Marquez è convinto di avere la miglior Honda degli ultimi anni

condivisioni
commenti
Marquez è convinto di avere la miglior Honda degli ultimi anni
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
10 feb 2018, 15:47

Marc Marquez ritiene che la Honda abbia fatto un buon lavoro con la base della moto 2018 durante il pre-campionato, a differenza delle ultime stagioni.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Il campione del mondo in carica ha lasciato Sepang molto soddisfatto una decina di giorni fa, dopo il test ufficiale che è stato svolto in Malesia, e la settimana prossima tornerà in pista in Thailandia per il secondo. In questo momento, considerando anche le esperienze passate, sembra essere piuttosto ottimista.

Specialmente l'esperienza che ha avuto due anni fa in Qatar, quando nell'ultimo test la Honda decise di tornare ad utilizzare il motore dell'anno precedente per i problemi incontrati a causa dell'introduzione del software unico della centralina.

L'anno scorso la Casa giapponese ha deciso di modificare gli scoppi del motore (da screamer a big bang) e le prestazioni della RC213V sono migliorate nell'arco della stagione, soprattutto durante la pausa estiva.

"Considerando gli ultimi inverni, questa è la moto migliore che ho avuto, è vero. Abbiamo iniziato da una base abbastanza buona, mentre ci sono stati anni in cui... Due anni fa siamo arrivati al primo test ed avevamo problemi in rettilineo. Questa volta, nei primi giri con la nuova moto, le cose sono andate abbastanza bene e quindi ho potuto provare tutte le novità. Abbiamo iniziato meglio" ha spiegato Marquez, che ha concluso la tre giorni di Sepang all'ottavo posto nella classifica combinata, staccato di circa mezzo secondo dal miglior tempo di Jorge Lorenzo.

"Stiamo ancora cercando qualcosa. Finora siamo migliorati in termini di potenza ed abbiamo anche più velocità massima, ma ora è il momento di concentrarci sul miglioramento della scorrevolezza quando si apre il gas. Il motore è ancora troppo aggressivo" ha proseguito il pilota di Cervera.

"Diciamo che questa è una delle mie preoccupazioni. In Malesia fa troppo caldo e i motori non sono così prestanti. Ma in Europa, su piste più strette, con temperature normali, il motore è ancora più aggressivo di solito" sottolinea lo spagnolo.

Il prossimo test a Buriram sarà probabilmente fondamentale per la scelta del motore da utilizzare per l'intera stagione, visto che per il momento ne ha provato due versioni differenti.

Prossimo articolo MotoGP
Randy Mamola viene inserito tra le Leggende della MotoGP

Previous article

Randy Mamola viene inserito tra le Leggende della MotoGP

Prossimo Articolo

Ciabatti: "Le priorità sono Dovi e Jorge. Petrucci dovrà essere intelligente"

Ciabatti: "Le priorità sono Dovi e Jorge. Petrucci dovrà essere intelligente"
Carica commenti