Suzuki non avrà l’holeshot ad inizio stagione

Suzuki non avrà a disposizione il dispositivo di aiuto in partenza all’inizio del Mondiale MotoGP, programmato fra due settimane a Losail.

Suzuki non avrà l’holeshot ad inizio stagione
Carica lettore audio

Suzuki assicura di essere al lavoro sull’holeshot, ma Álex Rins ammette a Motorsport.com che il dispositivo non arriverà per l’inizio della stagione.

“Inizialmente doveva essere pronto per i test di Losail – afferma lo spagnolo – ma ora sappiamo di non poterlo usare nemmeno per il primo Gran Premio della stagione. Gli ingegneri ci stanno lavorando, anche se ancora non sappiamo quando potremo provarlo”.

Queste le parole di Rins, il pilota che alla fine della scorsa stagione ha portato l’attenzione sulle manovre che Ducati stava facendo, affermando di aver visto Jack Miller abbassare l’altezza del posteriore della sua moto in uno dei rettilinei di Sepang.

Il team di Borgo Panigale è un passo avanti a tutti in questo senso, perché sfrutta questo meccanismo non solo in partenza, ma prova a renderlo efficace anche durante la gara. Ogni costruttore però ha il suo ritmo e ci sono diversi livelli di evoluzione.

Cinque delle sei Yamaha del 2020, le due di Valentino Rossi e Maverick Viñales ed una delle due di Fabio Quartararo, già montano l’adattamento fatto per questo dispositivo. Rossi a Losail ha affermato: “Continuiamo ad affinarlo, perché le partenze sono diventate una parte fondamentale delle gare e qualsiasi aiuto può fare la differenza”.

Honda, sempre fedele al proprio ermetismo, gioca al depistaggio tramite Marc Márquez, che ha provato ad essere il più ambiguo possibile quando gli è stata fatta la domanda: “Quando qualche team trova delle novità, gli altri esplorano le proprie possibilità. Per esempio, questo sistema di partenza già lo usa Yamaha e noi lo stiamo provando, anche se al momento non lavora come vorremmo”.

Nelle prove di partenza svolte alla fine della giornata infatti, si è notato in maniera evidente come lavorano le varianti di Ducati, Yamaha e di Aprilia, mentre il campione del mondo in carica non ha fatto nessuna simulazione di partenza davanti ai presenti. Questa è una circostanza che potrebbe implicare il fatto che qualcosa abbia provato senza però voler essere visto. 

Già dallo scorso anno, Aprilia utilizza il proprio, che blocca il forcellone anteriore. KTM sa che prima o poi lo metterà a disposizione dei propri piloti. Pol Espargaro afferma: “È stata pioniera ad introdurre questo sistema anni fa nel motocross. La verità è che in MotoGP le nostre partenze sono sempre state buone e fino ad ora non ne abbiamo avuto bisogno. Ma vedendo che tutti cominciano ad utilizzarlo, sicuramente lo copieremo dal motocross e lo applicheremo il prima possibile”.

↓ Le soluzioni tecniche viste in questi test invernali ↓

Honda: nuevas aletas
Honda: nuevas aletas
1/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Yamaha: apéndices extraíbles en el carenado a la altura del manillar
Yamaha: apéndices extraíbles en el carenado a la altura del manillar
2/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Yamaha: holeshot
Yamaha: holeshot
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Controlador de altura de la suspensión de
Yamaha: cubrellantas delantero con tomas de aire
Yamaha: cubrellantas delantero con tomas de aire
4/10

Foto di: Yamaha Motor Racing

Ducati: cubrellantas delantero y trasero
Ducati: cubrellantas delantero y trasero
5/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Suzuki: nuevas aletas
Suzuki: nuevas aletas
6/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

KTM: toma de aire y nuevas aletas
KTM: toma de aire y nuevas aletas
7/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

KTM: carenado dentado
KTM: carenado dentado
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aprilia: alerón delantero
Aprilia: alerón delantero
9/10

Foto di: Motogp.com

Aprilia: cubrellanta integrado con el guardabarros
Aprilia: cubrellanta integrado con el guardabarros
10/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Report Test MotoGP: Yamaha favorita, ma perché Rossi fatica?
Articolo precedente

Report Test MotoGP: Yamaha favorita, ma perché Rossi fatica?

Prossimo Articolo

Marc Marquez: "Alex deve guadagnarsi il rinnovo in Honda"

Marc Marquez: "Alex deve guadagnarsi il rinnovo in Honda"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021