Rossi: "M1 2020? Devo ancora capire se è meglio della 2019"

Il "Dottore", oggi solo 18esimo, ha spiegato che la Yamaha aveva fatto delle promesse importanti su questa moto, che però non ha fatto il passo avanti atteso rispetto alla versione 2019.

Rossi: "M1 2020? Devo ancora capire se è meglio della 2019"
Carica lettore audio

Non è stato un venerdì facile per le Yamaha quello del secondo appuntamento sul tracciato di Valencia. A fine giornata, solamente Franco Morbidelli e Maverick Vinales avrebbero accesso diretto alla Q2, mentre il "Dottore" e Fabio Quartararo hanno faticato decisamente di più, con il pesarese che si ritrova 18esimo seppur staccato di soli sette decimi.

Il 9 volte iridato comunque è conscio del fatto che domani gli servirà uno step per scalare la classifica, soprattutto per quanto riguarda il grip posteriore della sua M1.

"Non sono troppo lontano, perché siamo tutti abbastanza raggruppati, ma la mia posizione non è buona. Domani proveremo qualcosa di diverso per cercare di migliorare il grip posteriore, specialmente in ingresso. Speriamo di essere più competitivi" ha detto Valentino.

I suoi colleghi vinales e Quartararo si lamentano del fatto che per alcuni aspetti forse la M1 di quest'anno sia addirittura inferiore a quella del 2019 che utilizza Morbidelli. Secondo Rossi invece il valore delle due moto è abbastanza simile.

"Avevamo molte aspettative per questa moto 2020, perché c'era stato detto che la Yamaha si era impegnata molto, che il motore ci avrebbe dato più velocità e che la moto sarebbe stata chiaramente meglio. Invece siamo alla penultima e ancora dobbiamo capire se la moto nuova è meglio della vecchia".

"Questo vuol dire che più o meno sono uguali, poi su qualche pista va meglio una e qualche altra pista vanno meglio l'altra. Quello che è sicuro è che non c'è stato lo step di prestazioni che ci aspettavamo per essere competitivi".

"C'è da dire che la Yamaha comunque quest'anno è stata competitiva in certe piste, perché hanno vinto sei gare. Però sulle piste più difficoltose, i nostri problemi sono più o meno sempre gli stessi. Come ho già detto tante volte, la Yamaha deve lavorare sodo sul motore, perché da quel punto di vista siamo inferiori a tutte le altre moto".

Leggi anche:

Oggi la Yamaha ha annunciato Cal Crutchlow come collaudatore e in settimana Andrea Dovizioso ha rivelato che si prenderà un anno sabbatico. Questo vuol dire che la differenza generazionale sarà ancora più pesante per Valentino nel 2021.

"Purtroppo gli altri due vecchi non ci saranno più, quindi la differenza sarà ancora più grande. C'è molto ricambio generazionale negli ultimi anni. Sono arrivati tanti piloti dalle categorie minori perché tutti puntano alla MotoGP subito, il prima possibile".

"Nel motociclismo del passato invece c'erano tanti piloti che cercavano di arrivare in MotoGP con più calma. Ma è la categoria più importante, quindi è normale che i piloti giovani vogliano arrivare".

C'è però una consolazione o una speranza guardando all'anno prossimo, ovvero che il calendario possa tornare ad essere un po' più normale, dopo una 2020 reso davvero complicato dalla pandemia del COVID-19.

"Non mi aspettavo che questa situazione di emergenza del COVID cambiasse così tanto il campionato, invece è stata dura. E' stato molto più complicato rispetto al normale, perché è difficile fare tutto, anche solo viaggiare".

"Siamo andati solo su alcune piste e su certe abbiamo corso anche due volte, magari fuori stagione. Spero che l'anno prossimo vada meglio, perché la chiave sarà fare le gare in Europa nelle date classiche e magari tutte su piste diverse. Se si farà così, sarà già un campionato di buon livello".

Poi ci saranno altre due novità importanti: il debutto di suo fratello Luca Marini, ma anche dei colori dello Sky Racing Team VR46. Un passaggio che potrebbe essere fondamentale in chiave futura.

"Sono molto contento che Luca correrà in MotoGP. Non sarà proprio il nostro team, ma avremo una partecipazione, soprattutto tecnica. Sarà interessante vedere come ce la potremo cavare e magari capire cosa potremo fare in futuro".

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Causa a Ducati? Se parlo il mio manager mi uccide..."
Articolo precedente

Dovizioso: "Causa a Ducati? Se parlo il mio manager mi uccide..."

Prossimo Articolo

Mir: "Caduto a causa della gomma dura. Non avverto pressione"

Mir: "Caduto a causa della gomma dura. Non avverto pressione"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021