MotoGP
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
13 Ore
:
34 Minuti
:
14 Secondi
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
7 giorni
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
70 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
77 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
91 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
105 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
120 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
127 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
140 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
148 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
154 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
169 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
176 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
183 giorni

Rossi: "Quartararo e Vinales hanno fatto paura, ma non capisco il perché di tutto questo gap"

condivisioni
commenti
Rossi: "Quartararo e Vinales hanno fatto paura, ma non capisco il perché di tutto questo gap"
Di:
29 giu 2019, 16:06

Mentre il francese e lo spagnolo hanno monopolizzato le prime due posizioni in griglia a suon di record, mentre il "Dottore" non ha neppure passato la Q1 e scatterà 14esimo. Il problema più grosso è che non riesce a dare una spiegazione a questa grande differenza.

Fa fatica a nascondere una certa delusione Valentino Rossi alla fine di un sabato strano come quello di Assen. Le Yamaha si sono prese i titoli dei giornali, monopolizzando le prime due posizioni sullo schieramento di partenza del GP d'Olanda, ma quella con il numero 46 sul cupolino sarà molto distante dal poleman Fabio Quartararo e da Maverick Vinales.

Quattro file per la precisione, perché lui prenderà il via dalla 14esima posizione, dopo aver mancato l'accesso alla Q2 due volte: in mattinata a causa della cancellazione del suo miglior giro, in Q1 perché con l'innalzamento della temperatura non è più riuscito a confermarsi sui livelli della FP3.

La cosa più pesante, però, è che non riesce a darsi una spiegazione per l'enorme divario con le altre M1: "Non sappiamo bene cosa sia successo, c'è molta differenza. Maverick va bene e io vado male. Nell'altro box, Quartararo va bene e Morbidelli va male. Sinceramente non lo sappiamo perché".

 

Poi ha spiegato che con la temperatura più alta ha fatto veramente tanta fatica e che quindi questo lascia presagire una gara complicata, anche se magari domani non ci sarà così tanto caldo.

"Stamattina ero ottimista, perché ero abbastanza veloce, ma pomeriggio con il caldo ho avuto più problemi e sono stato più lento, perché ho perso molto grip. Loro invece hanno continuato ad andare molto forte, quindi penso che domani sarà molto difficile, perché se non sarà così caldo, magari cambierà poco".

Quando poi gli è stato fatto notare che da Marquez in giù comunque si sono beccati tutti oltre sette decimi, il pesarese ha ribadito ancora una volta che ad essere mostruosa è stata soprattutto la prestazione delle altre M1, che quindi rende ancora più indigesto questo risultato.

"Quelli che hanno fatto veramente paura sono stati Vinales e Quartararo, perché hanno fatto i loro tempi girando da soli. Anche Rins, che ha fatto 1'32"4, lo ha fatto dietro a Petrucci. Marc ha fatto 1'32"7 dietro a Dovi, invece loro due hanno fatto paura, sono andati veramente forte. Guardando i dati di Maverick è un po' più veloce da tutte le parti, ma non si capisce bene la risposta. Dobbiamo pensare a noi e cercare di migliorare e poi provare a fare una buona partenza".

Con una prima fila tutta "under 22", non poteva mancare anche una domanda sul nuovo che avanza. Il 9 volte iridato l'ha presa sportivamente, ma ha anche sottolineato che comunque i piloti più esperti non sono ancora da pensionare.

"E' molto bello, perché i giovani vanno forte. Il discorso del cambio di generazione però io lo sento dal 2007, che lo aveva Vermeulen a Le Mans. Sono passati 12 anni e siamo ancora qua: quelli giovani vanno forte, ma i vecchi comunque vanno. Io sono particolarmente vecchio, ma ci sono anche Dovizioso e Lorenzo che hanno comunque 32-33 anni. I giovani comunque sono pronti per vincere".

Informazioni aggiuntive di Mark Bremer

Scorrimento
Lista

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Moto2

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Moto2
12/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/14

Foto di: MotoGP

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/14

Foto di: MotoGP

Prossimo Articolo
Dovizioso: "Era più difficile fare un tempo oggi che giocarci il podio domani"

Articolo precedente

Dovizioso: "Era più difficile fare un tempo oggi che giocarci il podio domani"

Prossimo Articolo

Marquez: "Se la Yamaha può vincere su un circuito, penso che sia questo"

Marquez: "Se la Yamaha può vincere su un circuito, penso che sia questo"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Olanda
Sotto-evento Q2
Location Assen
Piloti Valentino Rossi Acquista adesso
Team Yamaha Factory Racing
Autore Matteo Nugnes