Rossi: "Io, Jorge e Marc assieme all'ultima curva? Vince il quarto!"

Valentino Rossi ha centrato la pole del GP di Spagna, ma non si è dichiarato stupito del risultato: "Con le Michelin vado forte in Qualifica", poi aggiunge: "L'obiettivo è non far fuggire nei primi giri Lorenzo e Marquez".

Sembrava dover essere una lotta circoscritta a Marquez e Lorenzo per la pole position del GP di Spagna, invece Valentino Rossi ha colto la partenza al palo grazie a un terzo e un quarto settore strepitoso, che gli ha consentito di battere i due rivali spagnoli e portarsi a casa la vetta della graduatoria delle prove ufficiali di Jerez de la Frontera.

Il centauro della Yamaha ha però ammesso di non essere sorpreso di questo risultato: "Questa pole però non è una sorpresa perché con le Michelin sono migliorato molto in Qualifica in questa stagione, ma sempre una bella adrenalina, soprattutto su questa pista. Battere Marquez e Lorenzo è sempre molto difficile. Sarebbe poi bello farlo anche domani, ma sarà più tosta. Questa è una delle piste in cui, quando ero giovane, con le Michelin ero competitivo, meno con le Bridgestone. Abbiamo fatto un bel lavoro ieri, ma non so se basterà".

"Lo scorso anno soffrivo sempre troppo. Abbiamo lavorato sulla moto, abbiamo fatto tante modifiche, soprattutto con queste gomme sul giro secco sono molto competitivo, come ho mostrato sia a Termas de Rio Hondo che ad Austin, ma fare la pole è diverso (ride)".

Nonostante la grande prestazione odierna, il "Dottore" sa che domani dovrà vedersela con Lorenzo e Marquez, sempre molto veloci sulla pista andalusa: "Domani potrebbe essere una buona gara ma non si sa mai cosa potrebbe accadere. La gara è sempre imprevedibile e potrebbe succedere di tutto Abbiamo fatto ottimi passi avanti ma sia Jorge che Marc hanno un passo gara molto competitivo e penso che sarà difficile. Sono pronto però per lottare e spero di poterlo fare per tutta la gara".

"Mi trovo molto bene con le gomme nuove, ma anche con le gomme usate. La moto funziona piuttosto bene in tutte le condizioni. Le cose più importanti domani saranno la partenza, perché partire dalla pole è un vantaggio molto importante per quanto riguarda i metri rispetto agli altri. I primi giri, perché sappiamo che Lorenzo è spesso molto veloce, quasi imbattibile, ma ci sarà anche la seconda parte di gara. Le gomme qui slittano tanto e si consumano in fretta, quindi dovremo avere un buon passo nella seconda parte di gara. Se Lorenzo parte subito nei primi giri è finita, ma anche Marquez ha un grande passo gara".

Rossi ha poi fissato l'obiettivo per i primi giri di gara: "Secondo me Lorenzo proverà a scappare subito sin dai primi giri, dunque dovremo essere bravi a evitare che questo accada. Marquez è uno veloce sin da subito, ma più pronto per la sfida negli ultimi giri. Il primo obiettivo è evitare Lorenzo. Mi piacerebbe arrivare tutti e tre assieme all'ultima curva, ma il pilota che avrebbe più possibilità di vincere sarebbe il quarto!".

Menzione finale per Nicolò Bulega, talento della VR46 Academy, che ha colto la prima pole della carriera nel Motomondiale. "Bulega? Ero invidioso della sua pole e allora l'ho fatta anche io", scherza il "Dottore". "E' stato bravo Bulega. Pole alla prima gara in Europa, alla quarta nel Motomondiale. Tanta Roba... Siamo però molto felici perché per quanto riguarda l'Academy abbiamo sperato di fare l'en-plein. Abbiamo tifato un sacco Baldassarri e Morbidelli. Hanno sfiorato la pole in Moto2, sono stati bravissimi. Mi piacerebbe crescere i ragazzi italiani giovani e inserirli nel Mondiale, non fare il manager di un pilota solo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Spagna
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Circuito de Jerez
Piloti Valentino Rossi
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Intervista