Silverstone, Libere 3: tornado Marquez, ma Vinales impressiona!

Marc Marquez segna il miglior tempo e abbatte il muro del 2'01". Maverick Vilanes, però, è a soli 3 millesimi dal pilota Honda! Promettente passo gara delle Ducati, mentre Rossi entra in Q2 per un soffio.

Il terzo e ultimo turno della MotoGP sul tracciato di Silverstone ha vissuto due momenti distinti: le simulazioni gara e il cosiddetto "time attack", ovvero la simulazione di Qualifica.

Partiamo ad analizzare gli ultimi giri, fatti da tutti con gomma morbida al posteriore. Marc Marquez si è abbattuto su Silverstone come un tornado, spazzando via tutti e anche il muro del 2'01". Il suo corono è infatti il primo del fine settimana a scendere sotto quella soglia in 2'00"944.

Davvero un gran tempo per "El Cabronsito" della Honda, il quale ha guidato alla grande, frutto di un set up migliorato rispetto a ieri e un lavoro certosino sull'elettronica per la gestione della potenza del propulsore nipponico in curva. Il primato di Marc ha però vacillato.

Negli ultimi secondi della sessione di questa mattina Maverick Vinales ha deciso di provare a fare anche meglio in sella alla sua Suzuki GSX-RR, davvero a proprio agio sui veloci cambi di direzione proposti dal layout della pista britannica. Ve lo anticipiamo: Maverick non riuscito nel proprio intento. Ma per soli 3 millesimi!

Davvero un duello appassionante, in cui ha provato a iscriversi anche Andrea Iannone negli ultimi secondi a sua disposizione. Ancora un gran turno per il pilota della Ducati, finito però a terra alla solita Curva 12 - è il quinto pilota che finisce a terra in quel cambio di direzione - a 8 minuti dal termine delle prove. Il centauro di Vasto è però riuscito a tornare ai box per prendere la seconda moto e issarsi al terzo posto.

Se Iannone è in forma strepitosa, Cal Crutchlow non è da meno. Prima che si scatenassero i due spagnoli e l'italiano, Cal era detentore del miglior tempo. Non solo la nascita di Willow non lo ha rallentato ma, a quanto pare, gli ha iniettato ulteriori decimi nel polso dopo la strepitosa vittoria di Brno, centrata la settimana scorsa.

Jorge Lorenzo si è dovuto accontentare della quinta piazza, a oltre mezzo secondo dal connazionale della Honda. Il centauro della Yamaha confida su un passo gara più convincente e domani sarà certamente tra i protagonisti dei 20 giri di gara. La seconda Ducati in graduatoria è la GP15 di Scott Redding, preparata dal team Pramac.

Andrea Dovizioso ha compiuto un run con gomme nuove a mescola morbida molto interessante. I 12 giri veloci inanellati hanno mostrato un ottimo passo, che potrebbe mantenerlo tra i primi. Da valutare però quando avverrà l'atteso calo di prestazione, ma a oggi "DesmoDovi" convince molto di più in ottica gara che per questo pomeriggio, quando avverrà la lotta per la pole position.

Bel passo avanti di Daniel Pedrosa, che con gomma Soft al posteriore è riuscito a risalire nella Top 10. In questo modo si è qualificato direttamente per la Q2 di questo pomeriggio. Nono tempo per un positivo Aleix Espargaro con la seconda Suzuki GSX-RR, mentre Valentino Rossi è riuscito a mantenersi all'interno dei primi 10 per un soffio. Il "Dottore" non è contento di come si comporta la sua Yamaha M1 nell'ultimo settore, che è il tratto della pista in cui subisce di più rispetto ai primi.

Danilo Petrucci si è dovuto accontentare della 12esima posizione, ma il pilota del team Pramac ha possibilità concrete di qualificarsi per la Q2 tramite la Q1, ovvero la prima parte delle Qualifiche. Danilo ha sfiorato la Top 10 per appena un decimo di secondo e, se fosse riuscito ad agguantarla, avrebbe messo fuori proprio Rossi...

Cla#PilotaBikeGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 93  Marc Márquez Alenta  Honda 15 2'00.944     175.648 320.8
2 25  Maverick Viñales  Suzuki 16 2'00.947 0.003 0.003 175.643 319.2
3 29  Andrea Iannone  Ducati 15 2'01.060 0.116 0.113 175.479 323.9
4 35  Cal Crutchlow  Honda 15 2'01.241 0.297 0.181 175.217 318
5 99  Jorge Lorenzo  Yamaha 17 2'01.506 0.562 0.265 174.835 318
6 45  Scott Redding  Ducati 16 2'01.562 0.618 0.056 174.755 317.4
7 4  Andrea Dovizioso  Ducati 16 2'01.659 0.715 0.097 174.615 324.9
8 26  Daniel Pedrosa  Honda 16 2'01.774 0.830 0.115 174.451 318.3
9 41  Aleix Espargaro  Suzuki 15 2'01.841 0.897 0.067 174.355 318.9
10 46  Valentino Rossi  Yamaha 17 2'02.053 1.109 0.212 174.052 318.4
11 44  Pol Espargaro  Yamaha 18 2'02.163 1.219 0.110 173.895 317
12 9  Danilo Petrucci  Ducati 16 2'02.200 1.256 0.037 173.842 314.5
13 8  Hector Barbera  Ducati 14 2'02.855 1.911 0.655 172.916 317.2
14 68  Yonny Hernandez  Ducati 13 2'02.944 2.000 0.089 172.790 315.6
15 43  Jack Miller  Honda 14 2'03.008 2.064 0.064 172.700 317.4
16 22  Alex Lowes  Yamaha 16 2'03.081 2.137 0.073 172.598 312.8
17 76  Loris Baz  Ducati 15 2'03.239 2.295 0.158 172.377 315.1
18 6  Stefan Bradl  Aprilia 14 2'03.624 2.680 0.385 171.840 312.6
19 19  Alvaro Bautista  Aprilia 13 2'03.803 2.859 0.179 171.591 316.3
20 50  Eugene Laverty  Ducati 15 2'04.098 3.154 0.295 171.184 318.3
21 53  Tito Rabat  Honda 16 2'04.186 3.242 0.088 171.062 313.5
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Articolo di tipo Prove libere