Simulazione MotoGP: a Barcellona si stressa la gomma

I tecnici di MegaRide hanno analizzato attraverso il modello termico thermoRIDE quali sono i punti critici della pista di Barcellona per gli pneumatici Michelin. Alla curva 1 si registra una variazione di velocità di 230 km/h in una staccata che è di 236 metri: lo stress termico è tale che c'è un incremento della temperatura di 80°C.

Simulazione MotoGP: a Barcellona si stressa la gomma
Carica lettore audio

La MotoGP non si ferma e completa il trittico di GP che segue alle due gare di Misano con l’appuntamento di Barcellona dove si disputerà il Gran Premio della Catalunya sul tracciato di Montmelò.

Si tratta di una pista di 4.655 metri molto tecnica che associa tratti molto veloci a parti guidate che rendono il setup ideale difficile da trovare perché frutto di un compromesso. Il rettilineo principale lungo più di 1 km rende la curva 1 molto impegnativa per gli impianti frenanti regalando una delle staccate più difficili del mondiale, proprio come la curva 10.

I tecnici Brembo hanno classificato Barcellona come uno dei tracciati più impegnativi per i freni. Alla curva 1 i piloti arrivano a una velocità di circa 310 km/h e dopo una staccata di 236 metri registrano una variazione di velocità di circa 230 km/h, mentre alla curva 10 la violenta decelerazione è di poco inferiore ai 200 km/h.

Gli ingegneri di MegaRide hanno rilevato nella loro simulazione che prima di curva 1 e curva 10, dove avvengono la maggior parte dei sorpassi in MotoGP, si registra uno sbalzo termico di circa 80°C sugli pneumatici dimostrando il grosso impegno richiesto alle gomme oltre che ai freni.

Barcellona, infatti, è molto impegnativa per gli pneumatici: i tecnici di MegaRide, sfruttando il loro modello termico, thermoRIDE, hanno riscontrato uno stress termico longitudinale molto simile a quello registrato sulle gomme al Red Bull Ring, altro impianto caratterizzato da brusche frenate.

Ma a differenza di Spielberg, in Spagna c’è anche uno stress termico che si sviluppa in direzione laterale per la sequenza di curve che caratterizzano il tracciato catalano per il grande potere d’attrito laterale che emerge quando la moto è in piega.

Nel grafico MegaRide si osservano le variazioni delle temperature delle gomme alla curva 3 e il confronto fra curva 1 e 10

Nel grafico MegaRide si osservano le variazioni delle temperature delle gomme alla curva 3 e il confronto fra curva 1 e 10

Photo by: MegaRide

La pista, quindi, è piuttosto severa per le gomme: nel grafico che ci hanno fornito i tecnici di MegaRide emerge che le temperature, sia anteriori sia posteriori, sono molto elevate per buona parte del giro di pista, fatta esclusione per il rettilineo del traguardo, dove le coperture tendono a raffreddarsi.

Particolare attenzione la Michelin l’ha riservata per alcune curve a destra, come la 3 che è veloce e molto lunga: questa piega sollecita particolarmente la spalla destra dello pneumatico, costringendo il fornitore francese a riservare una gamma di posteriori tutte asimmetriche.

La curva 3, dove la moto è tanto in piega che in accelerazione, è stata oggetto di analisi con il modello fisico thermoRIDE: nell’osservazione del grafico si nota un forte incremento termico sulle spalla destra di entrambi gli pneumatici con picchi che superano i 40°C.

E’ interessante rilevare che l’incremento termico nella fase di inserimento di questa curva tenda a far scaldare prima l’anteriore rispetto al posteriore, comportando una significativa variazione nella cosiddetta “rigidezza di deriva” dello pneumatico, fortemente influenzata dalla temperatura.

Questo fenomeno causa una progressiva modifica nel bilanciamento del grip fra gomma anteriore e posteriore nella lunga percorrenza della curva che i piloti devono saper interpretare e gestire.

La gara catalana era in calendario a giugno, ma per effetto del COVID-19 è stata posticipata a settembre. E’ curioso annotare che i tecnici Michelin abbiano proposto lo stesso tipo di mescole che erano previste a giugno. Segno che non ci si dovrebbe aspettare delle grandi differenze in termini di degrado e di evoluzione della pressione, ma, viste le temperature degli ultimi giorni, più fresche rispetto al giugno catalano, potrebbero riservare delle sorprese.

Ecco il confronto fra le piste di Barcellona e Red Bull Ring secondo i dati di simulazione MegaRide

Ecco il confronto fra le piste di Barcellona e Red Bull Ring secondo i dati di simulazione MegaRide

Photo by: MegaRide

condivisioni
commenti
Márquez stuzzica: “Mi aspettavo di più da Quartararo”
Articolo precedente

Márquez stuzzica: “Mi aspettavo di più da Quartararo”

Prossimo Articolo

Crutchlow, sfortuna senza fine: caviglia ko nel paddock!

Crutchlow, sfortuna senza fine: caviglia ko nel paddock!
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021