MotoGP
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
15 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
29 giorni

Sepang, Libere 2: Dovizioso si conferma sul bagnato, ma Marquez c'è

condivisioni
commenti
Sepang, Libere 2: Dovizioso si conferma sul bagnato, ma Marquez c'è
Di:
27 ott 2017, 07:30

Il pilota della Ducati è ancora una volta il più veloce e rifila mezzo secondo al rivale della Honda, che però è secondo. Bene Lorenzo e Petrucci, terzo e quinto. Crescono le Yamaha sul bagnato: Vinales è quarto, Rossi sesto.

Andrea Dovizioso sembra davvero intenzionato a provare a giocarsi tutte le sue carte questo fine settimana a Sepang. Che ci sia asciutto o bagnato, non sembra fare una grande differenza per il pilota della Ducati, che è stato il più veloce sia nella FP1 che nella FP2 del GP della Malesia.

Del resto, il forlivese sa che, per tenere il Mondiale ancora aperto, deve vincere e sperare che il leader Marc Marquez non viva un weekend esattamente positivo.

Diciamo che per il momento ha gettato le basi per la prima parte del teorema, perché nel pomeriggio ha martellato un ritmo impressionante sul bagnato, risultando il solo capace di infrangere il muro del 2'12" con la sua Desmosedici GP che montava la carena nuova, firmando un 2'11"640.

Nella sua scia però c'è proprio la Honda #93, anche se Marquez si è visto rifilare la bellezza di oltre mezzo secondo. A sua volta poi lo spagnolo ha rifilato oltre cinque decimi al connazionale Jorge Lorenzo. Il terzo tempo del maiorchino però è un importante segnale di competitività ritrovata per la Ducati dopo il weekend nero di Phillip Island.

E a questo si aggiunge anche il quinto di Danilo Petrucci, anche se il portacolori del Pramac Racing ha chiuso a quasi 1"5 dal miglior tempo di "Desmodovi".

Tra Lorenzo e "Petrux" si è infilato Maverick Vinales, con una Yamaha che quindi almeno a livello di posizioni sembra aver fatto un passo avanti sul bagnato, come certifica anche il sesto tempo di Valentino Rossi. A livello prestazionale però si fa fatica a dire la stessa cosa, visto che entrambi pagano un distacco pesante dalla vetta, lamentando qualche difficoltà con l'anteriore in percorrenza di curva.

Tra le altre cose, Vinales è stato protagonista di un episodio curioso: lo spagnolo è stato costretto a rallentare all'ultima curva perché ha trovato sulla sua strada la Suzuki di Andrea Iannone. Peccato che proprio in quel momento gli stava entrando all'interno Hector Barbera, che non ha potuto fare nulla per evitarlo, finendo successivamente a terra. Il contatto è stato abbastanza duro, ma fortunatamente entrambi se la sono cavata senza conseguenze.

Il settimo tempo di Alvaro Bautista conferma il trend positivo delle Ducati sul tracciato malese, mentre alle sue spalle ci sono le due Suzuki di Alex Rins ed Andrea Iannone. Con la pista bagnata poi si è messo in evidenza anche Sam Lowes, decimo con la sola Aprilia in pista. Bisogna ricordare, infatti, che Aleix Espargaro è tornato in Spagna, dove è stato operato al mignolo della mano sinistra, infortunato in Australia.

Subito fuori dalla top 10 Johann Zarco, che nel finale è anche incappato in una scivolata. Stupisce invece vedere lontani dalle prime posizioni degli specialisti del bagnato come Jack Miller e Cal Crutchlow, rispettivamente 12esimo e 14esimo con le loro Honda. In crisi nera invece Dani Pedrosa, che ancora una volta sembra non riuscire a mandare in temperatura le gomme in queste condizioni ed è 18esimo.

Davanti a lui ci sono le due KTM di Pol Espargaro e Bradley Smith, che quindi paiono più in difficoltà rispetto a Phillip Island. Subito dietro invece troviamo l'esordiente Michael van der Mark, chiamato dalla Yamaha Tech 3 a prendere il posto dell'indisponibile Jonas Folger, ancora alle prese con il recupero dalla mononucleosi.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 4 italy Andrea Dovizioso Ducati 16 2'11.640     151.586 305
2 93 spain Marc Márquez Alenta Honda 16 2'12.166 0.526 0.526 150.982 307
3 99 spain Jorge Lorenzo Ducati 16 2'12.695 1.055 0.529 150.380 303
4 25 spain Maverick Viñales Yamaha 18 2'12.878 1.238 0.183 150.173 302
5 9 italy Danilo Petrucci Ducati 16 2'13.048 1.408 0.170 149.981 303
6 46 italy Valentino Rossi Yamaha 16 2'13.071 1.431 0.023 149.956 297
7 19 spain Alvaro Bautista Ducati 17 2'13.291 1.651 0.220 149.708 303
8 42 spain Alex Rins Suzuki 18 2'13.416 1.776 0.125 149.568 305
9 29 italy Andrea Iannone Suzuki 17 2'13.483 1.843 0.067 149.493 293
10 22 united_kingdom Sam Lowes Aprilia 16 2'13.561 1.921 0.078 149.405 296
11 5 france Johann Zarco Yamaha 15 2'13.648 2.008 0.087 149.308 308
12 43 australia Jack Miller Honda 17 2'13.740 2.100 0.092 149.205 305
13 17 czech_republic Karel Abraham Ducati 15 2'13.760 2.120 0.020 149.183 291
14 35 united_kingdom Cal Crutchlow Honda 16 2'13.872 2.232 0.112 149.058 291
15 45 united_kingdom Scott Redding Ducati 14 2'14.281 2.641 0.409 148.604 292
16 44 spain Pol Espargaro KTM 16 2'14.287 2.647 0.006 148.598 295
17 38 united_kingdom Bradley Smith KTM 16 2'14.543 2.903 0.256 148.315 293
18 26 spain Daniel Pedrosa Honda 16 2'14.574 2.934 0.031 148.281 290
19 60 netherlands Michael van der Mark Yamaha 17 2'14.938 3.298 0.364 147.881 306
20 8 spain Hector Barbera Ducati 11 2'15.163 3.523 0.225 147.635 284
21 53 spain Tito Rabat Honda 16 2'16.280 4.640 1.117 146.425 301
22 76 france Loris Baz Ducati 13 2'17.627 5.987 1.347 144.991 303

 

Prossimo Articolo
Operazione riuscita per Aleix Espargaro, a Valencia ci sarà

Articolo precedente

Operazione riuscita per Aleix Espargaro, a Valencia ci sarà

Prossimo Articolo

Vinales: "In Australia abbiamo trovato la strada, ora dobbiamo lavorare"

Vinales: "In Australia abbiamo trovato la strada, ora dobbiamo lavorare"
Carica commenti