Secondo Schwantz, Vinales dovrebbe rimanere alla Suzuki

L'ex campione del mondo della 500 Kevin Schwantz pensa che Maverick Vinales dovrebbe rinunciare all'opportunità di sostituire Jorge Lorenzo in Yamaha e spendere un altro anno con la Suzuki in MotoGP.

Vinales ha ottenuto domenica scorsa a Le Mans il suo primo podio in MotoGP, ed il primo della Suzuki dal 2008 ad oggi, e successivamente ha spiegato che questo risultato non influenzerà la sua decisione sul futuro.

Tuttavia, Schwantz, che ha difeso i colori della Suzuki per tutta la sua carriera, ha detto a Motorsport.com: "Se fossi nella posizione di Maverick e dovessi prendere una decisione intelligente per la mia carriera, rimarrei alla Suzuki".

"Penserei, se riuscissi a qualificarmi e a partire un pochino meglio, potrei vincere. E che in questo modo avrei lottato al vertice in ogni gara finora".

"La cosa più facile da fare sarebbe guardare da dove è partito e dove ha finito la gara di Le Mans" ha continuato Schwantz.

"Se non avesse creato un buco con una brutta parteza, Maverick avrebbe potuto fare quello che ha fatto Valentino Rossi ed arrivare a sfidare Dovizioso e Marquez prima che loro due finissero a terra".

"Il passo di Maverick nella parte centrale della gara era molto simile a quello di Rossi".

Suzuki al pari della Yamaha

Schwantz poi ha aggiunto di non essere convinto che la Suzuki abbia un deficit così importante da colmare nei confronti della Yamaha.

"Ho trascorso una buona quantità di tempo con i tecnici della Yamaha prima della gara di Austin" ha detto. "Ed ho chiesto loro cosa pensa Rossi della Suzuki. Mi hanno detto che Valentino pensa che, nelle mani giuste, la Suzuki può essere una moto vincente".

"E' molto guidabile, frena forte ed in rettilineo è veloce circa come la Yamaha... Fordamentalmente, Rossi dice che potrebbe essere vincente con un pilota in grado di mettere insieme l'intero weekend: la qualifica, la partenza e la gara".

La Suzuki GSX-RR aveva una certa carenza a livello di velocità massima la scorsa stagione e perdeva terreno da Honda e Yamaha nella seconda metà del rettilineo. Schwantz crede che questo problema sia stato risolto in gran parte in questa stagione, curando così uno dei punti deboli della Suzuki.

"Ovviamente le Ducati sono ancora le più forti" ha osservato. "Ma se si guarda al Qatar e all'Argentina di quest'anno, sui rettilinei la Suzuki aveva un rendimento quasi identico alla Yamaha".

Quando poi gli è stato chiesto se pensa che un Lorenzo o un Marquez possano vincere su una Suzuki quest'anno, Schwantz ha risposto: "Io la penso così".

Rossi mette sotto pressione i compagni di squadra

Schwantz ha sottolineato poi che è imperativo per Vinales quando sceglierà la sua squadra, non sottovalutare il fattore Rossi in Yamaha.

Ha detto: "Il problema di andare in Yamaha è avere Rossi come compagno di squadra. Se lui va meglio in qualifica e ti batte, il tuo valore viene sminuito. Rimanendo in Suzuki, non avrebbe questa pressione. Potrebbe lavorare su se stesso, cercando di diventare un pilota più completo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Kevin Schwantz , Valentino Rossi , Andrea Dovizioso , Aleix Espargaro , Andrea Iannone , Maverick Viñales
Team Team Suzuki MotoGP , Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Intervista