Savadori si propone: "Aprilia, non sarei un azzardo"

condivisioni
commenti
Savadori si propone: "Aprilia, non sarei un azzardo"
Di:

Dopo una giornata positiva di prove a Portimao, il pilota italiano scopre le carte dicendo che non sarebbe una scommessa troppo azzardata per l'Aprilia, che è ancora alla ricerca di un pilota per il 2021, perché per il momento non riesce ancora a sfruttare al 100% la RS-GP.

Chaz Davies, Marco Bezzecchi, Fabio Di Giannantonio e nelle ultime ore anche Joe Roberts. Sono i più disparati i nomi che sono stati accostati all'Aprilia per la MotoGP 2021, con la Casa di Noale che si trova in un certo senso con l'acqua alla gola per garantirsi un pilota che possa prendere il posto di Andrea Iannone.

La squalifica di quattro anni per doping inflitta al pilota di Vasto è stata un duro colpo per Aprilia, che lo aveva aspettato e difeso con la convinzione della sua innocenza. Un'attesa che però, complice i tempi lunghi del giudizio, l'hanno messa nella scomoda posizione di dover trovare un sostituto quando i tasselli del mercato sono andati praticamente tutti al loro posto.

La cosa curiosa è che la squadra diretta da Massimo Rivola ha deciso di dare una chance in questa parte conclusiva di stagione al suo tester Lorenzo Savadori, facendogli disputare le ultime tre gare al posto di Bradley Smith, ma di fatto per il momento non sembra prendere troppo in considerazione il campione tricolore della Superbike per il prossimo anno.

Leggi anche:

Eppure oggi il pilota di Cesena si è messo in evidenza, sfruttando il test che aveva effettuato a Portimao lo scorso ottobre per staccare il quarto tempo nel primo turno di prove libere del Gran Premio del Portogallo. Nel pomeriggio poi è arretrato al 16esimo posto, mantenendo comunque un ritardo di soli sei decimi. Un risultato incoraggiante per un pilota alla sua terza uscita in MotoGP.

A fine giornata, dunque, gli è stato domandato se scommetterebbe su se stesso o se ritiene che sarebbe un azzardo che l'Aprilia non si può permettere in una fase in cui ha ancora tanto bisogno di sviluppare la RS-GP.

"Bisognerebbe sentire Rivola per queste cose, ma io chiaramente se fossi in lui punterei su di me. Ad oggi, ho ancora bisogno di prendere in mano la moto. Non sto guidando come vorrei, perché mi manca conoscenza proprio di questa categoria" ha detto Savadori.

"Io non penso di essere un azzardo enorme. Con un po' di tempo, posso arrivare ad un buon livello, perché ancora oggi non posso esprimermi al 100%. Anzi, ci sono ancora abbastanza lontano, quindi posso migliorare il feeling" ha aggiunto.

Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini

Lorenzo Savadori, Aprilia Racing Team Gresini

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Fotogallery MotoGP: il venerdì di libere a Portimao

Articolo precedente

Fotogallery MotoGP: il venerdì di libere a Portimao

Prossimo Articolo

LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: Libere 3

LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: Libere 3
Carica commenti