SRT conferma l'addio di Petronas alla MotoGP

Il Sepang Racing Team (SRT) ha confermato sabato mattina presto la separazione da Petronas nel campionato del mondo MotoGP, così come la chiusura delle sue due strutture Moto2 e Moto3, in vista della prossima stagione.

SRT conferma l'addio di Petronas alla MotoGP

La notizia, riportata per la prima volta da Motorsport.com giovedì, rappresenta un addio importante per la compagnia petrolifera malese, solo tre anni dopo che è sbarcata nella classe regina, dichiarando di essere entrata in MotoGP con grandi ambizioni.

Infatti, l'obiettivo principale del team MotoGP, che ha debuttato nel 2019 con Fabio Quartararo e Franco Morbidelli, era quello di diventare il migliore tra gli indipendenti. Oltre alle sei vittorie ottenute fino ad oggi, il traguardo più notevole è il secondo posto ottenuto da Morbidelli nel Mondiale 2020.

Stando a quanto ha appreso Motorsport.com, la decisione di Petronas è arrivata in risposta a un recente cambiamento importante nel top management della società. È chiaro che la nuova gestione preferisce concentrare le sue risorse in un'altra direzione.

Mentre i membri dei team di Moto2 e Moto3 sono già alla ricerca di lavoro per la prossima stagione, il personale della squadra di MotoGP ha il posto garantito per il 2022. Tuttavia, resta da vedere come la partenza dello sponsor principale della squadra influenzerà la struttura a tutti i livelli.

Leggi anche:

Per cominciare, il legame con Yamaha, fornitore delle moto in MotoGP, è stato ridotto a un accordo minimo, con cui la SRT rinuncia alla M1 ufficiale a cui aveva diritto, per avere invece due prototipi considerati standard.

"Abbiamo iniziato questa partnership con il SIC (Sepang International Circuit) per mostrare le nostre capacità di R&S e siamo orgogliosi che Petronas sia stata determinante nel posizionare la squadra come un contendente al titolo. Insieme, abbiamo avuto alcuni grandi momenti, confermando che abbiamo raggiunto ciò che ci eravamo prefissati. Riteniamo quindi che sia il momento giusto per concludere questa partnership", ha spiegato il portavoce di Petronas nel comunicato dell'annuncio.

Uno dei problemi che ha portato a questo effetto a catena è stata la difficoltà dei dirigenti SRT a finalizzare una formazione di piloti convincente, una volta confermato il ritiro di Valentino Rossi e la promozione di Franco Morbidelli nel box del team ufficiale Yamaha. In cima alla lista ora c'è Darryn Binder, che se confermato farebbe il salto direttamente dalla Moto3, proprio come ha già fatto Jack Miller qualche anno fa.

condivisioni
commenti
Fotogallery MotoGP: le prove libere del GP d'Austria
Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: le prove libere del GP d'Austria

Prossimo Articolo

MotoGP, Austria, Libere 3: zampata Ducati con Bagnaia

MotoGP, Austria, Libere 3: zampata Ducati con Bagnaia
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021