Stoner: "Vie di fuga in asfalto: la cosa peggiore della MotoGP"

Il due volte campione del mondo di MotoGP, Casey Stoner, ritiene che l'avvento delle vie di fuga in asfalto sia "la cosa peggiore che sia successa al motociclismo".

Stoner: "Vie di fuga in asfalto: la cosa peggiore della MotoGP"

Nel tentativo di migliorare la sicurezza nel motorsport, la maggior parte dei circuiti ha sostituito l'erba e la ghiaia con delle vie di fuga in asfalto nell'ultimo decennio.

Nel 2021, la MotoGP ha implementato dei sensori sulle parti dipinte di verde subito oltre il cordolo per sorvegliare i track limits, con i piloti che in gara sono autorizzati a superarli solamente quattro volte prima di ricevere una penalità.

Quando gli è stato domandato come pensa che possa essere migliorata la sicurezza nelle categorie minori, dopo che nel 2021 ci sono stati tre incidenti mortali, Stoner ha detto che il problema è stato il modo in cui sono state applicate le regole.

Leggi anche:

L'australiano però ritiene che a peggiorare gli standard di guida sia il fatto che i piloti non hanno più paura nei duelli, perché sanno che tanto oltre i confini della pista le vie di fuga sono in asfalto.

"Penso che ci debba essere più supporto da parte della direzione gara", ha detto Stoner. "Penso che ci debba essere un po' più di chiarezza o decisioni definitive, perché questi problemi non c'erano stati per tanti anni".

"E ora c'è tutto questo margine di manovra, la pista non ha più un confine. Si sposta sempre più in là ed è delimitato da un po' di vernice verde".

"Penso che non aiuti. I piloti non hanno più paura perché la pista non ha un bordo, mentre prima, quando c'era l'erba, tutti dovevano controllarsi di più".

"Ora è come: 'ehi, non importa se finisco fuori dalla pista, perché c'è molto asfalto'. Quindi penso che tutti debbano imparare ed avere un po' più di rispetto reciproco".

Casey Stoner

Casey Stoner

Photo by: Dorna

"Non penso che sia un problema legato solo ai giovani. Ci sono anche tanti piloti più maturi e più esperti che fanno ancora cose simili. Penso che tutto derivi dalle penalità che forse non sono abbastanza dure o abbastanza chiare".

"Ma per me la cosa peggiore che sia successa alle corse sono le via di fuga in asfalto. Non c'è più un limite chiaro della pista, quindi è molto difficile contenere tutti al suo interno".

Stoner si è ritirato dalla MotoGP al termine della stagione 2012 e ha guidato per l'ultima volta una MotoGP nel 2018, nel suo ultimo anno da collaudatore Ducati.

condivisioni
commenti
MotoGP | Dall'Igna: "La Ducati non fa più paura ai piloti"
Articolo precedente

MotoGP | Dall'Igna: "La Ducati non fa più paura ai piloti"

Prossimo Articolo

Di Giannantonio: appello sui social per ritrovare tre moto rubate

Di Giannantonio: appello sui social per ritrovare tre moto rubate
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021