Rossi: "Ritirarsi ora sarebbe più facile, ma non ho paura""

Il "Dottore" ha parlato di come si immagina il momento in cui appenderà il casco al chiodo in un'intervista che ha concesso a BT Sport.

Rossi: "Ritirarsi ora sarebbe più facile, ma non ho paura""

Il momento della scelta per Valentino Rossi si avvicina. Nelle prossime settimane il "Dottore" dovrà decidere se appendere il casco al chiodo o accordarsi almeno per un'altra stagione, nella quale andrebbe a difendere i colori del Team Petronas, sempre in sella ad una Yamaha con specifiche factory.

La sensazione è che alla fine il pesarese andrà avanti, anche se questa fase di stop obbligato lo ha portato a convivere con il periodo lontano dalle moto più lungo della sua vita, facendolo riflettere anche su cosa potrà esserci per lui dopo la MotoGP.

"Andrò in Petronas solo se saprò di essere competitivose potrò lottare per vincere gare e per il podio. Certo se dovessi ritirarmi in questa situazione di pandemia da Covid ci sarebbe anche un lato buono" ha detto durante un'intervista concessa a BT Sport.

Leggi anche:

"Quando smetterò, per me personalmente sarà un giorno davvero molto triste, non vedo niente di buono, non mi aspetto niente di positivo, mi aspetto solo una grande tristezza, una brutta sensazione".

"Quindi se mi ritirassi adesso, senza tifosi o gente intorno sarebbe molto più facile. Se continuo, sarà perché sarò competitivo, perché potrò tentare di vincere gare e lottare per il podio".

Quando poi gli è stato domandato se l'idea del ritiro lo spaventi, Valentino ha replicato: "Paura non è la parola giusta, ma quando mi presenterò per l’ultima gara dell’ultimo weekend sarà un approccio molto duro, difficile da accettare perché amo le corse e questa è stata la mia vita per più di 20 anni".

"Ma non ho paura, ho scoperto in questo periodo di lockdown con la mia famiglia che si può stare bene per un lungo periodo anche senza moto, saprò essere felice comunque" ha aggiunto.

La sua decisione finale comunque è sempre più vicina, come lui stesso ha confermato: "Siamo a fine maggio, nelle prossime settimane potrò prendere la mia decisione. Sarà molto presto".

condivisioni
commenti
MotoGP: il numero dei motori cambia in base a quello dei GP

Articolo precedente

MotoGP: il numero dei motori cambia in base a quello dei GP

Prossimo Articolo

MotoGP, buone indicazioni per KTM nel primo test post-COVID

MotoGP, buone indicazioni per KTM nel primo test post-COVID
Carica commenti
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021