Rossi: "Mi sporgo poco dalla moto? Non sono d'accordo"

Il "Dottore" ha risposto a quanto detto stamattina da Piero Taramasso della Michelin riguardo al consumo delle gomme. Oggi intanto ha fatto uno step positivo.

Rossi: "Mi sporgo poco dalla moto? Non sono d'accordo"

Non è ancora di quelli che possano rendere troppo ambiziosi, ma il passo avanti oggi c'è stato per Valentino Rossi. Ieri, dopo una prima giornata di prove disastrosa, il "Dottore" aveva detto che sarebbe stata dura riuscire a centrare l'accesso diretto alla Q2, invece il pesarese ha stupito tutti con l'ottavo tempo nella FP3.

In qualifica, quando la temperatura si è rialzata, la sua Yamaha è tornata ad avere qualche difficoltà in più e quindi alla fine si è dovuto accontentare del decimo posto in griglia, con un ritardo di un secondo dalla pole di Fabio Quartararo, anche se il passo avanti rispetto a ieri rimane.

A tenere banco oggi, però, sono state le dichiarazioni rilasciate stamani dal responsabile della Michelin, Piero Taramasso, ai microfoni di Sky Sport MotoGP, che ha provato a spiegare perché secondo lui Valentino ha più difficoltà con la gomma posteriore rispetto agli altri piloti Yamaha.

"Rossi ha uno stile di guida particolare. In piega si sporge meno dalla moto rispetto agli altri piloti. Per questo motivo sollecita maggiormente la gomma sulla parte più esterna e la temperatura dello pneumatico sale. Sono sicuro, però, che riuscirà a risolvere" ha detto Taramasso.

Ovviamente, al diretto interessato è stato chiesto il suo punto di vista sulla questione: "Io non sono d'accordo con Taramasso, perché lui dice che consumo di più la gomma perché mi sporgo meno degli altri dalla moto. Ma se guardate le immagini, non è vero. Io sono abbastanza fuori ed ho lavorato molto su questa cosa. Per esempio, quando correvamo con le Bridgestone, stavamo ancora più fuori. Ci sono dei piloti poi che penso che si sporgono anche meno di me e posso fare degli esempo: Dovizioso è un pilota che ha uno stile molto composto sulla moto, ma non finisce le gomme".

Leggi anche:

Secondo lui è sì un problema che deve provare a risolvere lui insieme alla sua squadra, ma legato di più al fatto che le mescole e le carcasse della Michelin sono abbastanza morbide rispetto a quelle del passato che gli piacevano di più.

"Io nella mia carriera ho sempre preferito le gomme dure, sia come mescola che come carcassa, le Michelin invece oggi sono molto morbide su entrambi i fronti. Poi io sono uno dei più alti in griglia quindi, anche se sono abbastanza magro, pago qualcosina anche a livello di peso. Però su una cosa devo essere d'accordo con Taramasso, perché gli altri piloti con queste gomme vanno, quindi è un problema che dobbiamo risolvere noi".

Anzi, da un certo punto di vista, sembra convinto di essere già riuscito a fare un passo nella direzione giusta oggi, perché piano piano anche il suo capotecnico David Munoz sta prendendo le misure alla MotoGP.

"Ci proveremo e ci stiamo lavorando. Rispetto a ieri siamo migliorati molto. Stiamo iniziando a lavorare bene con David. Abbiamo fatto solo due test e anche lui non ha tanta esperienza in MotoGP, quindi ci vuole un po' di tempo. Rispetto a ieri siamo andati meglio, anche se il pomeriggio soffro sempre un pochino. Abbiamo fatto un bello step, ma non basta ancora, quindi dobbiamo cercare di essere più competitivi per domani".

In casa Yamaha c'era un po' di stupore per le grandi difficoltà che Valentino ha incontrato ieri, anche se il diretto interessato non ha nascosto invece che un po' si aspettava di faticare a Jerez, anche se spera di riuscire a fare ancora uno step per la gara di domani.

"E' vero che sia in Malesia che in Qatar eravamo andati un po' meglio ed avevamo un buon passo, però mi aspettavo di dover soffrire un po' qui a Jerez. Nel 2016 ho vinto, ma dal 2017 sono sempre stati dei weekend difficili. Poi con questo caldo è tosta per tutti. Diciamo che ci sono i primi tre che vanno più forte, poi però dal quarto al 12esimo-13esimo siamo veramente tutti lì. Per questo dobbiamo cercare di migliorare qualche decimo e poi vedere, perché la gara è molto lunga. Mi aspetto un bel gruppo di mischia dietro ai primi tre però".

Domani Marquez sarà circondato da quella che potremmo definire la "nuova generazione": Quartararo, Vinales, Bagnaia e Miller. Per Rossi però il grande favorito rimane sempre Marc.

"Marquez lo vedo ancora come il favorito, perché è quello che ha più passo di tutti, però Vinales e Quartararo stanno guidando veramente da paura, quindi possono anche provare a dargli fastidio. Purtroppo vedo la Yamaha superiore nel giro con le gomme nuove, ma inferiore alla Honda in gara. Loro vanno più forte sul rettilineo e consumano meno le gomme. Quindi sarà dura con Marquez, perché la gara è lunga. Anche Bagnaia e Miller sono andati molto forte e la Ducati va molto forte sul rettilineo, quindi magari ci sarà un po' di bella bagarre all'inizio".

Guarda il Gran Premio Red Bull di Spagna live su DAZN. Attiva ora

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/17

Foto di: MotoGP

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il garage di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Il garage di Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/17

Foto di: MotoGP

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
15/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
16/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
17/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP, Jerez: pole di Quartararo, super Bagnaia quarto
Articolo precedente

MotoGP, Jerez: pole di Quartararo, super Bagnaia quarto

Prossimo Articolo

Vinales: “Sarà fondamentale evitare la fuga di Marquez”

Vinales: “Sarà fondamentale evitare la fuga di Marquez”
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021