Savadori si propone: "Aprilia, non sarei un azzardo"

Dopo una giornata positiva di prove a Portimao, il pilota italiano scopre le carte dicendo che non sarebbe una scommessa troppo azzardata per l'Aprilia, che è ancora alla ricerca di un pilota per il 2021, perché per il momento non riesce ancora a sfruttare al 100% la RS-GP.

Savadori si propone: "Aprilia, non sarei un azzardo"

Chaz Davies, Marco Bezzecchi, Fabio Di Giannantonio e nelle ultime ore anche Joe Roberts. Sono i più disparati i nomi che sono stati accostati all'Aprilia per la MotoGP 2021, con la Casa di Noale che si trova in un certo senso con l'acqua alla gola per garantirsi un pilota che possa prendere il posto di Andrea Iannone.

La squalifica di quattro anni per doping inflitta al pilota di Vasto è stata un duro colpo per Aprilia, che lo aveva aspettato e difeso con la convinzione della sua innocenza. Un'attesa che però, complice i tempi lunghi del giudizio, l'hanno messa nella scomoda posizione di dover trovare un sostituto quando i tasselli del mercato sono andati praticamente tutti al loro posto.

La cosa curiosa è che la squadra diretta da Massimo Rivola ha deciso di dare una chance in questa parte conclusiva di stagione al suo tester Lorenzo Savadori, facendogli disputare le ultime tre gare al posto di Bradley Smith, ma di fatto per il momento non sembra prendere troppo in considerazione il campione tricolore della Superbike per il prossimo anno.

Leggi anche:

Eppure oggi il pilota di Cesena si è messo in evidenza, sfruttando il test che aveva effettuato a Portimao lo scorso ottobre per staccare il quarto tempo nel primo turno di prove libere del Gran Premio del Portogallo. Nel pomeriggio poi è arretrato al 16esimo posto, mantenendo comunque un ritardo di soli sei decimi. Un risultato incoraggiante per un pilota alla sua terza uscita in MotoGP.

A fine giornata, dunque, gli è stato domandato se scommetterebbe su se stesso o se ritiene che sarebbe un azzardo che l'Aprilia non si può permettere in una fase in cui ha ancora tanto bisogno di sviluppare la RS-GP.

"Bisognerebbe sentire Rivola per queste cose, ma io chiaramente se fossi in lui punterei su di me. Ad oggi, ho ancora bisogno di prendere in mano la moto. Non sto guidando come vorrei, perché mi manca conoscenza proprio di questa categoria" ha detto Savadori.

"Io non penso di essere un azzardo enorme. Con un po' di tempo, posso arrivare ad un buon livello, perché ancora oggi non posso esprimermi al 100%. Anzi, ci sono ancora abbastanza lontano, quindi posso migliorare il feeling" ha aggiunto.

Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini

Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Fotogallery MotoGP: il venerdì di libere a Portimao

Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: il venerdì di libere a Portimao

Prossimo Articolo

LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: Libere 3

LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: Libere 3
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato Prime

Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato

Tanti promossi nella Misano che incorona Fabio Quartararo campione del Mondo di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio in questo nuovo video di Motorsport.com.

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021