Rossi sul team VR46: "E' un 50-50 tra Yamaha e Ducati"

Valentino Rossi ha fatto il punto sulle trattative e le valutazioni che porteranno la VR46 a scegliere con quale moto correre in MotoGP a partire dal 2022. Ducati e Yamaha hanno pro e contro e l'ago della bilancia sembra non aver ancora indicato preferenze...

Rossi sul team VR46: "E' un 50-50 tra Yamaha e Ducati"
Carica lettore audio

La prima giornata del weekend che ospita il Gran Premio di Francia è terminata e il sorriso di Valentino Rossi spiega perfettamente i progressi fatti da lui nel corso della settimana. I test svolti a Jerez lo scorso lunedì hanno permesso a lui e al team di lavorare e trovare soluzioni che hanno funzionato anche nelle prime due sessioni di libere a Le Mans.

Eppure, il 9 volte iridato, non è impegnato solo nel suo lavoro principale, quello del pilota. la VR46 sta lavorando alacremente per costruire il team che a partire dal prossimo anno correrà in MotoGP.

I lavori di pianificazione e realizzazione della struttura sono in corso, così come i discorsi con le Case per capire su quali moto puntare per il 2022. Come ormai è noto, la VR46 è in trattativa con Yamaha - attuale Casa con cui corre Valentino - e Ducati.

Leggi anche:

I discorsi e le trattative non sono ancora conclusi. Ad affermarlo è stato lo stesso Valentino al termine delle Libere 2 del GP di Francia. Ducati e Yamaha hanno pro e contro. Questi sono al vaglio dei vertici della VR46 e, stando a quanto affermato dal "Dottore", l'ago della bilancia non ha ancora preso una direzione precisa.

"Direi che siamo a buon punto con la nuova squadra. E' tutto confermato, anche il supporto dello sponsor. Stiamo parlando con Yamaha e Ducati", ha confermato Rossi.

"Ci sono pro e contro da ambedue le parti. Per ora è un 50-50, non siamo solo noi che dobbiamo decidere, dobbiamo vedere ancora un po' di cose. ma la situazione non è male".

Valentino ha poi confermato che sarà presa una decisione in tal senso in tempi brevi. Il periodo in cui la VR46 potrebbe annunciare con quali moto correrà dal 2022 sarà vicino al weekend in cui sarà svolto il Gran Premio d'Italia al Mugello.

"La situazione si sbloccherà nelle prossime settimane, non ci vorrà tanto tempo. Secondo me dopo il Mugello. Non so il giorno esatto, ma il periodo sarà quello. Io sono mediamente coinvolto. Non decido io da solo".

"Ci sono un po' di cose da vedere, la cosa mi piace. Ma ho già detto che non voglio lavorare tanto su questo team. Lavorare davvero non è mai stata la mia passione (scherza, ndr)".

 
condivisioni
commenti
Rossi: "Le cose provate nei test di Jerez funzionano anche qui"
Articolo precedente

Rossi: "Le cose provate nei test di Jerez funzionano anche qui"

Prossimo Articolo

Bagnaia: "Impossibile far lavorare le gomme con 8 gradi"

Bagnaia: "Impossibile far lavorare le gomme con 8 gradi"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021