Simulazione MotoGP: Assen esame di laurea per la ciclistica

Il tracciato olandese, considerato l’università delle moto, è particolarmente tortuoso, insidioso e tecnico. A soffrire è soprattutto la spalla destra delle gomme a causa delle numerose curve in quella direzione. Per questo la versione asimmetrica è la preferita. Dai dati Megaride emerge che...

Simulazione MotoGP: Assen esame di laurea per la ciclistica

Siete anche voi pronti per l’università? Piloti e tecnici del MotoGP queta settimana si stanno preparando proprio a questo: affrontare il tracciato di Assen, particolarmente insidioso e tecnico, considerato l’università delle due ruote come Spa lo è per la Formula 1.

Si obietterà che questo era vero di sicuro fino al 2005 quando, tra le proteste dei piloti e dei tifosi, il layout fu modificato nei tratti più iconici e spettacolari per ragioni di sicurezza. Da allora, le cose si sono fatte un po’ più semplici e parecchio meno pericolose, ma iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro del circuito olandese resta una pietra miliare per la carriera di qualunque pilota.

La pista di Assen è lunga poco più di 4.5 km con 18 curve di cui 6 a sinistra e 12 a destra ed è nota per la sua tortuosità con numerosi cambi di direzione che impegnano notevolmente la ciclistica della moto.

La chiave per eccellere in questa prova è, infatti, sicuramente una moto con una ciclistica ottimizzata e in grado di rispondere ai frequenti cambi di direzione, ma contano anche la concentrazione del pilota e la gestione delle gomme, un po’ meno quella dei freni.

Vi è, infatti, una grande varietà di curve lente e veloci, che però non risultano particolarmente sfidanti per il sistema frenante.

I rettilinei sono praticamente inesistenti, il più lungo dei quali non supera i 500 metri: per tale ragione è un circuito che Brembo classifica con indice 3, su una scala da 1 a 5, in termini di impegno per i freni.

Solo una delle 10 frenate è molto impegnativa, quella della Haarbocht, curva 1: è una staccata in discesa con una severa decelerazione di circa 170 km/h.

Determinante, invece, il ruolo delle gomme, spesso scelte in versione asimmetrica da Michelin. Le gomme, infatti, dovranno garantire ottimi livelli di grip al posteriore per consentire alla moto di affrontare la grossa varietà di curve, specie quelle veloci e i frequenti cambi di direzione.

Come si vede dai grafici elaborati dagli ingegneri di Megaride, sono gli incrementi termici ad essere particolarmente insidiosi. In curva 1 si assiste a un'impennata e a un progressivo raffreddamento nella parte centrale, mentre nella sequenza fino alla 4, tutta con curve a destra, si ha un progressivo affaticamento della corrispondente spalla della gomma.

Curva 5 è la prima a sinistra e va affrontata con cautela per via delle temperature non ottimali in quella zona dello pneumatico, molto fredda per via del poco impegno nelle curve immediatamente precedenti.

Per questo è meglio preferire una configurazione asimmetrica con gomme con spalla destra rinforzata in modo da affrontare le maggiori sollecitazioni in quella zona.

Non spaventa particolarmente il meteo perché si sa che nel Nord dell’Olanda ci si può aspettare di tutto in ogni momento. Squadre e piloti vi sono preparati: un’università che si rispetti contempla, infatti, anche imprevisti e stress test.

condivisioni
commenti
Aleix Espargaro: “Aprilia non è ancora pronta per il podio”
Articolo precedente

Aleix Espargaro: “Aprilia non è ancora pronta per il podio”

Prossimo Articolo

Morbidelli salta Assen per un infortunio al ginocchio

Morbidelli salta Assen per un infortunio al ginocchio
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021