Suzuki rinnova l'impegno in MotoGP fino al 2026

Suzuki diventa il sesto e ultimo costruttore a firmare il contratto di permanenza in MotoGP per i prossimi cinque anni, fino alla fine del 2026.

Suzuki rinnova l'impegno in MotoGP fino al 2026

Il costruttore Suzuki, campione del mondo piloti nel 2020, ha annunciato oggi la firma del contratto con Dorna Sports, promoter del mondiale MotoGP, per continuare a gareggiare nel campionato dei prototipi per le prossime cinque stagioni. Dopo l’annuncio di Honda, Yamaha, Ducati, KTM e Aprilia, ora Suzuki chiude il gruppo di costruttori che competono nella classe regina per il periodo 2022-2026. Questo fa sì che il mondiale manterrà i costruttori attuali, oltre ai team Gresini, Pramac, LCR e Tech 3, in attesa di sapere quale struttura se ne farà carico, oltre ai posti occupati al momento da Avintia.

“Come Suzuki Motor Corporation siamo orgogliosi di continuare a correre nel Mondiale MotoGP, dato che tutti condividiamo la grande ambizione di confrontarci nella principale competizione di motociclismo del mondo. Abbiamo iniziato questo nuovo viaggio nel 2015 e in soli sei anni abbiamo vinto il titolo mondiale piloti, insieme al titolo dei team. Ancora abbiamo fame di successo. Per questi motivi, abbiamo esteso il nostro accordo con Dorna, con la speranza e l’impegno di continuare con lo sviluppo degli aspetti tecnici, di competizione e di azienda”, ha affermato Shinichi Sahara, leader del progetto e direttore del team.

Da parte sua, Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, si è detto soddisfatto dell’accordo raggiunto: “Siamo molto contenti del rinnovo dell’accordo con Suzuki, una fabbrica con cui lavoriamo da anni nel mondiale e con cui abbiamo una grande cooperazione. Il suo rientro in MotoGP nel 2015 si è dimostrato subito un successo e si è confermato con la vittoria del titolo mondiale nel 2020 con Joan Mir. Siamo orgogliosi di estendere questo accordo e speriamo di continuare a fare la storia con questa marca iconica”.

Uno dei temi in sospeso che ora ha il costruttore di Hamamatsu è la creazione di una squadra satellite, che può portare più moto sulla griglia della MotoGP. Dal suo rientro nel mondiale nel 2015, Suzuki ha mantenuto una filosofia conservatrice a riguardo, con solamente due moto sullo schieramento. L’idea di ampliare arrivando a quattro moto con un team privato è in testa già da un po’ in Giappone e questa estensione dell’accordo potrebbe essere il momento adatto.

I titoli piloti con Joan Mir e dei team del 2020 hanno dato un input al costruttore giapponese, che quest’anno sfoggia la sponsorizzazione di Monster e di Estrella Galicia. Ha infatti ricevuto molte proposte di squadre private per associarsi a breve termine e chissà che decida di mettere più moto in griglia.

condivisioni
commenti
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5
Articolo precedente

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Prossimo Articolo

Zarco: la caduta provocata da un problema al cambio

Zarco: la caduta provocata da un problema al cambio
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021