Suzuki: nei test di Sepang ha esordito una nuova carena per la GSX-RR di Rins e Mir

condivisioni
commenti
Suzuki: nei test di Sepang ha esordito una nuova carena per la GSX-RR di Rins e Mir
Di:
09 feb 2019, 09:55

Alex Rins ha fatto esordire una nuova carena della GSX-RR 2019 nei test di Sepang, che appare meno elaborata della versione precedente provata da Mir.

Se Ducati è andata all'attacco con una nuova carena ad alto carico aerodinamico facendola esordire nei test di Sepang, Suzuki non è stata da meno. Anche il team di Hamamatsu ha portato a Kuala Lumpur una nuova carena per la GSX-RR, con l'obiettivo di migliorarne le prestazioni e di seguire la strada aperta anni fa proprio dal team di Borgo Panigale, evidentemente ritenuta ideale anche per il 2019.

Suzuki ha dotato la GSX-RR di Alex Rins e di Joan Mir della nuova carena e questa è stata oggetto di prove comparative fatte nel corso dei tre giorni di prove invernali sulla pista di Sepang, una delle più adatte per capire il comportamento di un dispositivo aerodinamico che dovrà far fare un passo avanti alle moto dei due piloti spagnoli.

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / LAT Images

 

E' molto facile riconoscere la nuova configurazione aerodinamica della GSX-RR. I profili principaòli orizzontali partono ora dalla base della presa d'aria del cupolino e scendono con un dolce declivio alle estremità formando una sorta di "baffi di pesce gatto".

Le appendici verticali scendono poi in senso diagonale e vanno a raccordarsi alla carena poco sotto una presa naca, dove parte la "S" di Suzuki. L'andamento ricorda molto quello della vecchia soluzione usata da Mir e nel Mondiale 2018, ma, rispetto a quella, i profili verticali non sono più sdoppiati ma ne troviamo uno unico per parte.

Un'altra caratteristica importante della nuova carena è presentata proprio dal profilo principale superiore, che diventa un'unica grande ala. Questa sporge ben oltre la bocca del cupolino della GSX-RR per dividere meglio i flussi d'aria destinati proprio alla presa e al radiatore della moto. Nella comparazione che trovate qui sotto e poco sopra, a sinistra trovate la nuova soluzione provata a Sepang, mentre accanto la vecchia versione.

 

 

Prossimo Articolo
Vinales convinto: "Arriverò alla prima gara molto meglio dell'anno scorso"

Articolo precedente

Vinales convinto: "Arriverò alla prima gara molto meglio dell'anno scorso"

Prossimo Articolo

Morbidelli: "Felice per aver migliorato il passo, ma le Ducati a tratti erano irraggiungibili!"

Morbidelli: "Felice per aver migliorato il passo, ma le Ducati a tratti erano irraggiungibili!"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento Test di febbraio a Sepang
Sotto-evento Venerdì
Piloti Alex Rins
Team Team Suzuki MotoGP
Autore Giacomo Rauli