Rossi: "Yamaha? Grande potenziale se la MotoGP è la priorità"

Il "Dottore" ha trovato aspetti positivi e meno sulla M1 2020, ma ha ancora una volta sottolineato il cambio di mentalità della Yamaha: "Se la MotoGP è la sua priorità, ha un potenziale enorme"

Rossi: "Yamaha? Grande potenziale se la MotoGP è la priorità"

Il futuro di Valentino Rossi è cominciato oggi. Se è vero che la decisione tra continuare a correre in MotoGP o smettere dipenderà dalle sue prestazioni, anche solo la prima presa di contatto con la Yamaha M1 2020 ha un peso specifico importante.

Oggi a Sepang, infatti, è salito per la prima volta su quella che dovrebbe essere la versione 2020 della moto di Iwata. Il lavoro è stato in parte rallentato dalla pioggia, ma il "Dottore" si è comunque dato fare, chiudendo decimo e trovando punti positivi e negativi del suo nuovo prototipo, come è normale che sia nel primo giorno di test.

"E' stata una giornata abbastanza positiva. Ha piovuto un po', quindi non siamo riusciti a finire il nostro programma. Però abbiamo fatto più di 50 giri, lavorando sulla M1 in versione 2020, una moto abbastanza differente sia a livello di telaio che di motore rispetto a quella dei test precedenti" ha detto Valentino.

"Sotto certi aspetti siamo già competitivi, però sotto altri siamo un po' peggio dell'anno scorso, nel senso che ancora non riusciamo a sfruttare tutto il nostro potenziale. Comunque credo che sia normale, perché è solo il primo giorno di lavoro per tutti" ha aggiunto.

 

Diversi colleghi hanno detto di aver faticato ad adattarsi alla nuova gomma posteriore introdotta dalla Michelin, che richiede uno stile di guida leggermente diverso. Questo problema però non sembra aver colpito il pesarese, che la apprezza.

"La nuova gomma è un passo avanti. Secondo me è meglio, perché c'è più grip, ma è un po' quello che avevamo visto nei test dell'anno scorso. Però sembra che vada bene, perché vanno tutti più forte e infatti i tempi sono già stati molto buoni. Io comunque mi trovo bene, a me piace".

L'altra novità nel box, anche se ormai forse non se ne può più parlare così, è il capo tecnico David Munoz, che ha già mostrato progressi rispetto alle prime due uscite di fine 2019 a Valencia e Jerez.

"Mi trovo bene con David. Ha studiato molto durante l'inverno ed ha provato a capire tante cose. Penso che sia molto preparato e oggi abbiamo lavorato bene. Ovviamente dobbiamo cercare di sfruttare al massimo questi sei giorni di test per arrivare pronti alla prima gara".

Leggi anche:

La cosa abbastanza evidente anche da fuori è che la Yamaha non stia lesinando i suoi sforzi, come dimostrato dalle tre moto presenti sia nel box di Rossi che in quello di Maverick Vinales. Pensiero che sembra condiviso anche dal nove volte iridato.

"Mi sembra che dall'estate scorsa siano cambiate un po' di cose in Yamaha, che ora sta lavorando nella direzione giusta e si sta impegnando. Questo è positivo. E' normale che ci vorrà un po' di tempo, ma io credo che la Yamaha abbia un grande potenziale se il programma MotoGP diventa la sua priorità".

"Diciamo che gli ultimi anni, soprattutto il 2017 ed il 2018, erano stati molto difficili. Adesso sembra che finalmente la MotoGP sia di nuovo importante per la Yamaha. Questo è positivo, ma poi bisogna vedere se effettivamente i risultati saranno migliori" ha concluso.

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
9/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Casco di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Casco di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/10

Foto di: AGV

condivisioni
commenti
Rins contento: "Oggi abbiamo già potuto scartare 2 carene"

Articolo precedente

Rins contento: "Oggi abbiamo già potuto scartare 2 carene"

Prossimo Articolo

Marquez: "Mi sono sentito peggio di come mi aspettassi"

Marquez: "Mi sono sentito peggio di come mi aspettassi"
Carica commenti
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021