Rossi: “Nel 2021 Yamaha vorrà Quartararo, lasciarlo è da pazzi”

Ottavo al traguardo, Rossi non è soddisfatto e cerca di pensare a qualche miglioramento in vista di Motegi, appuntamento di casa Yamaha. Poi dice la sua su Fabio Quartararo.

Rossi: “Nel 2021 Yamaha vorrà Quartararo, lasciarlo è da pazzi”

Gara da dimenticare quella di Buriram per Valentino Rossi, che eguaglia il suo peggior risultato stagionale con un’ottava posizione che non soddisfa e che lascia l’amaro in bocca, considerando che anche stavolta è l’ultimo delle Yamaha al traguardo.

“Sfortunatamente, la gara è stata molto simile alle ultime, perché più o meno ho lo stesso problema. Quindi, dopo qualche giro, molto presto, ho iniziato a soffrire con il grip al posteriore e sembra che la gomma soffra maggiormente. Perdo grip e prestazione e devo rallentare. È stata un’altra gara difficile, è un peccato, perché questa mattina nel warm up avevamo trovato un buon compromesso e sono andato bene”. Queste le parole di Valentino al termine del Gran Premio della Thailandia, ancora una volta andato al di sotto delle aspettative.

 

“Avevamo modificato un po’ le soluzioni che avevamo trovato per quanto riguarda il grip – continua Valentino – Stamattina abbiamo montato una gomma usata e ho completato un po’ di giri buoni, quindi mi aspettavo di fare una buona gara, ma sfortunatamente la moto nuova ha lo stesso tipo di problema. Comunque abbiamo altre quattro gare da disputare e faremo un meeting e proveremo già dalla prossima settimana in Giappone ad essere più competitivi per il finale di stagione”.

Ma, se una volta il punto forte di Valentino era la domenica, in questo momento la rotta sembra invertita: “Il problema quando sei sulla moto è molto chiaro. La gomma perde performance e grip, quindi ogni volta faccio molta fatica. A Silverstone per esempio è andata bene, ma comunque in qualifica la situazione non è fantastica, specialmente in gara. Dobbiamo migliorare qualcosa a Motegi, perché oggi onestamente i primi tre sono stati veloci, ma con gomma usata io avrei potuto lottare con Dovizioso e Rins per la quarta posizione, solo che non è stato così”.

Leggi anche:

Il Dottore paga 18 secondi dal vincitore Marquez, che oggi ha conquistato il suo ottavo titolo mondiale e sta per eguagliare proprio il pilota di Tavullia. Lo spagnolo ha beffato nel finale Fabio Quartararo, in testa per tutta la gara e secondo al traguardo dopo aver subìto il sorpasso all’ultima curva. Il francese resta però il migliore dei piloti Yamaha e Rossi crede che debba restare nell’orbita della Casa di Iwata anche in futuro: “È molto importante che Yamaha tenga Quartararo, perché è stato veloce sin da giovanissimo, ma nessuno si aspettava così tanto. Quindi ha fatto qualcosa di speciale e credo che il prossimo anno qualsiasi squadra vorrà Quartararo nella propria squadra. Sicuramente nel 2021 Yamaha vorrà Quartararo, se non sono pazzi”.

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/16

Foto di: Srinivasa Krishnan

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, sotto la pioggia

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, sotto la pioggia
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Viñales: “Marquez ha dominato come mai aveva fatto”

Articolo precedente

Viñales: “Marquez ha dominato come mai aveva fatto”

Prossimo Articolo

Petrucci: "Esagerato il distacco nei primi cinque giri"

Petrucci: "Esagerato il distacco nei primi cinque giri"
Carica commenti
Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria Prime

Marquez ha battuto anche la sua Honda per tornare alla vittoria

Marc Marquez ha attraversato l'inferno ed è tornato nei 581 giorni trascorsi tra la sua vittoria nella gara conclusiva del 2019 e il ritorno al successo di domenica scorsa al Sachsenring. Nonostante stia ancora lottando con i suoi limiti fisici ed una Honda 2021 difficile da guidare, il Sachsenring ha fornito allo spagnolo la tempesta perfetta per tornare sul gradino più alto del podio.

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi Prime

Perché la Yamaha rischia di perdere Valentino Rossi

Il prossimo passo della carriera di Valentino Rossi in MotoGP dovrebbe avere un'influenza di grande portata su un certo numero di piloti e squadre sulla griglia. Ma probabilmente l'impatto più grande sarà quello sulla Yamaha...

MotoGP
23 giu 2021
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Formula 1
22 giu 2021
Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP
22 giu 2021
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021