Rossi: "Non correre non ci avrebbe riportato Dupasquier"

Valentino Rossi ha ottenuto il decimo posto al GP d'Italia al Mugello, miglior risultato della stagione. Ma anche nel suo caso l'attenzione si è spostata sulla morte di Dupasquier e sulla domanda: sarebbe stato più giusto non correre?

Rossi: "Non correre non ci avrebbe riportato Dupasquier"

Una buona partenza, vanificata da un contatto alla prima curva con Michele Pirro e Iker Lecuona. Poi una gara con i denti stretti, che lo ha portato a chiudere in decima posizione al GP d'Italia, la gara di casa, al Mugello, miglior risultato stagionale sino a ora. Questo è il riassunto della gara di Valentino Rossi, pilota del team SRT Petronas.

Il "Dottore", subito dopo la gara, ha raccontato i momenti buoni e quelli più difficili della sua gara al Mugello, sottolineando come il contatto alla San Donato gli abbia rovinato una gara che avrebbe potuto essere migliore.

"Non sono partito male ma sono rimasto chiuso a sandwich tra 2 moto e ho perso tantissimo. Sono riuscito a recuperare a fare qualche sorpasso, chiudendo decimo. Abbiamo portato a casa alcuni punti. Non è un risultato eccezionale, ma è comunque il miglior risultato della stagione e non è andata troppo male".

"Ho usato l'holeshot all'anteriore e alla partenza sono andato bene. Solo che poi sono rimasto incastrato tra Lecuona e Pirro e ho perso tempo. Ma l'holeshot è buono, è andato bene".

Leggi anche:

Valentino Rossi è stato uno dei pochi piloti a vedere in diretta lo strano e inconsueto incidente avvenuto poco prima della partenza tra le Ducati di Enea Bastianini e Johann Zarco. Ecco il racconto del 9 volte iridato sull'accaduto.

"Ora tutti i piloti frenano molto forte prima di arrivare in griglia per mandare in temperatura i freni in carbonio e per preparare i sistemi di partenza. Tutto aprono il gas e frenano molto forte per quei motivi. Tutti i piloti pensano a loro stessi, fanno le loro procedure e qualche volta è pericoloso. I piloti dietro devono stare attenti. Ho visto Bastianini da un metro, perché ero molto vicino. Sono cose che sfortunatamente possono succedere".

Archiviati i fatti di gara, Rossi ha aperto una parentesi molto ampia sulla scomparsa di Jason Dupasquier e sugli avvenimenti successivi, partendo da come è riuscito a trovare la concentrazione per affrontare la gara, arrivando alla candida ammissione di aver preso in considerazione il fatto di non partire. 

"Sapevo già ieri sera che la situazione di Dupasquier era disperata. Ma un conto è sapere quello, un altro è sapere che è morto. E' stato difficile per tutti, per noi e per quelli più giovani. Ma dovevamo essere concentrati perché altrimenti avremmo potuto rappresentare un pericolo. Ho cercato di stare con il mio team, la mia fidanzata e miei amici per cercare di concentrarmi, ma onestamente è stato molto difficile".

"Quando succedono cose del genere ti chiedi se abbia senso correre e probabilmente non l'ha. Perché tutto va in secondo piano. Però lo ha anche se non corri, perché non cambia nulla, non riporta Jason da noi".

 

"Secondo me se al posto di Dupasquier ci fosse stato un pilota di MotoGP, si sarebbe corso lo stesso. Quando accadde l'incidente di Simoncelli ci fermammo, ma eravamo in gara. A Barcellona e a Misano, con due casi analoghi, continuammo a correre. Io non credo che ci sia discriminazione a seconda di chi succede. Forse sarebbe stato giusto non correre, ma cosa sarebbe cambiato? Ormai è successo. E' stata dura per tutti. Ti chiedi: 'Perché correre, che senso ha?'. Tutti avremmo voluto fare i bagagli e tornare a casa. Ma domenica saremo già a correre a Barcellona. Se mi avessero detto: 'Non si corre'. Sarei stato d'accordo e sarei tornato a casa".

Miguel Oliveira, poco dopo aver ottenuto il podio dopo un bel duello con Joan Mir, ha sottolineato come - a suo avviso - la Moto3 sia divenuta una categoria troppo pericolosa per le velocità alte che hanno raggiunto oggi le 125. 

"Le Moto3 vanno troppo forte? Forse sono troppe, perché stanno tutte in scia ed è anche molto pericoloso. Succede però anche in Moto2 e MotoGP. E' difficile risolvere questa cosa. Sicuramente andando più piano, anche in MotoGP, potrebbe essere meno pericoloso, però sinceramente non saprei come fare".

"Da una parte abbiamo fatto tanto per la sicurezza, ma si può fare di più e non è abbastanza. Abbiamo fatto tanto anche sui caschi, le tute, gli airbag. Il problema però derivano dagli incidenti come quelli di Simoncelli, Tomizawa, quello di Jason. Lì non si può fare niente. Quando ti trovi un pilota steso a terra davanti. E' davvero impossibile fare qualcosa per evitare un problema del genere. Forse non è possibile".

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
2/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
3/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
4/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
5/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
7/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
8/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
9/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
10/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
11/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
12/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
13/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
14/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
15/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
16/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
17/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
18/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
19/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
20/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
21/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
22/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
23/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
24/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
25/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
26/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
27/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
28/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
29/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mir: "Non potevo passare Oliveira. Il podio era l'obiettivo"
Articolo precedente

Mir: "Non potevo passare Oliveira. Il podio era l'obiettivo"

Prossimo Articolo

Bagnaia duro: "Sbagliato correre, è stato irrispettoso"

Bagnaia duro: "Sbagliato correre, è stato irrispettoso"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021