Sepang: dopo i test MotoGP arriva il nuovo asfalto

Il tracciato malese sarà chiuso dal 15 febbraio all'8 maggio per completare i lavori richiesti da FIA e FIM

Una volta conclusi i test della MotoGP, che andranno in scena dall'1 al 3 febbraio 2016, l'autodromo di Sepang chiuderà i battenti fino al prossimo 8 maggio. La dirigenza dell'impianto malese ha infatti deciso di procedere con alcuni lavori di aggiornamento necessari per rientrare negli standard richiesti dalla FIA e dalla FIM.

Lungo i 5,54 km dell'impianto, noto soprattutto per il tragico incidente di Marco Simoncelli, sarà steso un nuovo manto d'asfalto, ma saranno apportate delle modifiche anche al sistema di drenaggio, ai cordoli ed alle vie di fuga. Da questo punto di vista, in particolare, saranno rifatte completamente quelle della curva 1 della curva 15.

"Negli ultimi cinque anni, il circuito ha avuto un utilizzo medio del 98%, passando dagli eventi internazionali ai track day. Tutti eventi che hanno creato una grande reputazione al SIC (Sepang International Circuit). Reputazione che però dobbiamo mantenere, continuando a fornire la migliore esperienza per l'utenza, ma anche alti livelli di sicurezza" ha spiegato l'amministratore delegato Razlan Razali nel comunicato stampa che annunciava la chiusura per lavori.

"Ci rammarichiamo per i disagi che potremo provocare con la chiusura del circuito e ringraziamo tutti i nostri utenti per la loro comprensione. Come tutte per tutte le strutture, i lavori di manutenzione sono una priorità per gli autodromi se si vuole continuare a mantenere un impianto di alta qualità" ha concluso.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag TEST, malesia, marco simoncelli, sepang