Rossi: "Le gare 'flag to flag' sono più pericolose"

Dopo una buona qualifica, il "Dottore" non è andato oltre l'11esimo posto in gara a Le Mans, non riuscendo a trovare il giusto ritmo in condizioni miste e pagando anche un contatto con Pol Espargaro. Ancora una volta però il pesarese ha sottolineato che eviterebbe volentieri di fare le gare "flag to flag".

Rossi: "Le gare 'flag to flag' sono più pericolose"
Carica lettore audio

"Il risultato non è niente di speciale, anche se rimane un weekend nel quale siamo riusciti a confermare i miglioramenti dei test di Jerez". E' questo il punto di partenza dal quale Valentino Rossi ha analizzato l'11esimo posto conquistato a Le Mans, un piazzamento che se non altro gli permette di tornare a marcare qualche punticino dopo tre zero consecutivi.

Un risultato che forse avrebbe potuto essere migliore se non fosse venuta fuori una gara pazza, con la pioggia arrivata ad imporre un "flag to flag" dopo appena pochi passaggi, ma che è dipeso anche da altri fattori importanti oltre che da condizioni di pista solitamente poco digeste alla Yamaha.

"Le condizioni miste per noi oggi sono state un problema. Ero forte sul bagnato, stamattina avevo fatto un gran Warm-Up. Il mio passo non era male sull'asciutto, quindi avrei potuto fare una bella gara. Quando è un mix però soffriamo troppo ed è un peccato, perché avremmo potuto fare meglio", ha detto quasi con rassegnazione il "Dottore" dopo la gara.

Leggi anche:

Uno dei fattori che hanno contribuito a complicare la sua gara è stato un contatto con Pol Espargaro e Franco Morbidelli avvenuto alla curva 11, dopo che lo spagnolo della Honda aveva rischiato di incappare in un highside ed era rientrato in traiettoria in maniera abbastanza discutibile.

"Pol è stato sicuramente molto aggressivo. Ha preso un'imbarcata e io lo avevo passato, ma poi è entrato nella curva successiva più forte e si è appoggiato a me. Stavamo già andanto larghi, ma poi è arrivato anche Morbidelli ed ha dato una spintina in più, così sono finito fuori dalla pista".

"Diciamo che è andata già bene a non essere caduti tutti e tre. Ho perso una vita, perché in quel momento ero settimo e mi sono ritrovato 13esimo, ma è andata bene che non ci siamo stesi".

L'altro fattore è stata la scelta delle gomme da bagnato da utilizzare dopo il cambio moto. Il pesarese ha ammesso infatti che con una coppia di media forse le cose sarebbero potute andare diversamente.

"Avrei anche potuto mettere le gomme medie sulla moto da bagnato, ma ci aspettavamo che la pioggia arrivasse più avanti nella gara. Purtroppo ha iniziato a piovere abbastanza presto, quindi alla fine ero abbastanza in difficoltà con le soft".

 

A tutto questo bisogna aggiungere che il 9 volte iridato non ha mai nascosto di non essere un grande tifoso del regolamento "Flag to Flag".

"Non mi piacciono le gare 'flag to flag', perché penso che siano più pericolose. E' difficile perché a volte sei costretto a girare con le slick sul bagnato o l'opposto. Preferisco le gare normali, nelle quali puoi prendere il tuo ritmo e fare la tua strategia. Così è tutto più difficile".

Resta almeno la consolazione di aver confermato il passo avanti dei test di Jerez e la speranza di poterlo convalidare nuovamente tra due settimane su una pista amata come quella del Mugello.

"Spero che il pacchetto funzioni anche al Mugello, perché qua sono andato meglio. Ho sempre lottato per stare nella top 10, quindi abbiamo fatto uno step rispetto alle prime gare. Ogni pista è un po' una storia a sé, ma anche al Mugello speriamo di ritrovare questo feeling e di essere un po' più veloci. Penso che sia possibile che ci sarà anche un nuovo casco speciale".

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
3/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
9/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Márquez amaro: “Non ho saputo cogliere l’occasione della pioggia”
Articolo precedente

Márquez amaro: “Non ho saputo cogliere l’occasione della pioggia”

Prossimo Articolo

Espargaro accusa Morbidelli, Franco risponde: “Colpa condivisa”

Espargaro accusa Morbidelli, Franco risponde: “Colpa condivisa”
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021