Rossi: "Le cose provate nei test di Jerez funzionano anche qui"

Valentino Rossi è stato autore del nono tempo nelle Libere 2 del GP di Francia. Questo, al momento, gli permette di essere qualificato per la Q2. Le prestazioni sono in miglioramento grazie agli ottimi test effettuati lunedì scorso a Jerez.

Rossi: "Le cose provate nei test di Jerez funzionano anche qui"

Il tracciato Bugatti Circuit di Le Mans ha presentato oggi, nei primi 2 turni di libere, un Valentino Rossi completamente differente rispetto ai primi gran premi della stagione. Il pilota del team Petronas Yamaha SRT ha ottenuto il nono tempo e, al momento, è qualificato per la Q2 delle qualifiche del Gran Premio di Francia che si terranno domani pomeriggio.

Al termine del secondo turno di libere a confermare la buona impressione che ha dato a tutti è stato lo stesso Valentino. Il turno pomeridiano, risparmiato dalle precipitazioni e dall'umidità, hanno consentito al 9 volte iridato di lavorare sull'assetto e di confermare i miglioramenti fatti nei test svolti lo scorso lunedì all'Angel Nieto di Jerez de la Frontera.

"E' un giorno migliore per noi. già sul bagnato stamattina ero veloce, la moto andava bene e l'assetto era buono", ha dichiarato Valentino al termine del secondo turno di prove libere. "Però avevamo bisogno di una sessione asciutta per capire se il lavoro fatto nei test di Jerez potesse aiutarci anche a Le Mans. Siamo stati fortunati perché nelle Libere 2 il turno è stato completamente asciutto".

Leggi anche:

"Sono in Top 10, ho centrato il nono tempo, ma in generale sono contento perché sono riuscito a guidare meglio la moto, ho trovato un buon compromesso, potevo frenare tardi e aprire il gas rapidamente. Dunque non è andata male. Alla fine sono in Top 10 ed è molto importante e sembra che sia più veloce rispetto alle prime gare dell'anno".

"Credo che il lavoro fatto a Jerez ci sia servito molto. Abbiamo lavorato su un diverso assetto delle sospensioni, una forcella differente, per esempio abbiamo modificato il bilanciamento dei pesi della moto. Tutte queste cose mi hanno aiutato ad andare più forte. Freno più tardi e porto maggior velocità a interno curva e mi sento meglio con la moto".

Per il "Dottore" sarà importante capire quale tipo di meteo ci sarà domani e, soprattutto, domenica, la giornata di gara. Valentino ha fatto sapere di preferire una gara asciutta o completamente bagnata, evitando possibilmente il flag-to-flag.

"E' solo venerdì, dobbiamo ancora sistemare il bilanciamento e alcune piccole cose. Dovremo capire quale sarà il meteo per le prossime giornate. Credo che sarà fondamentale. Qui cambia tutto in appena 5 minuti, può succedere di tutto. Spero però che sia una gara asciutta, oppure una gara tutta sul bagnato. L'importante è che non ci sia il flag-to-flag".

 

Molto bella anche la sua disamina sui punti critici della pista. Oggi, in Curva 3, tanti piloti sono stati beffati da diversi fattori. In più, in alcuni tratti, l'asfalto è particolarmente rovinato: un aspetto dovuto all'utilizzo del tracciato da parte delle vetture che corrono ogni anno alla 24 Ore di Le Mans.

"La Curva 3 è la più difficile. Non c'è tanto grip, in più arrivi in quel punto dopo un lungo rettilineo e 2 curve destrorse, per cui la spalla sinistra della gomma è fredda. Credo anche che un'altra caratteristica importante della curva sia l'inclinazione dell'asfalto, abbiamo un negative banking. Un altro fattore che rende tutto più difficile è che questa pista è utilizzata anche dalle vetture che corrono la 24 Ore di Le Mans. La parte utilizzata dalle macchine ha meno grip e l'asfalto è più vecchio".

"E' solo venerdì ma sono molto contento perché le prime gare sono state difficili. Quando si va così male è dura, lo è perché diventi molto pessimista e tante volte non vedi la luce alla fine del tunnel e non è facile. Io cerco di stare tranquillo e cerco di ricordare le stagioni in cui vincevo 11 gare l'anno. Mi aiutano gli amici, la squadra. Ho molto sostegno da parte di tutti e mi ha aiutato tanto. Non è facile ma bisogna cercare di non mollare. Poi in MotoGP le cose cambiano davvero velocemente. Guardate Danilo (Petrucci, ndr): lo scorso anno ha vinto e oggi è ultimo".

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
2/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
3/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
4/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
5/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
7/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
8/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
9/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
10/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
11/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
12/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
13/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
14/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
15/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
16/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
17/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
18/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
19/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
20/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
21/21

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Marini: “Difficile sapere che ruolo avrà Valentino nel suo team”
Articolo precedente

Marini: “Difficile sapere che ruolo avrà Valentino nel suo team”

Prossimo Articolo

Rossi sul team VR46: "E' un 50-50 tra Yamaha e Ducati"

Rossi sul team VR46: "E' un 50-50 tra Yamaha e Ducati"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021
Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi Prime

Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi

Dopo la disastrosa fine di stagione 2020 con il team Petronas, sono caduti dei dubbi sul francese della Yamaha, ma Fabio Quartararo ha risposto in modo convincente nel 2021, conquistando un titolo MotoGP che ha messo in risalto sia la sua velocità devastante sia la forza mentale.

MotoGP
19 dic 2021