Rossi: "Spero che domani non piova, sull'asciutto vado forte"

Valentino Rossi ha centrato il secondo tempo assoluto nelle Qualifiche del GP di Assen, staccato di 7 decimi dalla Ducati di Dovizioso. Il "Dottore" ha aggiunto: "Son più felice per il secondo posto che dispiaciuto per aver perso la pole".

Chi si immaginava un Valentino Rossi imbronciato per aver perso la pole position sul tracciato di Assen all'ultimo secondo si è dovuto ricredere. Il "Dottore" ha subito mostrato grande soddisfazione per l'ottimo risultato raggiunto in Qualifica.

Domani, infatti, scatterà dalla seconda posizione, mentre i diretti rivali per il titolo sono tutti alle sue spalle. Marc Marquez scatterà dalla quarta casella, la prima della seconda fila, mentre Jorge Lorenzo è ancora più attardato e partirà dall'undicesima piazza.

"Naturalmente mi dispiace molto per non avere fatto la pole, perché farla è sempre bello. Ma sono molto più contento per aver fatto la prima fila, rispetto al dispiacere procurato dalla mancata partenza davanti a tutti", ha detto Rossi al termine delle Qualifiche.

"Il motivo è semplice. In queste condizioni è sempre più facile fare la scelta sbagliata rispetto a quella giusta. Io ho rischiato un po', mi sono fermato a quattro minuti dalla fine per cambiare la gomma ed è stata la scelta migliore, perché in un giro secco sono riuscito a migliorare molto il mio tempo e a fare secondo. Quindi bene, perché fare la prima fila in questa pista è molto importante".

All'inizio della Q2 il box di Valentino aveva preparato una moto da condizioni intermedie, ma la pioggia sembrava non aver intenzione di cessare e così anche la seconda M1 è stata preparata per il bagnato. "Avevamo preparato una moto da condizioni intermedie, ma quando abbiamo visto a inizio turno che pioveva ancora abbiamo cambiato l'assetto, abbiamo messo una gomma da bagnato perché se fosse successo qualcosa sarei potuto ripartire velocemente, senza aspettare del tempo prezioso".

"Quando sono rientrato ho solo cambiato gomme. Potevamo anche rischiare le intermedie ma secondo me era troppo presto, quindi ho fatto la scelta giusta. Le intermedie piacciono molto ai giornalisti, ma ai piloti molto meno (ride, ndr)".

Riguardo alla gara di domani, Rossi ha individuato in Marquez il pilota più veloce sul passo gara sia su asciutto che sotto la pioggia. Però ha anche affermato di essere pronto a dare battaglia se il meteo dovesse essere clemente.

"Per me quello che va più forte di tutti sia sul bagnato che sull'asciutto è Marquez. E' anche in vetta al campionato. Oggi è vero che è caduto ma poi in un giro è riuscito a fare quarto. Sarà dura. Per quello che mi riguarda mi sento abbastanza veloce in tutte le condizioni. Soprattutto sull'asciutto, perché ho un buon assetto e un buon passo, ma bisognerà scegliere le gomme giuste. In caso di bagnato sarà un vero punto interrogativo, vedremo. Questa pista cambia in maniera molto veloce".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Olanda
Circuito Assen
Articolo di tipo Intervista