Rossi: "Un podio importante! Maverick? mi preoccupava già prima..."

Valentino Rossi ha chiuso al terzo posto il GP di Gran Bretagna a Silverstone, rosicchiando qualche punto a Marc Marquez in ottica Mondiale. Fondamentale la scelta della gomma dura all'anteriore.

Valentino Rossi ha tagliato il traguardo del Gran Premio di Gran Bretagna al terzo posto assoluto, dopo un bel duello con Marc Marquez. Dopo l'ultimo sorpasso del catalano della Honda, per il podio sembrava tutto compromesso. Ma un errore di Marc ha regalato il podio al "Dottore".

"E' stata una grandissima gara, dove ha regnato l'ignoranza! Sono molto contento perché di solito lo diciamo a Bulega. A volte guida lui, a volte un ignorante. Invece oggi l'ingorante ero io in sella alla Yamaha. Però è stata una bella lotta con Marquez", ha detto Valentino a fine gara.

"Sapevo che per salire sul podio avrei dovuto dare il massimo dalla prima all'ultima curva. A un certo punto ero pessimista perché ho visto che Iannone, Crutchlow e Marquez andavano tutti più forte di me, ma ho cercato di stare con loro, non mollare, e sono molto contento di questo risultato. Non tanto per i punti recuperati in campionato ma per essere salito sul podio".

Dura all'anteriore, una scommessa vinta

Rossi ha optato per una dura all'anteriore per poter ovviare alle tante curve a destra che presenta la pista britannica di Silverstone e, a conti fatti, è stata la mossa giusta per poter arrivare sino al termine della gara in maniera competitiva.

"Quando sono salito secondo pensavo di poter riprendere Vinales, ma poi ho avuto un calo significativo della spalla destra delle gomme. Quello che mi ha permesso di guidare al massimo fino alla fine è stato aver scommesso sulla gomma dura all'anteriore. Non l'avevo mai provata nelle prove ma è stata la scelta giusta".

"Scegliere la gomma dura davanti è stato un'azzardo, perché non l'avevamo mai provata prima. Però è una gomma che conosco e che mi piace molto. Ho fatto il giro di formazione con questa e mi sono deciso di mantenerla. E' stata la scelta vincente. Se fossi partito con la morbida anteriore sarei arrivato molto più indietro".

"Per la nostra moto la dura all'anteriore era fondamentale, invece dietro mi è venuto qualche dubbio. La dura sulla spalla destra si è rovinata molto e non teneva più, probabilmente con questeo condizioni e questo fresco la morbida poteva conferire qualcosa in più. Però è andata bene così".

Complimenti a Suzuki e appuntamento a Misano

"Dopo oggi non sono preoccupato riguardo Maverick, perché ero già preoccupato da tempo! Anche prima di questa vittoria sapevo che fosse un grande talento quindi l'anno prossimo sarà dura. Sono molto contento per il team Suzuki perché ci sono i Brivio, un sacco di miei amici. Però a Misano cercheremo di farli arrivare dietro".

"Arrivo a Misano con un buono spirito, dopo due podi di fila e un quarto posto artigliato per un pelo. Erano piste non facili per noi. Sono felice di andare a Misano. Sarà il fine settimana più importante della stagione, in cui di solito la nostra moto va bene", ha concluso il nove volte iridato della Yamaha.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Gran Bretagna
Sub-evento Domenica, post-gara
Circuito Silverstone
Piloti Valentino Rossi
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Intervista