Suzuki, Sahara: "Non ci perderemo senza Brivio"

Il project leader della Suzuki in MotoGP, Shinichi Sahara, ha dichiarato in un'intervista che Davide Brivio non sarà sostituito: "Non cercheremo un manager esterno a questo punto, cercheremo di gestirci da soli".

Suzuki, Sahara: "Non ci perderemo senza Brivio"

Shinici Sahara, project leader della Suzuki in MotoGP, ha confermato in un'intervista pubblicata sul sito ufficiale del team che Davide Brivio non sarà sostituito da un manager esterno nella stagione 2021.

In questa conversazione, Sahara insiste sul fatto che la notizia della partenza di Brivio è stata uno shock per la Suzuki.

"E' stata una notizia shock. Apprezzo molto quello che Davide ha fatto da quando è entrato in Suzuki, arrivando all'inizio, quando il progetto era appena creato ed aiutandoci a crescere come team. Però non credo che ci perderemo senza di lui, perché guardiamo sempre alle cose nello stesso modo e siamo d'accordo sulla direzione da prendere. Abbiamo anche del personale esperto che ci aiuterà a gestire la cosa. Ho piena fiducia nella struttura della squadra e nelle altre persone che hanno contribuito a costruirla".

Sahara ha quindi mandato un messaggio a tutti i membri della squadra, rassicurandoli.

"Quando Davide ci ha dato la notizia, tutto lo staff della squadra è rimasto sorpreso, ovviamente. Ma in breve tempo ci siamo concentrati sui passi successivi per superare insieme questa situazione. Saremo più uniti che mai, perché tutti noi amiamo questo marchio, questa squadra, e daremo il 150% per andare avanti nel modo migliore".

Leggi anche:

Il giapponese è fiducioso che la Suzuki potrà continuare a perseguire i propri obiettivi.

"A mio parere, (la partenza di Brivio) non dovrebbe avere alcun effetto d'ora in poi. Lavoreremo come sappiamo, e anche più di prima, ora che abbiamo vinto il campionato. Il nostro atteggiamento non è mai cambiato: il nostro obiettivo è quello di lottare di nuovo per il titolo con Mir e Rins".

Il project leader è convinto che l'impegno dei piloti non cambierò minimamente per puntare ai loro obiettivi.

"Non influirà sulla capacità dei nostri piloti di lottare per il campionato. Siamo già campioni ed abbiamo due grandi piloti, giovani e talentuosi. Sanno come affrontare problemi o situazioni difficile, oltre a gestire la pressione in ogni momento. Da questo punto di vista non sono affatto preoccupato. Sono entrambi super professionisti e sono pronti per il campionato 2021".

Non arriverà nessuno da fuori

Come riportato da Motorsport.com, la Suzuki non cercherà un dirigente esterno per sostituire Brivio.

"Penso che possiamo gestire la situazione con le persone all'interno della Suzuki, ed è il modo migliore per noi. Sappiamo chi siamo, come lavoriamo, come interagiamo e di cosa abbiamo bisogno. Non stiamo cercando un dirigente esterno a questo punto, cercheremo di gestirci da soli".

Sahara stesso avrà una maggiore responsabilità e parte del lavoro di Brivio sarà diviso tra lo staff attuale.

"E' sempre necessario regolare tutta la struttura della squadra per ottenere il meglio da ogni membro come procedura standard, anche se Davide non se ne fosse andato. Ma penso che tutti siano abbastanza professionali e che abbiano le conoscenze per andare avanti nel miglior modo possibile", ha concluso.

condivisioni
commenti
Vertice MotoGP: il GP del Qatar può cambiare data

Articolo precedente

Vertice MotoGP: il GP del Qatar può cambiare data

Prossimo Articolo

Dall'Igna: "Mi dispiace per le critiche di Dovizioso"

Dall'Igna: "Mi dispiace per le critiche di Dovizioso"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Alex Rins , Joan Mir
Team Team Suzuki MotoGP
Autore Germán Garcia Casanova
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021