Rossi risponde a Marc: "Neanche a me piace fare 16esimo"

Dopo l'ennesima giornata difficile vissuta al Sachsenring, il "Dottore" ha dovuto rispondere ai commenti di Marc Marquez, che di fatto ha detto di non comprendere le sue motivazioni.

Rossi risponde a Marc: "Neanche a me piace fare 16esimo"

Quello del Sachsenring è stato l'ennesimo venerdì difficile per Valentino Rossi. Il "Dottore" è incappato in una scivolata alla curva 1 durante la FP2 e a fine giornata quindi si è ritrovato in 21esima posizione con la sua Yamaha, seppure il suo distacco dai primi sia di circa un secondo. L'errore gli ha fatto perdere feeling, ma il pilota della Yamaha Petronas ha anche ammesso di avere delle cose da sistemare se vuole provare a fare uno step domani, perché sul tracciato tedesco hanno fatto capolino anche delle temperature inattese.

"E' molto difficile perché non ha mai fatto così caldo qui in passato. Nel pomeriggio abbiamo provato le gomme dure, sia all'anteriore che al posteriore e nel secondo run il passo non era male, perché giravo in 1'22" basso", ha detto Valentino.

"Sfortunatamente, alla fine di quel run sono caduto alla curva 1 e questo mi ha fatto perdere fiducia e mi ha costretto a cambiare moto. E' un peccato, perché mi sentivo meglio con l'altra. Poi nel time attack ho fatto un errore nell'ultimo settore, altrimenti avrei potuto fare meglio. Comunque è difficile, perché tutti sono veloci e molto vicini. Io devo lavorare per migliorare il T3, ma vedremo domani", ha aggiunto.

Oggi sulla sua M1 c'era anche un nuovo acceleratore elettronico: "L'abbiamo provato nei test di Barcellona e l'obiettivo era quello di ricreare il feeling dell'altro. Io ce l'avevo, quindi abbiamo deciso di usarlo qui. Non ho capito bene perché lo abbiano introdotto, credo per una questione di peso, ma il feeling è esattamente lo stesso".

Leggi anche:

Il suo momento difficile è finito al centro dei commenti di Marc Marquez, che ha detto di faticare a capire come faccia Rossi a divertirsi facendo i risultati che sta facendo in questa stagione. Il 9 volte iridato ha replicato, ma senza pungere il rivale spagnolo, spiegando solo quali sono le motivazioni che lo hanno spinto a continuare a correre anche nel 2021.

"Quando parlo di queste cose mi sembra di essere sempre abbastanza chiaro. Quest'anno ho continuato perché speravo di essere più competitivo, magari non lottare per il Mondiale, ma essere lì davanti, fare delle belle gare e stare nei primi cinque. Magari salire sul podio nella giornata giusto, ma comunque essere lì vicino ed essere un protagonista".

"Così nella mia testa aveva senso, invece i risultati sono peggiori di quello che ci aspettavamo e naturalmente non piace neanche a me correre per arrivare 16esimo o 20esimo. L'anno scorso è stata una stagione molto strana, atipica. C'è stato il COVID, poi avevo appena cambiato capo tecnico e mi sarebbe piaciuto confrontarmi in una stagione vera. Ma non dà gusto neanche a me fare 16esimo".

Nella giornata di oggi ha iniziato a circolare anche l'indiscrezione lanciata dalla Gazzetta dello Sport secondo cui il suo futuro sarà nel WEC, al volante di una Ferrari del Kessel Racing, se deciderà di dire basta alla MotoGP. Pur senza scendere troppo nel dettaglio, Rossi ha confermato che il suo futuro dopo le due ruote sarà nelle competizioni GT.

"Come ho sempre detto, quando smetterò con la MotoGP vorrei correre in macchina. Ho avuto alcune esperienze nei rally, perché sono un grande appassionato, ed ho corso anche nel Mondiale. Però preferisco correre in pista ed ho già fatto esperienza con le GT3. E' una categoria interessante, perché ci sono vetture di marchi importanti come Ferrari, Porsche o Aston Martin. Penso che correrò con questo tipo di macchine, ma non so ancora in quale campionato, perché ci sono diverse opzioni. Comunque spero di correre lì".

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
2/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
3/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
4/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
5/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
7/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
8/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
9/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
10/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
11/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
12/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
13/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
14/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
15/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
16/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
17/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
18/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Marquez su Vale: “Io non riuscirei a correre senza poter vincere”

Articolo precedente

Marquez su Vale: “Io non riuscirei a correre senza poter vincere”

Prossimo Articolo

Mir: “Passo per il cattivo del film solo per essere sincero”

Mir: “Passo per il cattivo del film solo per essere sincero”
Carica commenti
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021
Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione Prime

Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione

Un decennio dopo il primo legame con Ducati, in quello che si è rivelato essere un periodo sfortunato della sua carriera in MotoGP, Valentino Rossi ha unito nuovamente le forze con il marchio Borgo Panigale, questa volta come proprietario di un team. E il legame VR46/Ducati che inizierà il prossimo anno ha il potenziale per raddrizzare la parentesi negativa del 2011/2012.

MotoGP
4 lug 2021