Rossi: "Quando sei lento non è molto divertente"

Dopo il 21esimo tempo del venerdì di Jerez, Valentino Rossi ha risposto così quando è stato stuzzicato sul suo futuro. Anche perché il problema continua ad essere sempre lo stesso: il grip al posteriore della sua Yamaha.

Rossi: "Quando sei lento non è molto divertente"

La luce al fondo del tunnel non si avvicina. Anzi, più passano i fine settimana di gara e più la galleria sembra allungarsi per Valentino Rossi. Storicamente, Jerez è una pista amica per il "Dottore" e il suo ultimo podio è arrivato proprio in Andalusia lo scorso luglio. Oggi però è andato tutto storto per il pilota della Yamaha Petronas.

A fine giornata si ritrova 21esimo, staccato di oltre 1"4 dal miglior tempo della Ducati di Pecco Bagnaia, e sulla sua M1 si è ripresentato il problema ormai cronico della carenza di grip al posteriore, per il quale non è ancora riusciuto a trovare una soluzione che gli permetta di risalire la china.

"E' stata una giornata difficile, perché non sono abbastanza veloce. Il passo è migliore rispetto al time attack, poi il mio giro migliore è stato cancellato perché sono andato sul verde. In ogni caso, sarei stato due o tre posizioni più avanti, quindi niente di speciale", ha detto Valentino.

 

"La situazione è abbastanza difficile, perché è da un po' che soffro di questi problemi. Anche tecnicamente abbiamo fatto tante cose. Oggi avevo due moto un po' diverse, ma il feeling è sempre molto simile per quanto riguarda il grip posteriore. Dobbiamo provare altre cose e cercare di migliorare. Magari anche la pista inizierà ad avere un po' più di grip e potremo provare ad essere più veloci", ha aggiunto.

Inevitabilmente, è stato toccato il tasto di cosa accadrà il prossimo anno, visto che Rossi ha sempre detto che il proseguimento della sua carriera sarebbe dipeso dai risultati: "Non sento troppa pressione sinceramente. Mi sento bene fisicamente, il problema è che non sono abbastanza veloce. Non credo di avere altri problemi particolari".

Il pesarese poi ha sempre difeso la sua scelta di essere ancora in MotoGP a 42 anni, dicendo di divertirsi ancora molto. Oggi però ha dovuto ammettere che con questi risultati sta iniziando a venire meno questa componente.

"Guidare la moto è sempre bello, ma i risultati sono cruciali. Devi essere forte, non vincere sempre, ma almeno lottare per il podio e per le posizioni che contano. Per questo non sono felice, perché non sono competitivo. E quando sei lento non è molto divertente".

Leggi anche:

Qualcuno gli ha anche domandato se magari non faccia troppe modifiche sulla sua Yamaha invece che concentrarsi sulla guida, ma Valentino ha assicurato che non è assolutamente così.

"Con David (Munoz, il capo tecnico) il metodo di lavoro è un po' cambiato. Con Galbusera stavamo tanto a guardare tutti i dati insieme, osservando anche quello che facevano le altre Yamaha. Sapevo molto di più del setting, poi però David mi ha detto di concentrarmi sulla guida. Non so troppo bene cosa succeda sulla moto a livello di setting, ma non credo che cambiamo troppo. Credo più che queste gomme siano molto morbide e quindi hanno bisogno di una guida o di un setting un pochino diversi".

Semmai, ha spiegato di non essere ancora riuscito a trovare una chiave per adattarsi del tutto a questa generazione di gomme piuttosto morbide: "In tutta la mia carriera, ho sempre preferito le gomme dure. Per questo motivo dopo pochi giri inizio a soffrire, perché il posteriore si muove molto. Ma le gomme sono queste e gli altri riescono ad essere veloci, quindi dobbiamo trovare un modo per gestire questa situazione, anche se al momento non riesco a guidare al massimo".

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Marquez: “Ci ho messo qualche giro a fare la Curva 3 normalmente”
Articolo precedente

Marquez: “Ci ho messo qualche giro a fare la Curva 3 normalmente”

Prossimo Articolo

Morbidelli punge: “Vivo nel passato e provo a farlo andare forte”

Morbidelli punge: “Vivo nel passato e provo a farlo andare forte”
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021
Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi Prime

Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi

Dopo la disastrosa fine di stagione 2020 con il team Petronas, sono caduti dei dubbi sul francese della Yamaha, ma Fabio Quartararo ha risposto in modo convincente nel 2021, conquistando un titolo MotoGP che ha messo in risalto sia la sua velocità devastante sia la forza mentale.

MotoGP
19 dic 2021