Rossi: "Morbidelli è allo stesso livello di Quartararo e Mir"

Al termine di una giornata difficile da decifrare per il vento ed il poco grip, il "Dottore" ha speso parole per l'amico e futuro compagno di box in Petronas.

Rossi: "Morbidelli è allo stesso livello di Quartararo e Mir"

Valentino Rossi non guarda troppo alla classifica alla conclusione della prima giornata di prove del Gran Premio di Catalogna. Le condizioni, tra il grip dell'asfalto quasi nullo ed un vento fastidiosissimo, hanno reso molto difficile farsi un'idea di quelli che potranno essere i valori in campo domenica a Barcellona.

Per questo il "Dottore" preferisce badare a se stesso e il feeling che ha trovato con la sua Yamaha non è malvagio, inoltre gli ha permesso per ora di guadagnarsi un posto nella Q2 provvisoria.

"Sono solo decimo nella cumulativa, ma il feeling è migliore. Il mio passo è abbastanza buono, anche se sicuramente abbiamo bisogno di lavorare su diversi aspetti, perché c'è molto slide al posteriore, ma mi sento molto bene sulla moto" ha detto Valentino a fine giornata.

Come detto, il grip offerto dall'asfalto è veramente basso e a questo si aggiunge che l'allocazione delle gomme è la stessa che era stata pensata per giugno, quindi per temperature più elevate.

"E' uno shock entrare in pista qui dopo Misano, perché sembra uno scherzo. Dietro c'è veramente pochissimo grip, scivola tantissimo ed è dura per tutti. Le gomme erano state scelte per venire qui a giugno, invece è la fine di settembre".

"Quelli della Michelin dicono che secondo loro avrebbe dovuto essere come a giugno, ma a me non sembra, perché è un po' più freddo. Ma credo che la Michelin non avesse il tempo di cambiare le gomme, quindi bisognerà arrangiarsi con quelle che abbiamo, anche se siamo tutti in difficoltà".

Come se non bastasse, oggi ci si è messo anche un vento fastidiosissimo soprattutto sul rettilineo di partenza. Dunque, bisognerà attendere domani per avere un quadro un po' più chiaro di quelli che potranno essere i valori in campo.

Leggi anche:

"Oggi c'erano delle condizioni veramente difficili, perché c'era il vento a raffiche che ti soffiava in faccia non proprio dritto, ma un po' laterale in uscita dall'ultima curva. Sul rettilineo faceva anche paura, perché la moto si muoveva molto anche ad altissima velocità. Però sembra che domani il vento debba calare e che ci sarà una condizione normale".

"Quindi è difficile dire se chi è davanti oggi lo sarà anche domenica, perché cambieranno un sacco di cose: l'evoluzione della pista, ma anche come lavoreranno sul setting della moto le varie squadre ed i vari piloti. Poi penso che la pista domani avrà più grip, quindi si andrà più forte".

Dopo il raggiungemento dell'accordo, per questo fine settimana è attesa la firma sul contatto che lo legherà al Team Petronas il prossimo anno. La scelta di continuare anche nel 2021 è arrivata quasi a scatola chiusa, quindi al pesarese è stato chiesto se i risultati che sta raccogliendo ora sono in linea con quelli che si aspettava quest'anno per decidere di non fermarsi.

"Sì, l'anno scorso ero molto frustrato. Dopo alcune gare positive ed un paio di podi avevamo perso la strada e facevo davvero tanta fatica. Il Mugello era stato un incubo. A Barcellona c'era stato l'incidente con Lorenzo, poi Assen ed il Sachsenring erano state un disastro. A parte il risultato, non riuscivo a guidare la moto come avrei voluto".

"Ho cambiato alcune cose nel team e mi ero detto che se avessi continuato ad avere il feeling del 2019 mi sarei fermato, ma la situazione ora è molto migliore. E' difficile, perché il livello è molto alto, ma stiamo lavorando bene e possiamo essere competitivi. Con questi risultati, è giusto continuare un altro anno".

E un esempio del livello molto alto è il suo futuro compagno Franco Morbidelli, che anche oggi è stato il più veloce. Rossi ha speso parole di elogio per Frankie, che è anche uno dei membri della sua Academy.

"Franco quest'anno sta andando molto forte, l'anno scorso per lui era il primo anno con la Yamaha, quindi ha avuto bisogno di un po' di tempo. Ha reagito molto bene ad avere un compagno di squadra come Quartararo: lui doveva essere l'uomo di punta, invece è arrivato Fabio, che ha fatto delle cose veramente da fenomeno".

"Però Franco ha lavorato, si è dato da fare e quest'anno si sta allenando veramente da paura. Se non avesse avuto tutti questi problemi, sarebbe lì davanti con tutti quelli che sono ad 80 punti".

"Io lo metto assolutamente allo stesso livello di Quartararo, Vinales e Mir, che sono i giovani che sono più in forma. L'anno prossimo quindi sarà tosta, non sarà un compagno di squadra facile".

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: “Giornata non normale, i dati sono poco indicativi”

Articolo precedente

Dovizioso: “Giornata non normale, i dati sono poco indicativi”

Prossimo Articolo

Mir: “Sarà difficile battere le Yamaha, ma non impossibile"

Mir: “Sarà difficile battere le Yamaha, ma non impossibile"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021