Silverstone non ha scusanti per la cancellazione della gara della MotoGP

condivisioni
commenti
Silverstone non ha scusanti per la cancellazione della gara della MotoGP
28 ago 2018, 14:14

La sfortunata gara annullata a Silverstone deve essere utilizzata come esempio per evitare che la MotoGP debba affrontare altre situazioni simili in futuro.

La maggior parte degli appassionati può essere d'accordo sul fatto che il rinvio del Gran Premio del Qatar del 2009, dovuto all'arrivo della pioggia nel deserto, sia stato ragionevole, considerate le condizioni molto insolite che si sono verificate nella domenica di Losail.

Tuttavia, il fatto che a Silverstone sia stata la pioggia il problema principale che ha portato all'annullamento del GP sembra essere davvero una barzelletta.

Tito Rabat ha avuto la peggio, perché è ancora in ospedale a Coventry in seguito ad un'operazione a cui è stato sottoposto dopo essere stato travolto dalla Honda di Franco Morbidelli nella via di fuga della Stowe. Ma in realtà, ci hanno rimesso tutte le persone coinvolte nel Mondiale.

Innanzitutto, è chiaro che i lavori svolti all'inizio dell'anno non si sono rivelati sufficienti. Questo è un qualcosa di cui i piloti di Formula 1 si erano lamentati un paio di mesi fa. Lewis Hamilton ha persino sostenuto pubblicamente i suoi colleghi della MotoGP, parlando in particolare dei numerosi dossi, addirittura peggiorati con la riasfaltatura.

"Se le persone che hanno riasfaltato la pista sono state pagate, devono pensare al lavoro che hanno fatto" ha detto Marc Marquez dopo la prima giornata di prove. E lo spagnolo normalmente non è un pilota che si lamenta.

Un capotecnico di un importante team di Moto2 ha aggiunto: "Dopo aver controllato i dati della prima sessione, ho pensato che le sospensioni fossero danneggiata per quanto era tremendo l'effetto dei dossi".

"In effetti, ho persino confrontato i dati con quelle della moto del compagno di squadra per verificare che fosse tutto a posto".

L'azienda incaricata di riasfaltare il tracciato è la Aggregate Industries, che al momento non ha rilasciato commenti sui recenti eventi.

Nonostante la promessa di rimborsare i fan, i fatti parlano da soli. E la prova più evidente è che qualcuno avrebbe dovuto aspettarsi delle condizioni di questo tipo in Gran Bretagna, specialmente a Silverstone, che ha ospitato molte gare sul bagnato nella sua lunga storia.

Andrea Dovizioso, uno dei piloti più intelligenti della griglia della MotoGP, è uno di quelli che vale la pena ascoltare in questo senso".

"Il problema è che non c'è una commissione incaricata di verificare come sono stati fatti i lavori" ha commentato il pilota della Ducati.

"Il promoter, in questo caso il circuito, ha ingaggiato un'azienda e ognuna di loro ha il proprio standard, ma è ovvio che se nessuno dei due ha previsto gli effetti della pioggia, avrebbe dovuto farlo qualcun altro".

Prossimo articolo MotoGP
Fotogallery: la pioggia ha fermato la MotoGP a Silverstone, ma non le sue grid girl

Articolo precedente

Fotogallery: la pioggia ha fermato la MotoGP a Silverstone, ma non le sue grid girl

Prossimo Articolo

Morte Hayden: la famiglia di Nicky chiede 6 milioni di euro di risarcimento all'automobilista che lo investì nel 2017

Morte Hayden: la famiglia di Nicky chiede 6 milioni di euro di risarcimento all'automobilista che lo investì nel 2017
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Tipo di articolo Commento