommatura. Il grip in questo momento quindi è più basso ed è per compensare questa cosa che abbiamo portato la extra soft".

Pensi che questo fine settimana i piloti troveranno una situazione migliore rispetto ai test?
"Onestamente, non penso che la situazione sarà migliore, perché prima di un Gran Premio non si può più girare. Per risolvere questa situazione ci vorrebbero dei track day almeno, con delle macchine o delle moto che girano, ma da quello che so io, dal 2 settembre non ha più girato nessuno. Per questo credo che il grip della pista sarà uguale ai test, non sarà migliorato. Ma la situazione migliorerà nel corso del weekend".

Per la gara, in ogni caso, avete confermato l’allocazione già prevista?
"Devo dire comunque che nei test si sono comportate bene anche le gomme che abbiamo in allocazione per la gara, quindi le abbiamo confermate e non ci aspettiamo particolari sorprese. Si tratta delle stesse mescole che abbiamo utilizzato l'anno scorso, sia all'anteriore che al posteriore, perché erano andate bene e ci avevano permesso di fare anche un paio di record, quindi le abbiamo confermate. Sappiamo che dobbiamo solo tenere d'occhio la temperatura della gomma anteriore, che è quella che viene sollecitata di più a Misano".

Questo fine settimana poi torna in pista la MotoE, che farà due gare...
"Sarà sicuramente un weekend impegnativo per noi, perché sarà in pista anche la MotoE, che farà due gare. Per loro abbiamo riproposto le specifiche del Sachsenring, che sono l'anteriore media e la posteriore soft".

Ci puoi dire qualcosa anche sulla gara andata in archivio a Silverstone?
"Per noi è stato un weekend positivo, perché abbiamo battuto tutti i record, da quello della pista a quello della distanza di gara, compreso quello del giro veloce in gara. E' stato un weekend molto caldo, forse anche troppo caldo per essere in Gran Bretagna. L'asfalto nuovo ci ha sicuramente aiutato sul fronte del grip, ma era molto scuro, quindi ha generato delle temperature molto alte che hanno generato un po' di blister sulle gomme posteriori. Se dovesse essere ancora così caldo anche l'anno prossimo, attueremo le nostre contromosse".

Prossimo Articolo
Petrucci: "Nei test ho fatto bene, arrivo a Misano pronto"

Articolo precedente

Petrucci: "Nei test ho fatto bene, arrivo a Misano pronto"

Prossimo Articolo

Bagnaia: "In MotoGP sei molto di più sulla bocca di tutti"

Bagnaia: "In MotoGP sei molto di più sulla bocca di tutti"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di San Marino
Location Misano Adriatico
Autore Matteo Nugnes