Rossi: "Non abbiamo grandi idee per migliorare"

Il "Dottore" oggi ha trovato un piccolo step nel feeling con la sua Yamaha, ma in qualifica non è riuscito a fare meglio del 17esimo tempo, rallentato anche da un problema di elettronica. In ogni caso ha ribadito le sue difficoltà con le gomme troppo morbide e il grande livellamento verso l'alto che sta vivendo la MotoGP.

Rossi: "Non abbiamo grandi idee per migliorare"
Carica lettore audio

Un piccolo passo avanti c'è stato, ma non abbastanza per fare meglio del 17esimo posto sulla griglia del Gran Premio di Spagna di MotoGP. Valentino Rossi non è riuscito a ritrovare il sorriso neanche a Jerez, dove ha dovuto fare i conti anche con un grande livellamento verso l'alto di tutto lo schieramento, testimoniato dal fatto che in FP3 i primi 10 erano racchiusi nello spazio di meno di due decimi. 

In più, nella Q1 ha avuto anche un piccolo problema a livello di elettronica sulla sua Yamaha che non gli ha permesso di mostrare tutto il suo potenziale, anche se il "Dottore" è stato anche onesto nel dire che la situazione non sarebbe cambiata troppo.

"Siamo riusciti a migliorare un pochino e stamattina ero staccato solo sette decimi dal primo, ma ero 15esimo. Il livello della MotoGP è davvero impressionante. In qualifica ho avuto qualche problemino di elettronica sulla moto, quindi penso che il mio potenziale sia migliore del 17esimo posto, perché non sono riuscito a dare il 100%. Diciamo che non sono fantastico, ma sono un pelino meglio. Domani proveremo ancora qualcosa nel Warm-Up e poi sarà importante scegliere le gomme giuste", ha detto Valentino a fine giornata.

 

Quando gli è stato chiesto di entrare nei dettagli del suo miglioramento, il pesarese ha aggiunto: "Oggi David (Munoz, il capo tecnico) mi aveva preparato un nuovo setting con il quale ero più a mio agio e riuscivo ad entrare più forte in curva. Queste gomme però sono molto morbide, specialmente per quanto riguarda le carcasse, quindi bisogna cercare di avere una guida un po' più morbida, ma ci sto lavorando".

Anche oggi quindi è emerso nuovamente il tema delle gomme troppo morbide per il suo stile di guida. Dunque, al 9 volte iridato è stato chiesto se abbia ancora delle idee per provare ad ovviare ai suoi problemi e migliorare i piazzamenti.

"Sicuramente non sono i risultati che vorremmo, ci piacerebbe essere più avanti, perché così è sempre difficile. Non abbiamo particolari idee o grandi cose che si possono fare, però il livello è molto alto e sono tutti molto attaccati. Abbiamo ancora alcune cose su cui lavorare e dipenderà molto da pista a pista. Sarà difficile, ma ci proviamo perché la stagione è molto lunga e faremo di tutto per provare ad essere più competitivi".

Poi Rossi è tornato sul discorso del livellamento verso l'alto della MotoGP, dicendosi tuttavia convinto di poter ancora dire la sua se fosse in grado di migliorare il feeling con la sua Yamaha griffata Petronas.

Leggi anche:

"Ci sono tanti piloti giovani che vanno molto forte, che arrivano dalla Moto2 già pronti e veloci. La cosa incredibile è il livellamento: oggi per stare nei primi dieci in FP3 bisognava stare ad un decimo e mezzo dalla pole, quindi praticamente bisognava fare le pole. La MotoGP oggi è così, ma io posso essere un po' più competitivo di così se riusciamo a migliorare il feeling con la moto, quindi ci proveremo".

Infine, ha commentato anche la strana situazione che sta vivendo Franco Morbidelli, che si ritrova a dover correre con una M1 del 2019 pur essendo vice-campione del mondo in carica e continuando a dimostrarsi molto competitivo anche con quella.

"Franco è un nosto pilota (della VR46, ndr), quindi è da tantissimo che chiediamo una moto ufficiale per lui, però la Yamaha ha detto che la situazione è questa. Secondo me Franco si meriterebbe la moto ufficiale, perché sta facendo paura, ma io non saprei cosa fare per aiutarlo. Comunque lo vedo molto bene anche con la sua M1. Si sta trovando bene, sta migliorando e penso che domani farà una gran gara".

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
2/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
3/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
4/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
5/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
7/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
8/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
9/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
10/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
11/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
12/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
13/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
14/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
15/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
16/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
17/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
18/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
19/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
20/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Morbidelli: "Sto guidando in modo più animalesco"
Articolo precedente

Morbidelli: "Sto guidando in modo più animalesco"

Prossimo Articolo

Quartararo: “Abbiamo le carte in regola per vincere”

Quartararo: “Abbiamo le carte in regola per vincere”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021